/media/post/l85g7rz/firenze_11_musei_minori_che_non_puoi_non_conoscere_museo_bardini.jpg

Firenze: 11 musei minori che non puoi non conoscere

La storia di Firenze raccontata attraverso le sue opere minori

La storia di Firenze è raccontata attraverso le sue sculture e i suoi affreschi, opere minori ma altrettanto importanti. Sono 11 i musei meno conosciuti che vale la pena di visitare, in città, durante le vacanze.

firenze 11 musei minori che non puoi non conoscere museo stibbert

Accanto ai musei principali, Firenze conserva una fetta di musei più piccoli e meno conosciuti, ma comunque ricchi di opere e storia, a volte legati alle omonime chiese, a volte intitolati all'artista fondatore.

 

Il Museo Orsanmichele, per esempio, espone 11 delle 14 statue delle nicchie esterne dell’omonima chiesa, con capolavori dei più grandi maestri fiorentini del ‘400.

 

Il Museo Stibbert creato nell’800 dal finanziere Frederick Stibbert, costituisce un raro esempio di casamuseo (museostibbert.it).

 

All’interno di Palazzo Pitti, il Museo degli Argenti conserva il tesoro dei Medici: dai vasi in pietre dure di Lorenzo il Magnifico alle ambre di Maria Maddalena d’Austria. Gli argenti provengono dal Tesoro di Salisburgo portato a Firenze da Ferdinando III di Lorena nel 1815.

 

Il Museo Bardini prende il nome dal suo ideatore, l’antiquario Stefano Bardini (1836-1922) che trasformò la propria collezione in museo (museicivicifiorentini.it).

 

Straordinario esempio di casa fiorentina antica è il Museo di Palazzo Davanzati che risale al XIV secolo; mentre all'interno di un’antica chiesa sconsacrata si trova il Museo Marino Marini dedicato allo scultore Marino Marini (museomarinomarini.it).

 

All’interno di Palazzo Spini Feroni, il Museo Ferragamo espone la collezione di calzature che documenta l’intero arco di attività dello stilista, dal 1927 al 1960 (museoferragamo.it).

 

Il Museo Horne conserva sculture, dipinti, vetri, monete e altri oggetti risalenti ai secoli XIV, XV e XVI (museohorne.it).

 

Il Museo dell’opificio e delle pietre dure è dedicato a creazioni di pietre dure dove la finezza artistica fa a gara con lo splendore dei materiali. Presenta i tre secoli di brillante attività, in un percorso tra arredi preziosi, banchi e strumenti da lavoro, e un campionario di oltre 600 esemplari di pietre dure e marmi policromi (opificiodellepietredure.it).

 

La Fondazione Franco Zeffirelli attraverso il suo archivio, la biblioteca e il museo, è promotore di iniziative espositive e didattiche legate all'arte e allo spettacolo (fondazionefrancozeffirelli.com).

 

Infine la Galleria dello ‘Spedale degli Innocenti’, aperta al pubblico nel 1971, presenta circa 40 opere, in maggior parte pittoriche (istitutodeglinnocenti.it).