/media/post/lhsedsq/Tempio_di_Horus.jpg

Egitto: 10 must lungo il Nilo

Rive, isole, città, templi, necropoli e mercati meta delle nostre visite

È grazie al Nilo e al suo fertile limo che, circa 20.000 anni fa, le popolazioni nomadi provenienti dalla penisola arabica si insediarono in Egitto dando inizio alla civiltà. Da allora, le rive e le isole del fiume sacro hanno ospitato le città, i templi, le necropoli e i mercati meta delle nostre visite.

 

1) Tempio di Khnum, Esna

Dedicato al dio dalla testa d'ariete, il tempio è un rifacimento tolemaico-romano dell'antica struttura originaria. La splendida sala ipostila, una selva di colonne ricoperte di geroglifici e capitelli decorati, custodisce un raro soffitto astronomico.

 

2) Tempio di Horus, Edfu

Tra i templi meglio conservati d'Egitto, il sito tolemaico di Edfu è la dimora del dio dalla testa di falco. Le sue sale delle feste, ricche di affreschi e rilievi, celebrano la vittoria del figlio di Iside e Osiride su Seth.

 

3) Tempio di Sobek
e Haroeris, Kom Ombo

Su un'ansa del Nilo, un tempo abitata da una leggendaria colonia di coccodrilli, sorgono i resti del tempio d'epoca tolemaica di Kom Ombo. Tra le curiosità: la cappella di Hathor, vicino all'ingresso, custodisce tre giganti alligatori mummificati.

 

4) Suq el-Gamal

Il più grande mercato di cammelli di tutto il Paese accoglie gli animali provenienti per la maggior parte dal Sudan settentrionale, giunti fin qui lungo una delle ultime grandi tratte desertiche, la Strada dei Quaranti Giorni. Andateci al mattina presto.

 

5) Kom Ombo

Dopo la visita al tempio di Sobek e Haroeris, indugiate tra le coltivazioni di canna da zucchero e i cantieri navali per scoprire come nascono, rispettivamente, lo zucchero e la feluca. Qui, sotto i Tolomei, venivano addestrati gli elefanti da guerra.

 

6) Assuan

Spettacolare città lungo il Nilo, stretta tra il Deserto Orientale e il Sahara, dove si respira un'atmosfera d'altri tempi. Visitatela per il suo suq, i tramonti dalle terrazze affacciate sulla Corniche, lungo fiume, e per scoprire la cultura nubiana. Di fronte ad Assuan sorge il mausoleo dell'Aga Khan III.

 

7) Isola di Sehel

Quest'isoletta, che gli antichi egizi identificavano con la sorgente del Nilo, è l'ideale per una gita in feluca da Assuan o per un'escursione tra i villaggi nubiani. Dalle cime delle colline si gode una magnifica vista sulla temibile prima cateratta.

 

8) Tempio di Philae, Agilkia

In posizione romantica su un'isola del Lago Nasser, questo tempio d'epoca tolemaica dedicato a Iside è protagonista di un imperdibile spettacolo di "Son et lumière". Convincete il custode ad aprirvi la stanza di Osiride per ammirarne i bassorilievi. Fa parte del Governatorato di Assuan.

 

9) Lago Nasser


Il bacino artificiale più grande del mondo è nato dallo sbarramento del Nilo nubiano in seguito alla costruzione delle dighe di Assuan. Optate per un'escursione alla ricerca dei coccodrilli o una battuta di pesca per catturare il pesce persico del Nilo. Fa parte del Governatorato di Assuan.

 

10) Abu Simbel


Simbolo della grandezza del Nuovo Regno, il tempio di Ramsete II ad Abu Simbel fu scavato nella roccia nel XIII sec. a.C. Con la sua facciata, dominata dai 4 colossi alti 20 metri raffiguranti il faraone, è il monumento più imponente della Nubia. Fa parte del Governatorato di Assuan.

 

3 cose da sapere sul Nilo

Durante la navigazione lungo il corso del Nilo lasciatevi stupire dal susseguirsi delle coltivazioni intensive che caratterizzano le sue sponde.

Salvo rare eccezioni, le necropoli egiziane si trovavano sulla riva sinistra del Nilo dove, secondo gli antichi, era collocato il mondo dei morti.

Nel lungo percorso verso il Mediterraneo, il Nilo attraversa ben 7 stati differenti: Burundi, Ruanda, Tanzania, Uganda, Sudan del Sud, Sudan ed Egitto.