/media/post/vl8343h/serpari1.jpg

Festa dei Serpari Cocullo

La Festa dei Serpari di Cocullo si tiene ogni primo giovedì di maggio, tra le vie di questo borgo in provincia dell'Aquila.

A Cocullo durante la cosiddetta "festa dei serpari" si festeggia San Domenico, con la sua statua brulicante di serpenti ammirata e venerata da pellegrini, devoti e turisti che si affollano per le strade del paese.

Il Rito dei Serpari si ripete ogni anno, ed è un rito antico, che rinnova la devozione a San Domenico, protettore dal morso dei serpenti.

Durante la Festa dei Serpari la statua di San Domenico viene portata lungo le vie di Cocullo con decine di innocui serpenti aggrovigliati, raccolti nella campagna abruzzese dopo il lungo letargo invernale.

 

(descrizione)

 

Prima della processione, i manipolatori portano i serpenti tra il pubblico, che li può toccare senza paura: la maggior parte dei serpenti appartiene alla specie dei Saettoni e Cervoni, totalmente innocue.

La Festa dei Serpari è un evento emozionante che finisce nel modo più giusto: i serpenti infatti vengono poi liberati proprio dove sono stati catturati giorni prima dagli abitanti di Cocullo. Questo è molto importante perché forse non tutti sanno che i serpenti sono animali territoriali, che non si spostano di più di un paio di chilometri nel corso della loro vita.