/media/post/duc957t/6101-ischia-barca-622x466.jpg

Vacanze Pasqua: dove andare in Italia

Vi presentiamo le migliori mete in Italia per Pasqua 2019: da nord a sud, dalle città d'arte al mare, dovete solo scegliere e partire...

Voglia di una bel week end di Pasqua o di una sana gita fuori porta? Allora rimanete saldamente seduti sulla vostra sedia e leggete questa breve guida di Pasqua 2019: tra 5 minuti avrete le idee chiare su dove andare e tra 10 ne starete già parlando con il vostro lui o la vostra lei per organizzare la vostra Pasqua 2019!

Ricordandoci che quest'anno Pasqua cade a fine aprile: domenica 21 aprile 2019, e con un occhio alle previsioni meteo previste per Pasqua! Ecco i nostri consigli su dove andare a Pasqua 2019 rimanendo in Italia.

Dove andare a Pasqua 2019: Bari

(dove andare a Pasqua 2019 BARI)

Il fascino di una città di mare dall’anima commerciale. A volere quel reticolo ordinato di strade che caratterizza Bari Nuova fu Gioacchino Murat.

Qui si concentrano le eleganti vie dello shopping, come la pedonale via Sparano, con le sue boutique griffate, e Corso Cavour, dove si affaccia il celebre teatro Petruzzelli (www.fondazionepetruzzelli.it), ricostruito dopo l’incendio del ‘91.

Sul bel lungomare il Palazzo della Provincia ospita la Pinacoteca Provinciale (Lungomare Nazario Sauro 27, tel. 080 54 12 42), dove sono esposti anche dipinti di Luca Giordano e Giovanni Bellini.

Tra il Porto Vecchio e il Porto Nuovo, sorge invece Bari Vecchia, la parte più antica della città: un labirinto di stretti vicoli, dove sorgono più di 120 edicole votive e 40 chiese, tra cui la Chiesa di San Gregorio, con splendida facciata e un interno romanico, e la chiesa di San Marco, con il rosone sulla facciata dove campeggia un leone, simbolo della Serenissima.

Piazza Mercantile è il cuore di Bari Vecchia, con il Palazzo del Sedile, sede del Consiglio dei nobili di Bari durante il Medioevo, e la Colonna della Giustizia, dove i debitori insolventi venivano legati e frustati. A Bari Vecchia, oggi al centro della movida grazie al fiorire di locali trendy, si trova la romanica Basilica di San Nicola (www.basilicasannicola.it), dedicata al santo patrono, cui è dedicato anche lo stadio progettato da Renzo Piano.
D’altronde la festa più importante di Bari è la Festa di San Nicola, l’8 maggio, con la pittoresca processione in mare della statua Santo.

Ai limiti del borgo antico si trova il Castello Normanno Svevo, edificato dai normanni nel XII secolo, che ospita la Gipsoteca, una collezione permanente con riproduzioni in gesso di sculture monumentali dei maggiori edifici di culto della Puglia dai secoli XII al XVI. Una visita nel capoluogo pugliese non può prescindere dai piatti della tradizione locale, dalle mitiche orecchiette alle scarcelle, il tipico dolce pasquale. Info: www.viaggiareinpuglia.it

DOVE DORMIRE: Terranobile Metaresort

Alle porte della città, villa ottocentesca immersa nel verde, con 15 camere, spa e piscina. “Offerta Pasquale Deluxe” 150 euro a persona, con pernottamento in doppia con colazione, massaggio, pranzo di Pasqua o Pasquetta.

Via Bitritto 101 | tel. 080 50 61 529 www.terranobile.it Executive L’Orangerie È un’oasi nel cuore della città, questo b&b di sei camere, in una villa ottocentesca che sorge in un bel parco con piscina. Doppia 90 euro con colazione. Via Amendola 207/A | cell. 331 52 60 558

DOVE MANGIARE: Bacco

C.so Vittorio Emanuele II 126 | tel. 080 52 75 871Chiusura Lu, Do (s) Coperti 40 Ambiente moderno Cucina mod. creativa Target col.lavoro, coppie

DOVE FARE SHOPPING: Caffè pasticceria Stoppani

È uno dei locali storici, dove nel periodo pasquale potrete fare incetta di colombe, dolci di pasta di mandorle e scarcelle.Via Roberto da Bari 79 | tel. 080 52 13 563

DA NON PERDERE

Una passeggiata lungo la Muraglia, ciò che resta dell’antica cinta muraria di epoca aragonese, che regala un suggestivo panorama sul porto.

 

Dove andare a Pasqua 2019: Capri

(Dove andare a Pasqua 2019 Capri)

Charlie Chaplin, Grace Kelly e Ranieri di Monaco, Greta Garbo, Jack Lemmon, Jacqueline Kennedy, sono alcune delle celebrities che hanno contribuito al mito di Capri. Ma l’isola già dall’Ottocento divenne la destinazione top per visitatori provenienti da tutto il mondo. E il suo fascino, nel tempo, non ha smesso d’incantare, con le sue bellezze, dalla magia della Grotta Azzurra a quella dei Faraglioni. Non c’è periodo dell’anno più bello della primavera per visitarla.

Cosa vedere a Capri a Pasqua

Nel centro più importante, Capri, si trova la celebre piazzetta (piazza Umberto I), che in estate è il tempio della mondanità, con i suoi eleganti bar, ideali per gustare un’insalata caprese, e le boutique griffate.

E lo shopping si dipana anche nelle pittoresche viuzze adiacenti (in particolare in via Camerelle), dove si possono acquistare gioielli, pregiati profumi, i celebri sandali capresi, ceramiche, prodotti tipici come il Limoncello di Capri.

La passeggiata più famosa da fare è quella che porta al belvedere di Tragara, che offre uno splendido panorama su Marina Piccola e i Faraglioni, i tre celebri scogli simboli dell’isola (Stella, Faraglione di mezzo e Scopolo).

Al salotto mondano di Capri si affianca quello più intimo e appartato di Anacapri, che è il salotto letterario e culturale dell’isola, e si presenta nella bellezza delle sue casupole bianche immerse nel verde.

Il bar Ferraro è la tappa d’obbligo per degustare sfogliatelle e la tipica torta caprese. Da non perdere la visita della chiesa di San Michele con lo splendido pavimento maiolicato e della famosa Villa San Michele (www.villasanmichele.eu), oggi scenografico setting per mostre e concerti.

Da Anacapri partono la seggiovia e il sentiero per il Monte Solaro, che con i suoi 589 metri di altezza, è la cima più alta dell’isola. Imperdibile un giro in barca per cogliere le infinite sfumature di “uno dei punti magnetici dell’universo”, come scriveva lo scrittore e pittore Alberto Savinio. Per info: www.capritourism.com

DA NON PERDERE: Grotta Azzurra

Nota ai romani, fu riscoperta nell’Ottocento. Si raggiunge in barca da Marina Grande o via terra da Anacapri; e per lo stretto ingresso, si visita a bordo di piccole barchette, che portano all’interno, dove si trova la Galleria dei Pilastri, ricca di stalattiti.

Villa Jovis. Fu costruita dall’imperatore Tiberio che visse a Capri negli ultimi dieci anni di vita. Le rovine, visitabili, dominano un paesaggio meraviglioso e si affacciano su uno strapiombo di 330 metri, il cosiddetto salto di Tiberio, dove si racconta che l’imperatore ordinasse di gettare le sue vittime.

DOVE DORMIRE: Grand Hotel Quisisana

Cinque stelle, con centro benessere, nel cuore della mondanità caprese. Al suo interno un teatro liberty progettato nel 1929 da Giò Ponti. Per il periodo pasquale soggiorno minimo di 3 notti, da 350 euro doppia con colazione.

Via Camerelle 2 | tel. 081 83 70 788 Capri www.quisisana.com

Capri Palace Hotel & Spa  questo splendido cinque stelle L dove l’arte di grandi maestri come Arnaldo Pomodoro si fonde con il benessere della spa Capri Beauty Farm e l’eccellente tavola del ristorante L’Olivo, unica realtà stellata sull’isola. Doppia da 270 euro con colazione.

Via Capodimonte 2b | tel. 081 97 8 01 11 Anacapri www.capripalace.com

DOVE DORMIRE: Da Paolino

Via Palazzo a Mare, 11 | tel. 081 83 76 102 Chiusura mai Coperti 90+180 Ambiente rustico, semplice Cucina regionale Target famiglie, piccoli gruppi

DOVE FARE SHOPPING:

  • L’Arte del Sandalo Caprese Tra i clienti di Antonio Viva Julia Roberts e Sophia Loren. Qui troverete sandali per tutti i gusti, dai più semplici ai più eleganti, impreziositi con strass e swarovski. Via Giuseppe Orlandi, 75 | tel. 081 83 73 583 Anacapri www.sandalocaprese.it
  • Carthusia Profumi “Aria di Capri”, “Fiori di Capri” “IO Capri” sono alcune delle fragranze che hanno reso celebre il marchio Carthusia nel mondo. In vendita anche saponi, creme per il corpo. Viale Matteotti 2d | tel. 081 83 70 368 Capri www.carthusia.it
  • La Bottega dell’Arte Splendidi vasi, piatti da collezione, realizzati dal maestro Sergio Rubino, che è ceramista, scultore e pittore.Via Catena 2-4 | tel. 081 83 71 878 Anacapri 
  • Bar Ferraro Dolci della tradizione, dalle sfogliatelle alla mitica torta caprese.Via Orlando 233 | tel. 081 83 71 216 Anacapri

 

Dove andare a Pasqua 2019: Siracusa

(Dove andare a Pasqua 2019 Siracusa)

Uno scrigno prezioso, l’isola di Ortigia, che ha fatto entrare Siracusa, con il suo centro storico, nel firmamento dei tesori dell’Unesco: Eppure anche la terraferma è ricca di tesori.

il Castello Eurialo, lo straordinario Parco Archeologico, nella periferia nord dell'antica città greca di Siracusa, con l’Anfiteatro Romano, le Latomie (cave di pietra), il Teatro Greco, dove oggi si tengono spettacoli classici.

È indubbio però che un soggiorno a Siracusa si vive ad Ortigia, a Pasqua, seduti ai tavolini dei bar all’aperto, e a passeggio, curiosando tra botteghe artigiane e vetrine gourmand.

Piazza Duomo è il salotto buono dell’isola, ma addentratevi anche nei vicoli, tra palazzi e balconi barocchi, volti e riti di chi ci abita. Il viaggio a Siracusa cattura tutti i sensi… Da non perdere la mattina il mercato, nei pressi del Tempio di Apollo: un trionfo di sapori e folclore, con i venditori urlanti che vi faranno assaporare anche un po’ della parlata locale.

Per gli amanti del buon vino c’è l’Enoteca Solaria in via Roma 86 (tel. 0931 46 30 07).

Da poco restaurata la Chiesa di San Filippo Apostolo, offre visite guidate agli ipogei sotterranei. E sempre nel cuore dell’ex quartiere ebraico, in via della Giudecca, gli spettacoli del Piccolo Teatro dei pupi e delle Figure, sono l‘occasione per rivivere l’antica forma teatrale dell’Opera dei pupi (spettacoli tutta la settimana di Pasqua escluso il Venerdì Santo); mentre il vicino Museo Aretuseo dei Pupi, in piazza San Giuseppe, espone l’unica collezione integra di pupi siracusani (ingresso 2 euro, orari 11-13 e 16-18. Info per teatro e museo: 347 38 10 826).

Fresca di restauro poi la Galleria Regionale di Palazzo Bellomo, in via Capodieci, dove è esposta L’Annunciazione di Antonella Messina. Info: www.comune.siracusa.it

DOVE DORMIRE: Algilà

Quattro stelle S sul mare, con trenta camere arredate con mobili d’epoca, e da poco, anche un ottimo ristorante. Da 240 euro con colazione, e per chi prenota un minimo di 3 notti, sconto del 10% e cena gratuita.

Via Vittorio Veneto 93 | Telefono 0931 46 51 86 Ortigia www.algila.it

DOVE MANGIARE: Don Camillo

Via Maestranza 96 | tel. 0931 67 133 Chiusura Do Coperti 60 Ambiente caratteristico, elegante Cucina di mare, regionale Target buongustai, famiglie

DOVE FARE SHOPPING: Bazar delle cose vecchie


Tre punti vendita, nella stessa strada, dove fare incetta di antiquariato siciliano, come i pupi in legno fatti a mano, in vendita da 15 euro. Spedizioni gratuite in tutto il mondo.

Via del Consiglio Reginale 7-30-40 | tel. 0931 24 191, Ortigia

Dove andare a Pasqua 2019: Ischia

(Dove andare a Pasqua 2019: Ischia)

Già i romani conoscevano le virtù terapeutiche dei suoi fanghi e delle acque termali.

Ischia è la più grande delle isole del golfo di Napoli, oggi vanta importanti parchi termali, come Negombo a Lacco Ameno (www.negombo.it), quello di Castiglione a Casamicciola (www.termecastiglione.it), e i Giardini di Poseidon a Forio (www.giardiniposeidonterme.com). Remise en forme e benessere sono gli imperativi anche degli alberghi di lusso che non mancano sull’isola.

Di origine vulcanica, è definita “l’isola verde” per la sua natura lussureggiante. Splendide spiagge incastonate tra le rocce, filari di vite che danno origine a ottimi DOC (il ritrovamento della Coppa di Nestore testimonia, con la sua iscrizione, la bontà del vino locale). Ma anche stabilimenti balneari attrezzati, boutique concentrate nelle vie dello shopping (via Roma e corso Vittoria Colonna), buona tavola (il coniglio all’ischitana). Ischia, il comune più popoloso (che dà il nome all’isola), si divide in Ischia Porto e Ischia Ponte, dove si trova la bella baia di Cartaromana e il Castello Aragonese, che sorge su un isolotto collegato a Ischia dal quattrocentesco Ponte Aragonese.

Grande fama ha poi il comune di Lacco Ameno. Le sue acque termali, negli anni Cinquanta, portarono l’editore milanese Angelo Rizzoli a trasformare il borgo in una celebre stazione termale: dalle Terme Regina Isabella, in quegli anni, passarono Maria Callas, Liz Taylor, Charlie Chaplin… Con le sue casette bianche e le viuzze, il comune di Forio, è tappa d’obbligo sia per la chiesa del Soccorso, che con il suo bianco candore nell’azzurro del cielo e del mare è uno dei simboli di Ischia, che per la celebre spiaggia di Citara, secondo il mito protetta da Venere. Nell’entroterra, da Fontana parte l’escursione al monte Epomeo, il punto più alto e panoramico dell’isola. Ritornando sulla costa, altra tappa è Casamicciola, con lo splendido giardino di villa La Mortella, realizzato dal paesaggista Russell Page. Info: www.infoischiaprocida.it

COLPO DI FULMINE: Castello Aragonese

È il monumento simbolo di Ischia, spesso teatro d’importanti mostre. Dal porto si raggiunge a piedi in una ventina di minuti o prendendo il pullman numero 7. Ingresso: 10 euro. Via Pontile Castello Aragones | tel. 081 992834 Ischia www.castelloaragonese.it

Giardino La Mortella

Splendido giardino con una ricca varietà di piante esotiche, e con una ricca offerta di concerti di musica classica. Ingresso: 12 euro. Via Francesco Calise 39 | tel. 081 98 62 20 Forio www.lamortella.org

DOVE DORMIRE:

Mezzatorre Resort & Spa

Il fascino di un soggiorno cinque stelle in una torre del XVI secolo, a picco sul mare. Il pacchetto pasquale comprende: colazione, fiori e regalo pasquale, drink al bar, cena, giro dell'isola, percorsi ad hoc nella spa. Valido dal 21 al 27 aprile, 3 notti, da 1320 euro per due.

Via Mezzatorre 23 | Tel. 081 98 61 11 Forio d'Ischia www.mezzatorre.it

L'Albergo della Regina Isabella

In riva al mare, nel cuore del paese, questo cinque stelle L è una vera istituzione. Splendide camere, acque termali e spa al top, e anche una boutique. Doppia con colazione da 330 euro.

Piazza Santa Restituta 1 | tel. 081 99 43 22 Lacco Ameno 
www.reginaisabella.it

DOVE MANGIARE: La tavernetta del pirata

Loc. Serrara Fontana Via sant’Angelo 77 | tel. 081 99 92 51 Chiusura Me Coperti 30+30 Ambiente marinaro, semplice Cucina di mare, regionale, tradizionale Target coppie, spendaccioni

DOVE FARE SHOPPING Ceramiche Cianciarelli

Filippo Cianciarelli e i suoi due figli realizzano splendidi oggetti per arredare la casa, con decori pastello che richiamano quelli tipici degli acquarelli.

Via Luigi Mazzella 113 | tel. 081 98 46 74 Ischia Ponte www.ceramichecianciarelli.it

IDEE le idee in fatto di acquisti qui non vi mancheranno…

I sandali sono fatti a mano con grande estro e fantasia da Mary Ferrara, ischitana doc.

Via Venanzio Marone 5 | tel. 081 98 54 18 Ischia ISCHIA THERMAE COSMETICI NATURALI Dal 1892 si realizzano cosmetici naturali che sfruttano le proprietà dell’argilla. Imperdibile!Via Monsignor Schioppa 17 | tel. 081 99 77 45 Forio d'Ischia www.ischiathermae.com

Dove andare a Pasqua 2019: Mantova

(Dove andare a Pasqua 2019: Mantova)

Dal 2009 è entrata a far parte dei patrimoni mondiali dell’Unesco e non a caso: I tesori di Mantova si legano alla corte dei Gonzaga, una delle più celebri nel Rinascimento.

I frutti artistici sono tanti, a partire dallo splendido Palazzo Ducale, monumentale nei suoi spazi: 500 tra sale e stanze, e poi piazze, cortili, strade, giardini interni.

Tra le meraviglie, nel Castello di San Giorgio, la celebre Camera degli Sposi, con pareti e soffitto con il ciclo di affreschi di Andrea Mantegna.Altro simbolo della Mantova gonzaghesca è il cinquecentesco Palazzo Te, di Giulio Romano: tutte le domeniche visite guidate ad hoc per famiglie con bambini (10 euro adulti, e 2,50 ragazzi oltre 11 anni. Info: Amici di Palazzo, tel. 338 82 84 909).

La Casa del Mantegna offre un viaggio artistico contemporaneo, tra dipinti, sculture, fotografie, istallazioni. Se siete alla vostra prima visita, non fatevi sfuggire la CartaMusei gratuita, che vi permette di visitare per un anno (a ingresso ridotto o gratuito), i trentasette musei che aderiscono all’iniziativa. E in fatto di musei, nuovo è il Museo della città, all’interno del restaurato Palazzo di San Sebastiano.

Il cuore della città si snoda tra piazza Sordello, dove sorge il Duomo e Palazzo Ducale, e Piazza delle Erbe con i portici, la Rotonda di San Lorenzo, e la Torre dell’Orologio. Per i pedoni la città del Festival della Letteratura (www.festivaletteratura.it), è un’oasi felice dove la lettura è nel dna di tanti locali come il Bar Venezia, in piazza Marconi (www.barvenezia.it), un caffè letterario dove gustare un aperitivo tra giornali, presentazioni di libri, mostre fotografiche. Info generali: www.turismo.mantova.it

DA NON PERDERE: Sabbioneta

Concepita come la città ideale, fu edificata per volontà di Vespasiano Gonzaga. Anch’essa è entrata a far parte dei patrimoni mondiali dell’Unesco, e ogni domenica, fino al 29 maggio, una nuova linea di bus la unisce a Mantova. Biglietti a/r 8 euro. Info: 0376 23 02 93.

DOVE DORMIRE: Casa San Domenico

In pieno centro storico, in una tipica dimora mantovana, arredata finemente, solo quattro spaziose suite di 80 mq, da 180 euro.Vicolo Scala 8 | tel. 335 25 92 92 www.casasandomenico.it

DOVE MANGIARE Aquila Nigra

V.l Bonaccolsi 4 | tel. 0376 32 71 80Chiusura Lu, Do Coperti 45 Ambiente d’epoca, elegante Cucina creativa, regionale Target col.lavoro, coppie

DOVE FARE SHOPPING Casa del Bianco Norsa

Da oltre 100 anni propone i migliori tessuti per la casa e per l'abbigliamento, in una dimora che già nel ‘400 apparteneva a mercanti di tessuti…Piazza Erbe 26 | Tel. 0376 32 05 22

Dove andare a Pasqua 2019: Perugia

(Dove andare a Pasqua 2019: Perugia)

Eurochocolate ha definitivamente consacrato Perugia a città del cioccolato. La kermesse si tiene a Ottobre, ma niente paura, andare a Pasqua nel capoluogo umbro, è l’occasione giusta per incontri golosi ravvicinati…

Gli indirizzi per il cioccolato d’autore sono tanti, a cominciare dalla storica pasticceria Sandri, nel centrale corso Vannucci, dove potete scegliere tra un tripudio di uova di tutte le fogge. Una tradizione, quella del cioccolato, che si traduce nel successo di un marchio come Perugina (www.perugina.it), che a San Sisto, a circa 5 km da Perugia, offre un’attrazione irresistibile come La Casa del Cioccolato con il Museo Storico e la Scuola del cioccolato, aperta a tutti (info: 075 52 76 796).

Ma Perugia attrae anche con la sua storia. Su Piazza IV novembre, una delle più belle piazze italiane, si affaccia il grandioso Palazzo dei Priori, uno degli edifici più imponenti del Medioevo italiano, che all’interno ospita la Galleria Nazionale dell’Umbria (www.gallerianazionaleumbria.it), il più importante museo cittadino, con opere di Beato Angelico, Perugino, Pinturicchio; nella splendida piazza si affaccia anche il Duomo, e al centro si trova la celebre Fontana Maggiore, opera di Nicola e Giovanni Pisano, che la realizzarono tra il 1275 e il 1277.

E c’è ancora molto altro da vedere… Tra gli edifici di epoca medievale, degno di nota è il Palazzo del Capitano del Popolo, che era sede della magistratura in epoca comunale. La Pasqua a Perugia si tinge sempre di appuntamenti interessanti. Per info generali: http://turismo.comune.perugia.it

DA NON PERDERE Palazzo dei Priori

Tra le chicche la Sala delle Udienze affrescata dal Perugino che si trova nel Collegio del Cambio, e il pregiato soffitto e pareti in legno intagliato nel Collegio della Mercanzia.

DOVE DORMIRE: Relais San Clemente

Una piccola stazione all’interno del parco secolare dove potrete salire sul trenino che vi porta in soli 20 minuti nel centro di Perugia.

Pacchetto Pasqua da 399 euro a persona: 3 notti con colazione, 3 cene tipiche umbre, pranzo di Pasqua e Pasquetta, messa di Pasqua nell’antica chiesa privata, biglietto A/R del trenino per la visita del centro storico di Perugia, camera a disposizione fino al primo pomeriggio del giorno di partenza.

Strada Passo dell'Acqua 34 | tel. 075 591 51 00, Loc. Bosco, Perugia www.relais.it

DOVE MANGIARE 

Il postale Via Montevile 3 | tel. 0758 52 13 56Chiusura Lu, Ma; AS Coperti 16+16 Ambiente d’epoca, elegante Cucina creativa, regionale Target buongustai, coppie

DOVE FARE SHOPPING

Antica Spezieria e Drogheria Eredi Bavicchi Storico negozio per acquisti d’autore: tè, caffè aromatizzati, spezie, legumi, come le famose Lenticchie di Castelluccio, la Fagiolina del Trasimeno, il Farro di Monteleone di Spoleto.Via Priori 15 | tel. 075 57 22 633, www.drogheriabavicchi.it

Dove andare a Pasqua 2019: Pisa

(Dove andare a Pasqua 2019: Pisa)

Quest’antica Repubblica Marinara, celebre nel mondo per la sua Torre pendente, racchiude uno scrigno di meraviglie. Piazza dei Miracoli con la Torre, il Duomo, il Battistero, il museo delle Sinopie e quello dell’Opera, è un concentrato di bellezze: che però molti erroneamente credono le uniche in città… Basta prendersi un po’ di tempo per scoprire l’altra Pisa, per esempio quella nata e cresciuta intorno all’Arno.

Il fascino dei Lungarni ha ispirato scrittori quali Byron e Foscolo, e la loro magia è palpabile soprattutto la sera, nell’oscurità, con la luce dei lampioni e dei bei palazzi che si riflettono nell’acqua; tra le chicche da visitare sul lungarno la chiesetta gotica di Santa Maria della Spina.

In piazza Cavalieri si trova la celebre Scuola Normale di Pisa; voluta da Cosimo I de’ Medici e progettata da Vasari, la piazza racchiude importanti palazzi e chiese, in primis il Palazzo dei Cavalieri (o della Carovana), che colpisce con la sua splendida facciata. Tra le viuzze del centro storico dal sapore medievale, le principali vie dello shopping sono Corso Italia con le grandi catene di abbigliamento e l’elegante Borgo Stretto, con le sue caratteristiche case torri e le boutique griffate. E la zona è un piacere anche per il palato tra gastronomie, enoteche, panetterie... In piazza San Paolo all'Orto la nuova libreria-caffetteria Il SottoBosco propone serate di musica dal vivo, incontri, letture. Per i 150 anni dell’Unità d’Italia non perdete poi a Palazzo Blu la mostra Donne d’Italia. La metà dell’Unità (ingresso libero, www.palazzoblu.org), che racconta la storia del nostro Paese, attraverso figure femminili (da Anita Garibaldi a Ilaria Alpi), che hanno contribuito alla costruzione della Nazione, dalla sua Unità a oggi. Per info: www.pisaunicaterra.it

COLPO DI FULMINE: Torre di Pisa

È il simbolo della città con la sua caratteristica pendenza. Si staglia con il candore del marmo bianco nel prato verde della splendida piazza dei Miracoli.

DOVE DORMIRE Hotel Relais dell’Orologio

Nel cuore di Pisa, tra piazza dei Miracoli e piazza dei Cavalieri, solo 21 camere, all’interno di una fascinosa casa torre del ‘300. Doppia con colazione da 185 euro.

Via della Faggiola 12/14 | tel. 050 83 03 61 www.hotelrelaisorologio.com

Bagni di Pisa

A soli 6 km da Pisa, è una vera oasi di benessere. Pacchetto pasquale (con accesso alle piscine termali, due massaggi, bagno vapore, consulenza medica), da 630 euro a persona, per tre notti in doppia.

Largo Shelley 18 | tel. 050 88 501 San Giuliano Terme www.bagnidipisa.com

DOVE MANGIARE

Dante e Ivana Loc. Tirrenia V.le Tirreno 207/c | tel. 050 32 549Chiusura Do Coperti 30 Ambiente elegante, raffinato Cucina di mare, tradizionale Target buongustai, piccoli gruppi

DOVE FARE SHOPPING

Salza Dal 1898 è il salotto buono dei pisani, incantevole sala da tè, da vivere degustando l’ottima pasticceria mignon e i mitici gianduiotti.Borgo Stretto 46 | tel. 050 58 01 44 www.salza.it

Dove andare a Pasqua 2019: Procida

Dove andare a Pasqua 2019? Procida Con le sue casette colorate, il dedalo di viuzze, le scalette su cui si aprono porte e finestre, Procida appare un palcoscenico naturale, la cui bellezza è al centro di romanzi come L’Isola di Arturo di Elsa Morante e di film come Il Postino con Massimo Troisi. 

Come Ischia, anche Procida è di origine vulcanica; ha una superficie di poco più di 4 km con una ricca vegetazione e 16 km di coste con spiagge di sassi e sabbia.

Tre i centri abitati. A nord Marina Grande, punto di attracco dei traghetti e aliscafi che arrivano da Napoli e Pozzuoli. Le sue variopinte case sono il saluto di benvenuto ai turisti. Qui si trova il Castello a picco sul mare, all’interno della zona più elevata di Procida, Terra Murata, antica cittadella medievale. Splendido il panorama dal belvedere. A est, Marina di Corricella, è un pittoresco borgo di pescatori, con le case avviluppate l’una sull’altra, dove sorge la chiesa di Santa Maria delle Grazie.
A sud si trova Marina di Chiaiolella, attracco delle barche da diporto, il suo lungomare è la passeggiata per eccellenza dell’isola.

A Pasqua Procida offre l’opportunità di vivere gli antichi riti della Settimana Santa, dalla processione degli Apostoli del Giovedì Santo e quella dei Misteri del Venerdì Santo. Per scoprirne anfratti e insenature affittate una barca; mentre per gli amanti delle spiagge, quelle attrezzate della Chiaiolella sono le più ambite da famiglie e giovani. Per soste gourmand non perdete l’occasione di gustare il pesce, ingrediente principe della cucina procidana. Un tempo mangiarlo era un lusso, come dimostra l’antica ricetta del pesce fujuto (“fuggito”), un condimento per la pasta a base di olio, aglio, peperoncino, prezzemolo, e soltanto il desiderio del pesce, scappato prima ancora di finire in pentola…

Altra specialità locale sono i limoni, grandi, dolci e con la buccia spessa; i procidani li mangiano in insalata e li usano per fare liquori, sorbetti e squisiti dolci. Per info: www.infoischiaprocida.it

COLPO DI FULMINE

Solotto di Vivara

Uliveti e macchia mediterranea ammantano quest’isolotto, riserva naturale statale, collegato alla Chiaiolella da un ponte. Per visitarlo bisogna rivolgersi al Comune di Procida.

Spiagge di Chiaia

Nella splendida insenatura di Chiaia, con le pareti di tufo a picco sul mare, si trovano due spiagge sabbiose divise da scogli. La baia termina con il promontorio di Punta Pizzaco, tra i più panoramici dell’isola.

DOVE DORMIRE

Albergo La Vigna

Immerso in un vigneto questo quattro stelle dispone di un piccolo centro benessere molto apprezzato per i trattamenti di vinoterapia. Doppia con colazione da 90 euro.

Via Principessa Margherita 46 | tel. 081.89.60.469 www.albergolavigna.it

La Casa sul Mare

In un bel palazzo del ’700, solo dieci stanze con suggestiva vista mare. Doppia con colazione 118 euro.Via Salita Castello 13 | tel. 081 89 68 799 www.lacasasulmare.it

DOVE MANGIARE Gorgonia

Marina Corricella 50 | tel. 081 81 01 060Chiusura Lu Coperti 20+50 Ambiente familiare, marinaro Cucina di mare, tradizonale Target coppie, piccoli gruppi.

DOVE FARE SHOPPING

Azienda agricola Lubrano Lavadera

In quest’azienda attiva dal 1970 potrete acquistare il Limoncello di Procida, oltre a crema di limone, e babà al limoncello.

Via Regina Elena, 20 | 081 81 01 348 www.limoncellodiprocida.it

Rosso Corallo

La signora Luisa ci tiene a definirsi artigiana del corallo. Mostrandovi le sue creazioni, vi spiegherà come l’arte della lavorazione del corallo anticamente era anche procidana.Via Vittorio Emanuele 6 | 081 89 69 356