/media/post/c74gval/8706-Lattuga-622x431.jpg

Dall'orto monastico all'orto online

Scopriamo l’ultima moda: l’orto-mania

Per restare in tema di prodotti genuini, scopriamo l’ultima moda: l’orto-mania. Una vera e propria riscoperta della cultura del cibo attraverso i sapori autentici della terra.

Orto-mania

La passione per gli orti non poteva non arrivare nelle cucine dei grandi chef.
La nuova tendenza dell’alta ristorazione è, infatti, la riscoperta della genuinità dei piatti, che parte innanzitutto dalla scelta degli ingredienti; rigorosamente locali, stagionali e freschissimi.
Ed è così che sempre più cuochi si trasformano in “ortisti”, curando personalmente il proprio orto e ricavandone verdure, erbe aromatiche e frutti per le loro creazioni a metri zero.

Orto monastico

La storia degli orti s’intreccia con quella dell’Ordine dei Benedettini, che ha fatto dell’”ora et labora” il fulcro della regola.
La struttura dell’”hortus conclusus”, protetto dalle mura dei monasteri, assumeva, oltre la funzione pratica, anche una connotazione simbolica perché era considerato una rappresentazione allegorica dei Giardini dell’Eden e conteneva, oltre che ortaggi e alberi da frutto, innumerevoli piante officinali, curative e dai poteri considerati magici.

Dagli orti di guerra all'orto urbano

Raccogliendo l’eredità degli orti di guerra, sorti ai margini delle città durante il secondo conflitto mondiale, molti gruppi di cittadini in tutta Italia, aiutati in alcuni casi dalle istituzioni locali, hanno strappato all’incuria aree verdi abbandonate, per suddividerle in piccoli appezzamenti da coltivare a carote, melanzane e pomodori.
E se per molti anziani avere un pezzo di terra significa rispolverare conoscenze legate agli anni della giovinezza, per le nuove generazioni può voler dire scoprire un mondo sconosciuto, quasi magico, in cui fra le foglie spuntano come per magia zucchine e piselli, finora visti solo nei banchi del supermercato.
Un esperimento sociale di grande importanza, che avvicina le persone e insegna a rispettare la natura e ad interagire con essa, adattandosi ai suoi ritmi e alle sue regole. Ma non si scoraggi chi non avesse a disposizione uno spazio verde. Con un paio di cassette piene di terra, qualche piantina e un po’ di buona volontà, chiunque può coltivare erbe aromatiche, insalatina e pomodorini anche sul balcone. 

Orto online

Per i più pigri, c’è la possibilità di adottare a distanza un orto, esistono dei siti che offrono la possibilità di scegliere on-line la grandezza dell’orto, quali verdure coltivare e addirittura ricevere le foto del proprio orto online. La consegna del raccolto avviene a domicilio, ogni settimana, senza sporcarsi le mani, ma con la certezza di mangiare le “proprie” verdure in tutta sicurezza.

Orto e personaggi famosi

C’è chi ha iniziato per seguire la moda del momento, sulle orme di personaggi come Michelle Obama. Michelle Obama sorprese il mondo con il suo orticello presidenziale. Intenzionata a dare un messaggio forte, la first lady americana ha voluto proseguire su questa strada e dai fatti è passata alle parole. È appena uscito, infatti, il suo libro dedicato all’ortomania e al viver sano (American Grown).
O Sting che nella sua tenuta toscana produce o vende ortaggi bio. Altri invece lo fanno per sensibilità ambientale, per riavvicinarsi alla natura e mangiare meglio, magari risparmiando. Coltivare un orto, di questi tempi, sembra essere diventato un must da cui ormai in pochi si sottraggono.