/media/post/lrseav4/costa_azzurra_cannes1-650x4871.jpg

Una casa in Costa Azzurra

Trasferirsi nella Francia Chic della Costa Azzurra

Ville splendide incastonate nelle scogliere a strapiombo sul mare. Spiagge dorate. Hotel lussuosi frequentati dall’alta borghesia europea. Una casa in Costa Azzurra è soprattutto uno status symbol!

I panorami della Costa Azzurra scorrono sotto la vertiginosa strada a serpentina, resa famosa da favole e avventure cinematografiche. Questi panorami sono stati in passato anche scenari di accadimenti vissuti da aristocratici, capitani d’industria e alta borghesia europea.

Oggi, i vip che vi brulicano sono più dediti all’understatement, ma la Costa Azzurra incanta ancora con i suoi paesaggi, hotel lussuosi, casinò, locali trendy e negozi sfarzosi lungo le promenades delle cittadine affacciate sul Grand Bleu.

 

 

Il fascino aristocratico della Costa Azzurra

La Costa Azzurra sono i centotrenta chilometri, tra Mentone e Saint-Tropez, con spiagge dorate e borghi medievali sulle Alpi Marittime, scogliere a strapiombo, romantici golfi e porti turistici pieni di yacht.

Vita vera, ma sempre sospesa nel sogno. In Costa Azzurra è così dalla fine del 1700, quando l’aristocrazia inglese la scelse per villeggiature esclusive, costruendo splendide ville: rifugi di privacy e relax, divenuti status symbol soprattutto dal secolo successivo, in particolare nella Belle Époque. Un fascino mai scalfito, visto che oggi le maison di questo litorale mantengono lo scettro di abitazioni più belle di Francia.

 

(descrizione)

 

Comprare casa in Costa Azzurra

Molte di queste abitazioni sono in vendita a prezzi stellari. Il mercato del mattone in Costa Azzurra non è però solo appannaggio dei ricchi, categoria che oltre ai tradizionali clienti francesi, americani, belgi, svizzeri e scandinavi, include sempre più russi e la classe medio-alta di Ucraina, Repubblica Ceca, Polonia, Bulgaria e Romania.

“Ormai i clienti dell’est Europa muovono il 40% della domanda di seconde case lungo il segmento costiero tra Nizza e Cannes”, spiega Jörg Buchen, direttore dell’agenzia Engel & Völkers nella città del Festival del Cinema.

Risalta invece - in Costa Azzurra -  la “ritirata” di acquirenti italiani, a causa dei recenti inasprimenti della pressione fiscale sulle proprietà immobiliari estere. “Fino a 10 anni fa, gli italiani a caccia di seconde case erano tra i più assidui, ma dall’anno scorso hanno cominciato a vendere le proprietà”.

 

(descrizione)

 

Il mercato immobiliare della Costa Azzurra

Quello della Costa Azzurra è un mercato a due binari. Da una parte le ville di gran lusso, dall’altra la vasta e abbordabile offerta che comprende sia soluzioni indipendenti (ville contemporanee di medie dimensioni e case coloniche tipicamente provenzali), sia appartamenti in condomini delle aree urbane. “Anche se la pressione fiscale da parte del governo francese sugli immobili, di detentori locali e stranieri, ha destato preoccupazioni, la domanda di seconde case rimane forte”, spiega Emilie Vaud, immobiliarista in forza al gruppo Sotheby’s Realty. “Tant’è che nel comparto delle ville prestigiose continuiamo a registrare rincari, anche per via dell’offerta più bassa”.

 

(descrizione)

 

Nel segmento medio, invece, l’offerta è molto più ampia e variegata in quanto si continua a costruire. Di conseguenza, nel ventaglio dei prezzi può davvero celarsi il buon affare. “Il settore residenziale (degli appartamenti) presenta prezzi inferiori anche del 20-25% rispetto a quelli nelle più blasonate costiere italiane, dove invece non si costruisce da molto tempo”, dice Sergio Candeloro, titolare della Mediem, network immobiliare milanese con due agenzie a Sanremo.

A Nizza e Cannes, le quotazioni per appartamenti di media metratura (60-70 mq) e di buona finitura che non necessitano di ristrutturazioni, viaggiano su livelli minimi di 250-300 mila euro. Località più cara rimane Saint-Tropez: “Il biglietto d’ingresso di una villa è compreso tra 3 e 4 milioni di euro –, illustra Christian Lardat, responsabile del gruppo Tardieu.

 

Comprare casa in Provenza

Differente invece il mercato della Provenza. A prediligerlo sono soprattutto i nordeuropei, appassionati di case in tranquilli contesti di valore naturalistico. Anche qui però l’offerta e i prezzi sono molto diversi.

I rustici di stile provenzale presentano in genere quotazioni più basse, anche del 40% rispetto alle ville della costa. Ma se si tratta di tenute prestigiose, magari posizionate accanto a campi da golf, i valori tornano simili a quelli delle ville a poca distanza dal mare.