/media/post/7srz4b3/orvieto.jpg

Da Orvieto a San Gemini

Guida all'Umbra

Vi portiamo in giro per l'Umbria, da Orvieto a San Gemini.

Andremo prima a Orvieto, la città del bellissimo duomo e passando per Amelia e Narni, raggiungeremo San Gemini.

ORVIETO

 

(descrizione)

 

Era la città più importante del vasto territorio dell'Etruria, si chiamava forse Volsinii Veteres e raggiunse il massimo della potenza intorno al VI secolo avanti Cristo. Poi decadde, riprendendosi nel primo Medioevo con il nome di « Ourbibenton» (da cui « Urbs Vetus», Orvieto).
Per le vostra visita vi consigliamo sicuramente di vedere.

- il Duomo, meraviglioso esempio di architettura romanico-gotica, ricchissimo di opere d'arte. Il punto culminante della cattedrale è la Cappella di San Brizio, con gli affreschi di Luca Signorelli rappresentanti il Giudizio Universale.

- I Palazzi dei papi, austeri edifici duecenteschi intitolati a Urbano IV, Martino IV, Bonifacio VIII.

- Il Palazzo del Popolo, romanicogotico del XII secolo, con maestosa scala esterna e facciata merlata con trifore.

- il Palazzo Comunale che fu costruito nei primi decenni del 1200 e rifatto nel 1500.

- Il Pozzo di San Patrizio, vero gioiello di ingegneria Rinascimentale. Profondo 62 metri fu commissionato da Papa Clemente VII.

- Orvieto sotterranea (Orvieto underground), una sorta di trekking urbano che si snoda nelle cavità nascoste della rupe ed è un interessantissimo percorso tra le varie epoche storiche di Orvieto, da quella etrusca a quella medioevale e rinascimentale.

Da visitare nei pressi di Orvieto, poco fuori città: la Necropoli etrusca del Crocifisso del Tufo, con tombe a camera dal VI al III secolo avanti Cristo; l'Abbazia dei santi Severo e Martirio, ricostruita nel secolo XII dai Benedettini.

 

Da vedere ad AMELIA

 

(descrizione)

 

- Porta romana: rappresenta l'ingresso principale alla città murata.
- S. Filippo e Giacomo: edificata nel 1287, fu modificata nel 1664 e poi nel 1767, assumendo così caratteristiche tardo – barocche.
- Palazzo Farrattini: risalente alla metà del VI secolo.
- Palazzo Petrignani e Palazzo Nacci: rispettivamente costruiti il primo nel VII secolo e il secondo nel V si possono entrambi ammirare a Piazza Marconi assieme alla caratteristica loggia del Banditore con campaniletto a vela ed orologio.
- Palazzo comunale: situato in Piazza Matteotti, risale al XVII secolo.
- Duomo: costruito tra l' XI e il XII secolo.

 

Da vedere a NARNI

 

(descrizione)

 

- Fontana di P.zza Garibaldi: ricostruita in seguito al saccheggio del 1527.
- Rocca: edificata nella seconda metà del XIV secolo, sovrasta la città e presenta un bellissimo cortile con scala esterna.
- Duomo: costruito a partire dal 1047 si erge su di un' antica necropoli medievale.
- Palazzo dei Priori: ricostruito nel Trecento, è impreziosito dalla bella torre civica e dalla loggia del Gattapone.
- Palazzo del Podestà: attuale sede del Municipio, risale al XIII secolo.
- S. Domenico: complesso religioso edificato nel XII secolo ed oggi adibito ad uffici comunali.

 

SAN GEMINI

 

(descrizione)


Situato in Umbria, in provincia di Terni, il borgo medievale di San Gemini sorge in un paesaggio collinare costellato da torrenti e vallate.
Un borgo, quello di Sangemini, in cui si respira ad ogni passo arte e cultura, noto anche per l'acqua minerale e la stazione termale.

Molto suggestivo è il centro storico del piccolo borgo, che ha conservato la morfologia e l'architettura tipicamente medievali.
Nel quartiere medievale da vedere è il Palazzo Vecchio (XII-XIII secolo) al quale si arriva attraverso la Porta Burgi ( XII secolo). Il palazzo, che al suo interno conserva stupendi affreschi raffiguranti scene di lavoro nei campi, è affiancato dalla Torre Esperia, con la campana risalente al 1318, simbolo del libero Comune.
Piazza San Francesco è il fulcro del paese, nella quale la parte più moderna della città confina con quella più antica. Qui troviamo la Chiesa di San Francesco, di origini medievali, dedicata al santo di Assisi.
Da vedere anche il Duomo di San Gemini;

Infine se vi trovate a passare tra maggio e giugno non perdetevi assolutamente la famosa Infiorata di San Gemini: una rievocazione storico religiosa che si svolge in occasione del Corpus Domini.

Se vi trovate nelle vicinanze vi consigliamo un itinerario nella medioevale Gubbio.