/media/post/c953z4z/Montemagno.jpg

Montemagno, suggestioni dall'astigiano

Cosa vedere nel piccolo borgo dal grande castello

Montemagno è un piccolo borgo, in provincia di Asti in Piemonte. Caratterizzato dal suo Castello, maniero imponente, Montemagno è legato alla coltivazione della vite, come tutte le realtà dell'astigiano e del Monferrato.

Montemagno- Cosa vedere - Il Castello

Il Castello medievale con le sue torri merlate è uno dei manieri più belli di tutta la provincia di Asti. Dal castello partono a raggiera 12 vicoli che si dipanano all'interno del borgo. A dispetto del suo aspetto esterno medievale, gli interni sono caratterizzati da ampi saloni con arredamenti di pregio e stampe.

Montemagno - Cosa Vedere - Il Borgo

Dopo aver visitato il Castello seguendo uno dei 12 vicoli ci si può inoltrare nel centro del Paese nel quale ci si imbatte nella chiesa barocca di San Martino (XVIII secolo) alla quale si accede tramite una monumentale scalea a tre terrazze.

Caratteristici i balconi lignei presenti lungo i vicoli del paese e la Casa sul Portone casa facente parte della cinta doi mura medievali.

Altri siti di interesse sono la Chiesa di Santa Maria della Cava e la chiesa di San Vittorre.

Curiosità - Il Monferrato degli infernot

Insieme alle Langhe e Roero, il Monferrato è stato dichiarato patrimonio Unesco per il paesaggio vitivinicolo che il sapiente lavoro dell'uomo ha saputo creare in accordo con la natura. Terra di vini come il Barbera e l'Asti, per citare solo i più famosi, il Monferrato è anche la terra degli "infernot", locali sotterranei scavati nella pietra arenaria che qui si chiama "La Pietra da cantoni" tipica della zona. Gli infernot sono presenti in 9 comuni del Monferrato tra i quali il paese di Cella Monte e venivano utilizzati per la conservazione del vino.