/media/post/dea4cqb/dormire_mangiare_donna_coraly.jpg

Dormire e mangiare a Siracusa

Tutto il calore dell'accoglienza siciliana a Siracusa

Calore siciliano: notti da sogno a Siracusa, tra hotel dallo charme barocco e ingredienti doc nelle cucine e sulle tavole, i migliori indirizzi per pernottare e mangiare a Siracusa, in Sicilia.

(descrizione)

Tra palazzi nobiliari sul mare e moderni resort dai comfort modernissimi, la città offre soluzione diverse come le sue attrazioni. Il Grand Hotel Ortigia, ad esempio, accoglie gli ospiti in un palazzo liberty di fine Ottocento e al suo interno ha un piccolo museo dove sono conservati i resti delle Mura Spagnole e altri reperti archeologici.

 

Oltre a saloni lussuosi e stanze dal gusto contemporaneo che si affacciano sul mare, la struttura mette a disposizione un centro benessere e un servizio  battello che porta direttamente alla spiaggia privata, una splendida caletta attrezzata per il relax più completo. Tra i punti di forza della struttura il rinomato ristorante La Terrazza sul Mare: quella dello chef Maurizio Urso è una cucina di tradizione e di rivisitazione, che unisce il passato e il presente di quest’isola antichissima.

 

La sua è una vera e propria “archeologia alimentare”, che propone le antiche ricette ma le realizza con moderne tecniche di preparazione. Sempre nel cuore dell’affascinante centro storico di Ortigia, l’Algilà Ortigia Charme Hotel è affacciato sul mare, un raffinato palazzo antico che conserva mobili d’epoca e maioliche variopinte; l’atmosfera è sobria ed elegante, e la cucina dell’ottimo ristorante è fortemente caratterizzata dal rispetto della tradizione mediterranea.

 

Splendida posizione anche per l’Henry’s House, quattro stelle di charme che guarda l’azzurro del mare: ogni camera ha la sua particolarità, ma ognuna è arredata con mobili siciliani antichi e quadri di artisti locali, e hanno tutte un piccolo balcone privato. Tra i punti di forza la terrazza panoramica, dove si fa un’abbondante colazione dai sapori genuini guardando la baia.

(descrizione)

Atmosfera incantata al Residence Hotel Alla Giudecca, nell’antico quartiere ebraico: gli ambienti e le suite conservano l’atmosfera arabeggiante, nei sotterranei nasconde il gioiello del più antico bagno rituale ebraico d’Europa, visitabile su prenotazione, e inoltre sono disponibili la sala lettura, la sala della musica e una boutique ben fornita di abiti etnici.

(descrizione)

Nella zona archeologia, il Gran Hotel Villa Politi offre uno scorcio affascinante sulla Siracusa più antica: a due passi dal Teatro Greco, è in uno dei palazzi ottocenteschi più prestigiosi della città e fu trasformato in hotel dalla nobildonna austriaca Maria Teresa Laudien nel 1862, dopo aver incontrato l’uomo della sua vita, Salvatore Politi, pittore siracusano. Mette a disposizione degli ospiti oltre cento stanze, due ristoranti di alta cucina, un’ampia piscina esterna e dei privè sul mare.

 

Appena al di là del ponte che collega la città con l’isola di Ortigia, l’Hotel Palazzo Cavalieri punta sull’arte e sul design: la collezione personale dei proprietari, esposta nelle sale, è una delle attrattive principali, ed è di particolare pregio il servizio concierge, che organizza una serie di attività esclusive tra cui un tour privato delle location dove è stata girata l’apprezzata serie tv Il Commissario Montalbano e tour gastronomici tra mercati e sapori tipici.

(descrizione)

Chi preferisce allontanarsi dal centro cittadino per rilassarsi nella calma della campagna, può scegliere il Principe di Fitalia Wellness & Spa, un cinque stelle che coniuga relax, benessere e sport e particolarmente indicato per le famiglie. Oltre ad avere un grande parco, due piscine, mountain bike e campi da tennis, la struttura vanta il centro benessere più grande della Sicilia: tra i servizi offerti, bagno turco, idromassaggio, trattamento floating, percorso wasser, percorsi di coppia per week-end romantici, pacchetti benessere di massaggi di diverso genere e persino uno spazio dedicato all’estetica.

(descrizione)

Un moderno centro benessere è il cuore anche dell’Erukea Palace, hotel a cinque stelle immerso in un giardino all’interno dell’Ippodromo del Mediterraneo e con un campo da golf a diciotto buche, mentre per rivivere l’aristocraticità siciliana è perfetto Donna Coraly, un resort ricavato da un’antica masseria del 1400. Inaugurato nel 2015, ogni dettaglio è stato studiato dalla padrona di casa Lucia Pascarelli per dare agli ospiti la sensazione di un tuffo nella storia, senza rinunciare ai comfort moderni:ogni camera ha il suo spazio verde, con accesso diretto al giardino botanico e al bio-laghetto, l’Oasi del Benessere propone trattamenti a base di prodotti siciliani come agrumi, mandorle e olio d’oliva e il ristorante prepara ricette della tradizione siciliana rivisitati con raffinatezza, a base di prodotti rigorosamente a chilometro zero coltivati direttamente nell’orto della tenuta.

 

L’eccellenza della cucina siracusana si può gustare anche presso L’Ancora, atmosfera familiare e a due passi dal famoso mercato di Ortigia: specializzato nella preparazione del pesce e dei prodotti di mare, propone ottimi vini di accompagnamento e ha una terrazza panoramica vista mare. Si mangia in famiglia anche all’Osteria da Mariano, dove da tre generazioni i proprietari propongono una caratteristica atmosfera siciliana e una grande scelta di piatti tipici nel cuore dell’isola di Ortigia, o presso La Foglia, una vera e propria casa mediterranea che prepara, come si farebbe ad una cena tra amici, pasta con alici e cozze, sarde a beccafico, caponata e parmigiana.

(descrizione)

Atmosfera intima e rilassata alla Locanda Maniace, un locale dall’arredamento moderno e raffinato che propone pietanze tipiche con ingredienti freschi e genuini: iniziate con un antipasto di pesce, proseguite con paccheri ripieni alla norma su crema di mozzarella e terminate con una vera perla del ristorante, la mousse di ricotta con confettura di fichi.

 

Ambiente più ricercato da Porta Marina, in una sala del 1400 lasciata volutamente spoglia per evidenziare le pareti in pietra originali dell’epoca. In cucina, lo chef Salvo Di Mauro reinventa piatti della cucina locale prettamente marinara utilizzando ogni giorno pesce e materie prime freschissime – rigorosamente locali – e selezionate personalmente da lui, per dar sfogo al suo estro creativo e alla sua originalità.

(descrizione)

È dello stesso periodo la sala tra i palazzi di Via Maestranza che ospita Don Camillo, dove lo chef Giovanni Guarnieri crea con inventiva e raffinatezza piatti come la classica tagliata di tonno siracusana, servita però con una marmellata di peperoni.

(descrizione)

I vini delle migliori cantine siciliane, una cucina preziosa in cui lo chef invita ad un viaggio tra i sapori di mare e quelli di montagna e una location esclusiva contraddistinguono il Regina Lucia, cornice ideale per un pranzo d'affari o una cena romantica nei Dammusi interni, all'aperto su Piazza Duomo o nei sontuosi saloni del Piano Nobile di Palazzo Borgia del Casale. All’interno della dimora si trova anche la prima cannoleria di Siracusa Cannoli del Re, che propone il vero cannolo siciliano realizzato giornalmente con prodotti a km0 e secondo l’antica ricetta.