/media/post/5aza5uu/novita_dormire_ny_nomad.jpg

Dormire a New York - Hotel glamour e di lusso

Modernissimi, di design, trendsetter. Ecco i nuovi hotel di NYC, dove dormire tra glamour e lusso

Dormire a New York è un'esperienza glamour, tra il lusso e i comfort offerti dalle strutture più esclusive della Grande Mela... naturalmente se scegliete di trascorrere la notte in uno degli hotel più glamour della città. Non perderti i migliori hotel di lusso!

 

L’offerta alberghiera a New York City continua a crescere: ad oggi sono disponibili più di 113.700 camere d’albergo, che rispecchiano diversi stili e fasce di prezzo, ma l’industria alberghiera non si ferma e continua ad evolversi. In linea con l’attuale tendenza verso viaggi esperienziali e che consentano di immergersi nella vera realtà della destinazione, le strutture rinnovate e i nuovi hotel della città s’ispirano a tutto ciò che è local.

 

Nell’ambito del design spicca il The Whitby Hotel del gruppo Firmdale Hotels, un boutique hotel di design inaugurato a Midtown Manhattan nel primo trimestre del 2017. L’albergo comprende 86 camere e una sala teatro, mentre al piano terra si trovano due lussuosi spazi per eventi privati e il ristorante The Orangery.

 

Eccellente anche il Public, che aperto nel giugno 2017 ha già conquistato chi vuole alloggiare nel Lower East Side: presenta camere di lusso ma a prezzi accessibili, e mette a disposizione servizi esclusivi come la Public Arts, sala di proiezione con una capienza di cento persone che ospita anche performance multimediali d’avanguardia. L’ampia terrazza all’aperto e i menù preparati da Jean-Georges Vongerichten, completano l’offerta di questo nuovo hotel di tendenza.

 

(descrizione)

 

Tutto dedicato all’arte e all’estetica il Moxy Times Square, con il quale il brand di Marriott International ha debuttato a New York City. L’hotel vanta un design fresco ed elegante, e possiede uno dei rooftop bar più grandi della città, con un mini golf e una vista mozzafiato sullo skyline.

 

Più orientato verso lusso e lifestyle il Mondrian Park Avenue, che prende il nome dal pittore Piet Mondrian: tra le opere d’arte esposte, una di Ara Starck ispirata alla città, tra le maggiori curiosità l’esclusivo nightclub sotterraneo Yours Truly.

 

Il 50 Bowery NYC è un boutique hotel dall’aspetto industriale, con una mostra d’arte permanente dedicata al suo quartiere, Chinatown, e opere dell’artista dei graffiti cinese Dake Wong, mentre è il designer d’interni Thomas Juul-Hansen che ha creato gli ambienti del The James New YorkNoMad, pensati per rappresentare in ogni camera l’ethos del marchio.

 

(descrizione)

 

Appena aperto, ma già pronto a dettare moda, il MADE - NoMad, che ha debuttato a fine 2017 all’insegna del gusto, unendo una cucina urbana con ingredienti freschi e di stagione. Il ristorante Ferris vede la supervisione di Charles Seich e la presenza dello chef Greg Proechel, che mette in tavola piatti di tutto il mondo utilizzando ingredienti locali.

 

Pronto a dettare nuove mode anche il The Williamsburg, una vera e propria dichiarazione d’amore per il quartiere in cui nasce, Brooklyn: la facciata industriale nasconde interni colorati e accoglienti, che uniscono un’atmosfera industrial a un pizzico di estetica bohémien. La terrazza è ricoperta di verde e luci da esterno, le camere hanno tutte finestre che guardano Manhattan, Brooklyn e l’East River e nel corso dell’anno saranno inaugurate una sala da ballo, una piscina sul tetto, un giardino pensile, una caffetteria e il Watertower Bar.

 

(descrizione)

 

Destinato al successo anche il secondo Four Seasons della città, il New York Downtown: raffinato e sofisticato, è già famoso per essere la sede del primo ristorante newyorkese di Wolfgang Puck, CUT New York, che offre un ampio menu ispirato alla cucina giapponese con carni pregiate americane.

 

Guardando più avanti nel tempo, il Westin Hotel New York Staten Island verrà inaugurato nel 2019 e disporrà di 175 camere. L’hotel si troverà al Lighthouse Point, un centro residenziale e di shopping lungo Bay Street. Molto affascinante anche il progetto del TWA Hotel at JFK Airport, hotel di lusso che vedrà il suo debutto a gennaio 2019. La sua particolarità? L’albergo di design sarà nel terminal storico, ormai in disuso, Trans World Airlines e comprenderà un ponte di osservazione dei voli, un museo e una piscina sul tetto, mentre il TWA Flight Center, rimasto vuoto per oltre dieci anni, fungerà da lobby.

 

Pronta a sbarcare in città anche l’ultima creatura della famiglia Aman: nel cuore di Manahattan, dal 2020, Aman New York occuperà il Crown Building sulla 5th Avenue, offrendo un albergo extralusso che includerà 83 camere e spa dal design minimal e raffinato.