/media/post/7ag7cal/nightlife_firenze.jpg

Firenze - nightlife

Tutte le novità del divertimento da provare

Firenze, città d'arte, cultura e nightlife. Tutte le nuove aperture legate alla vita notturna, i migliori indirizzi del divertimento dove gustare birra, ottimi Negroni o drink a base di Biancosarti, Amaro Sibilla Varnelli e Maraschino Luxardo a Firenze.

 

La notte fiorentina è caratterizzata da nuove amicizie, musica, birra, cocktail e divertimento, e locali sempre nuovi che rendono entusiasmanti e frizzanti le lunghe notti cittadine. Le novità più cool arrivano dalle strutture della raffinata Lungarno Collection: tra le più interessanti segnaliamo l’apertura del temporary White Fusion all’interno dell’Hotel Continentale, che andrà a coprire da metà gennaio a metà marzo la chiusura temporanea dello storico Fusion dell’Hotel Gallery.

 

I barman pluripremiati del Fusion Bar porteranno lo stile fusion senza tradire  però il mood del Continentale che è il regno delle linee pulite, del design e del bianco e il temporary bar vivrà in tutte le sale del mezzanino, compresa la splendida sala relax: così si potrà gustare un cocktail con vista Ponte Vecchio!

(descrizione)

Da non perdere anche la nascita del Picteau Lounge all’interno dell’Hotel Lungarno, un nuovo ‘salotto’ sull’Arno a Firenze dove gustare i migliori Negroni della città (quello bianco e affumicato in primis), location ideale anche per ottimi thè: da non perdere la miscela “Appuntamento su Ponte Vecchio” romantica infusione che non poteva trovare miglior location.  

 

Il 2017 ha segnato grandi riaperture, come nel caso de La Maison: in una cornice d’eccezione, tra le storiche mura dell’Oltrarno Fiorentino, il locale offre la possibilità di degustare ottimi cocktail, preparati con i migliori ingredienti da esperti barman. Completano l’offerta la cucina eccellente e aperta fino a tarda notte e le serate dove scatenarsi fino all’alba, al ritmo di musica e dj set.

 

(firenze manifattura)

 

Dove una volta c’era una rimessa, oggi nasce Manifattura, locale affacciato su piazza San Pancrazio. Al cocktail bar si beve italiano: niente mezcal e vodka, qui i drink sono a base di Biancosarti, Amaro Sibilla Varnelli e Maraschino Luxardo e i risultati colpiscono piacevolmente i sensi e il palato. Al ponte di comando Fabiano Fabiani, punto di riferimento per la mixology fiorentina, che in questa sua nuova avventura crea miscugli ardimentosi dedicati a D’Annunzio, Meucci, Modugno e Carosone, con l’intento di valorizzare quelle etichette italiane che rischiano di sparire.

 

Splendida anche l’atmosfera del locale: varcando l’ingresso sembra di essere catapultati in un’atmosfera d’altri tempi, tra musica di sottofondo con canzoni italiane anni Trenta e Quaranta, specchi, luci soffuse e arredi vintage.

 

Molto interessante anche la realtà di Black Lodge, un pub diverso dal solito inaugurato la scorsa estate: il suo mondo è la birra, proposta in una ricca variante di etichette italiane ed estere. Tra le più sfiziose segnaliamo Neu Alt Brewing Firm, la birra made in Prato concepita, elaborata e assemblata dagli Spastic Brewers, e le specialità di Yeastie Boys e Mikkeller. I proprietari provengono tutti dal settore e hanno già maturato una lunga esperienza, e inoltre non mancano piacevoli serate accompagnate da musica live.

 

Concludiamo la panoramica delle nuove aperture con i due piacevoli e raffinati locali del Baglioni Hotel, tornato a nuova vita dopo il restyling e rebranding dal gruppo Carattere Toscano: l’American Bar e l’American Bar Roof, aperto in estate, sono all’interno del Baglioni Hotel e sono due ambienti avvolgenti ed eleganti in cui trascorrere piacevolmente il proprio tempo, e lo splendido panorama con vista sui tetti di Firenze fa apprezzare ancora di più gli ottimi cocktail della carta dei bar, preparati con talento e passione da bartender e mixologist selezionati.