/media/post/dcrt38z/ESTATE_2020_LAMPEDUSA.jpg

Estate 2020. Come sarà tornare a viaggiare questa estate

Dopo il lockdown la fase 2 e allora cominciamo a pensare a dove andare questa estate 2020. cerchiamo di capire dove e come andremo in vacanza quest'estate.

In tempo di pandemia tutto si è fermato, le città immobili paiono irriconoscibili, il viaggio è quello che più di tutto ha registrato il "fermi tutti" più assoluto.

Abbiamo vissuto 52 settimane rinchiusi in casa si ma con la speranza di poter tornare ad uscire non solo dalla nostra casa ma pure a muoverci verso luoghi, città diversi...insomma a viaggiare. E ora che siamo giunti alla cosiddetta fase 2 tornare a viaggiare non sembra più una chimera, anzi sembrerebbe proprio che questa estate 2020 torneremo a farlo e allora cerchiamo di fare un pò di chiarezza. Dove andremo questa estate 2020?

Esate 2020: come si tornerà a viaggiare?

Parola d'ordine per tutti, cittadini e istituzioni è sicurezza e responsabilità, piani pensati per garantire il turista durante spostamenti e soggiorno, protocolli di sicurezza che oltre a prevedere l'ormai ineludibile distanziamento sociale e disositivi di sicurezza, siano in grado di offrire assistenza in caso di necessità.

Lo scenario più probabile che sembra profilarsi per questa estate 2020, e questo vale per tutte le regioni d'Italia e tutte le zone a vocazione turistica, è il cosidetto Turismo di prossimità e cioè il turismo vicino casa all'interno della stessa regione, dove gli spostamenti sono ridotti al minimo. Un turismo quindi fruito dai residenti della stessa regione. Dipendereà molto dall'andamento dell'indice di contagio se si potrà allargare la prospettiva ad un turismo interregionale. Cosa che tutti ci auspichiamo.

Gli enti di promozione turistica e le istituzioni si stanno dando molto da fare per promuovere pacchetti di soggiorni, offrendo, in alcuni casi, notti gratuite e ingressi gratuiti nei siti archeologici o nei musei. Tutto per incentivare la ripresa turistica nel proprio territorio.

Estate 2020 e il Turismo di prossimità

(descrizione)

Dicevamo che per quest'estate 2020 lo scenario su cui, giustamente, sta puntando quasi tutto il comparto turistico è il turismo di prossimità, cioè il turismo vicino casa. Che si parli di mare, montagna, piccoli borghi, l'importante è viaggiare riscoprendo il proprio territorio.

Gite in famiglia che non ci portino lontano, l'importante è riassaporare la libertà di muoversi ma farlo in un posto che amiamo e che impariamo a riscoprire.

Estate 2020: come andremo al mare

(descrizione)

Premettendo che è fatto divieto di assembramento, di affollamento, le spiagge che ci ritroveremo davanti non saranno certo quelle di un anno fa, ombrelloni e lettini stipati uno sull'altro, ma altrettanto possiamo dire irrealizzabile lo scenario prospettato da sedicenti esperti di cabine in plexiglass nelle quali trovarsi intrappolati a 40 gradi sotto il sole. Molto più rassicurante e fattibile pensare a ingressi contingentati percorsi prestabiliti per accedere al proprio obrellone debitamente distanziato dagli altri. 

Gli accessi potranno essere contingentati, e allora la ricchezza del territorio italiano viene incontro in questo caso perché chi non potrà magari entrare in spiaggia in un determnato momento, sarà  incentivato certamente a scoprire il territorio limitrofo, quello dell'entroterra, fatto di borghi, natura da vivere e attività sportive da svolgere, passeggiate, degustazioni dei prodotti locali. Si tratta di alternative al bagno in mare tutto il giorno e che arricchiscono di fatto la vacanza.

Estate 2020: turismo lento tra borghi, cammini, natura, terme

(descrizione)

Il lungo isolamento ha fatto crescere la voglia di muoversi e viaggiare, e certamente di riscoprire  la natura, dove riappropriarsi dello spazio che è tanto mancato in questi due mesi, quindi andare per borghi, o intraprendere cammini a contatto con la natura, riscopriere un turismo lento e sostenibile sarà tra le scelte più probabili.

Il campeggio, in tenda o in camper, sarà una valida alternative da prendere in considerazione per chi non si sentisse pronto a soggiornare in strutture alberghiere, in b&b o agriturismi.

E poi ci sono le terme di cui il nostro paese è ricchissimo, saranno una destinazione molto ricercata perché in qiesto periodo del "tutti dentro" la cura della propria persona è stata sacrificata ed è giunto finalmente il momento per dedicarsi al proprio benessere e superare un periodo molto stressante.