/media/post/fcl7qsg/dormire_mangiare_noto_ragusa_casa_talia.jpg

Dormire e mangiare da Noto a Ragusa

Indirizzi di hotel e ristoranti siciliani

Da Noto a Ragusa: dormire e mangiare all’insegna dello “slow living”. L’ospitalità della Valle di Noto mira alla valorizzazione di arte e tradizioni locali, e propone l’esperienza di un soggiorno dai ritmi lenti e rilassati tipicamente siciliani.

(descrizione)

La Sicilia è terra di slow living, che si alloggi in un agriturismo nell’entroterra o nel cuore delle città: tutta l’ospitalità mira a far assaporare il gusto delle piccole cose, e una vita scandita dai ritmi della natura. A Noto, il Country House Villadorata è un resort esclusivo che conta otto stanze tra cui la Suite dell’Ulivo, resa unica dalla presenza di una piscina privata in pietra naturale.

 

La struttura, che usa impianti fotovoltaici e sistemi di sanificazione dell’acqua, ha l’ottimo ristorante Orti di Villadorata, dov’è possibile gustare piatti tipici della cucina siciliana. Pace, relax e natura sono gli ingredienti di un soggiorno presso Kallikoros Country Resort, all’interno di un antico borgo agricolo: fra le opportunità che offre ai suoi ospiti, trekking e bici tra vigneti, ulivi e agrumeti della tenuta, una spa e il ristorante Le Due Poiane, a base di prodotti alimentari rigorosamente bio coltivati dall’azienda agricola.

(descrizione)

Una filosofia di ecosostenibilità è dietro alla Masseria della Volpe, alimentata totalmente da energia rinnovabile, costruita con materiale a kilometro zero e immersa in un parco di ulivi secolari. Al ristorante Codarossa lo chef predilige lavorare con le proprie mani le materie prime, con particolare attenzione al biologico e allo slow food.

 

A metà fra passato e futuro, Borgo Alveria è immerso nella natura e comprende un lungo casolare che accoglie il ristorante e un gruppo di fabbricati  risalenti al '700 dedicati all'ospitalità, ristrutturati riportando alla luce il colore ambrato della pietra originale. Villa Favorita è un elegante relais a quattro stelle nato dalla riconversione di una villa storica, dove vengono anche organizzati corsi di cucina e degustazioni di produzioni proprie. Per chi preferisce un alloggio cittadino, sono perfetti Palazzo Trigona, tre suites dove rivivere l’atmosfera agiata della vita di palazzo, e La Dépendance, hotel all’interno di un edificio storico con camere moderne ed eleganti.

 

Sapori tipici anche presso Sicilia di Vendicari, all’interno dell’omonimo agriturismo, dove scegliere tra menù a la carte e degustazioni  dell’olio biologico prodotto nella tenuta, taglieri di formaggi e salumi accompagnati da mandorle e olive di coltivazione propria. Ambiente di altri tempi al Cantuccio, nel cortile in pietra di un palazzo signorile, con piatti della tradizione leggermente rivisitati, mentre è il design ad essere protagonista da Manna, un bistrot contemporaneo che si fa interprete della cucina regionale.

 

Imperdibile una sosta al Crocifisso, baluardo dell’alta cucina siciliana che proprone sapori di terra e di mare presentati con un aspetto attuale da Marco Baglieri, e al Dammuso, location elegante e specialità come gli Spaghetti alla Palermitana o le Sarde alla "beccafico".

(descrizione)

Nel cuore del centro storico di Ispica, Palazzo Gambuzza è una maison de charme arricchita da tipici muri in pietra a secco, terrazze panoramiche e giardino privato con alberi da frutta, mentre per una serata all’insegna del gusto e del divertimento è perfetto Il Mercato, luogo polivalente che ha un rilassante lounge bar, una pizzeria, un ristorante che vanta la cucina dello chef Salvo Latino, un’area espositiva e una serie di negozi. La sfarzosa arte barocca di Sicli fa da cornice ad uno degli hotel che il Sunday Times ha annoverato tra i 100 migliori del mondo, Borgo Hedonè, una luxury boutique villa che mescola sapiententemente antichità e modernità. Grazie alla privacy totale offerta dalla struttura, e alla possibilità di affittare anche l’intero borgo ad uso esclusivo, spesso è stata scelta da ospiti prestigiosi.

(descrizione)

Scicli è anche ideale per provare la cucina gourmet della Val di Noto: tra gli indirizzi migliori Satra, dove gli chef Rita Russotto e Emanuele Di Stefano proprongono una cucina che gioca con profumi e accostamenti insoliti, e La Grotta dello chef e padrone di casa Angelo Di Tommasi, scavato nella roccia e con un menù rigorosamente a chilometro zero. Sono i sapori di un tempo invece i protagonisti delle tavole di Modica: all’Osteria dei Sapori Perduti viene proposta la vera cucina modicana seguendo le ricette più antiche, in un’atmosfera conviviale e caratteristica.

 

Specialità marinare Al Vecchio Mulino, immerso nella campagna: atmosfera rustica e pesce in tutte le forme, anche sulla pizza rigorosamente cotta in forno a legna. Per  dormire ammirando il borgo da una terrazza privata si può alloggiare nelle due strutture di Anime del Sud: Hortus è una suggestiva residenza del ’500 con tre suites, orto mediterraneo e spa privata in grotta, mentre Kimiyà è un’affascinante dimora di due camere dall’atmosfera antica. Perfetto esempio di filosofia “slow living” Casa Talía, che i giovani architetti proprietari hanno trasformato in un resort dedito al totale realx. Tante le attività e i servizi, tra cui tour organizzati, lunch box, spazio shopping, noleggio macchina, bici o scooter.

 

L’ospitalità a Ragusa spicca per ambientazioni da favola: il prestigioso De Stefano Palace Hotel proprone notti da sogno in un’ambientazione ottocentesca, in contrasto con l’arredamento moderno. Principesca anche la residenza storica che ospita l’Eremo della Giubiliana, cinque stelle luxury che proprone servizi esclusivi come tour in jeep, in barca o in aereo –dispone di un campo d’aviazione turistica - e area wellness. Cinque stelle anche per il Relais Antica Badia, un sontuoso palazzo barocco con una spa prenotabile ad uso esclusivo e il Truffle Bistrot, che si rifà alla più alta espressione culinaria nazionale e locale.

 

Imperdibile per gli amanti del golf Donnafugata, un resort di lusso che propone una gold experience di primissimo livello; tra i molti servizi proposti una spa modernissima, una spiaggia privata con servizio navetta, un’area kids e una serie di negozi e ben quattro ristoranti, che vanno dalla cucina più raffinata, ai sapori tradizionali, a una “grill terrace” specializzata in piatti grigliati. Ragusa vanta anche una delle star della cucina siciliana, lo chef Ciccio Sultano che ha fatto del Ristorante Il Duomo un vero tempio del gusto.

 

L’accurata scelta degli ingredienti, la conoscenza della tradizione e la sfrenata creatività hanno messo il nome dello chef insieme a quello dei più grandi maestri della cucina mondiale: da non perdere il suo cous cous di pistacchio, accostato ad uno dei vini selezionati dalla cantina, che vanta oltre mille etichette. Recentemente, ha dato vita al nuovo progetto I Banchi, un panificio e piccolo bistrot che proprone prodotti da forno raffinati e menù completi dagli antipasti ai dolci. Anche la suggestiva Locanda Don Serafino può vantare uno dei migliori italiani in cucina, lo chef due stelle Michelin Vincenzio Candiano: il ristorante di Antonio e Giuseppe La Rosa è anche wine-bar –grazie ad una cantina con oltre mille etichette – e la proposta gastronomica si basa su materie prime di qualità presentate in modo elegante e raffinato.

(descrizione)

A pochi metri l’omonino historic boutique hotel, situato all'interno di un palazzo di fine '800 e con camere ricavate all'interno della roccia. Una stella Michelin brilla anche nel centro storico di Caltagirone, alla corte degli chef Domenico Colonnetta e Francesco Patti: Coria è dedicatoallo scrittore del famoso del libro Profumi di Sicilia, e nella cucina a vista i due maestri preparano i loro piatti tradizionali d’autore. Per dormire proprio accanto alla famosa scalinata in ceramica di Santa Maria del Monte è perfetto Il Dito e la Luna, una maison de charme con tre eleganti camere e una terrazza che guarda la città; il b&b ha anche una boutique, dove scegliere tra una serie di capi raffinati realizzati solo con fibre naturali. Per un soggiorno rilassante in una tipica costruzione siciliana, la Vecchia Masseria offre la sua tenuta e il suo borgo di pietra del 1800, oggi monumento storico a quattro stelle. Gestito dal Cavaliere Stefano Golino, chef, e il figlio Philippe Golino, direttore dell'Azienda, comprende un parco archeologico e attività come tiro con l’arco, escursioni con i quad, a cavallo, in barca o in elicottero.