/media/post/bb4h8z8/deruta.jpg

Deruta

Ceramica famosa i tutto il mondo

Deruta è tappa d’obbligo per gli appassionati di artigianato. L’argilla della zona è lavorata fin dall’epoca etrusca, ma solo dal XV secolo, con lo sviluppo della tecnica della smaltatura vitrea, vengono prodotti gli oggetti in ceramica che ancora oggi rendono Deruta famosa in tutto il mondo.

Al centro della cittadina, in Piazza dei Consoli, sorge il Palazzo Comunale, sede della locale pinacoteca, che ospita dipinti dal XV al XVIII secolo e molti affreschi distaccati dalle chiese del territorio.

 

(descrizione)

 

Nella stessa piazza, il Convento di San Francesco è sede del museo più noto della città, quello regionale della ceramica: la collezione comprende differenti tipi di maioliche, tra cui quelle  dette “lustrate”, realizzate nel Cinquecento con una tecnica di derivazione medio-orientale che conferisce alle ceramiche caratteristici toni dorati e rossastri.

Chi volesse acquistare un oggetto artigianale non ha che l’imbarazzo della scelta: tra le più note botteghe di Deruta, va tuttavia segnalata quella di Rolando e Goffredo Nulli, sulla via Tiberina, dove le maioliche vengono eseguite interamente a mano, ispirandosi alla produzione tradizionale derutese.

 

(descrizione)

 

Qui i più curiosi potranno anche cimentarsi nella creazione di un oggetto al tornio, assistiti dall’occhio attento e paziente del signor Rolando. Prima di ripartire, suggeriamo una sosta alla Locanda del Bracconiere, in centro città, dove si preparano i piatti della cucina tradizionale, che vede il tartufo grande protagonista delle ricette autunnali.