/media/post/qgpdszs/3337-mollotuttokenya1s-622x471.jpg

Come Trasferirsi in Kenya

Mollo tutto

Il Kenya è il sogno di molti e in particolare Malindi è una delle località in Africa con più italiani. Ma come trasferirsi qui? Ecco i consigli di chi l'ha fatto.

"Chi viene in vacanza a Malindi spesso ci torna e acquista o affitta una casa. Costo basso della vita e del mattone e mal d'Africa, ecco perché".

 

(descrizione)

 

Riassume così il fascino della località sulla costa kenyota il nostro connazionale Alfredo "Freddie" del Curatolo. Giornalista, scrittore, cantautore, uno abituato a cambiare rotta spesso, non ha avuto dubbi su dove mettere radici una volta per tutte: dopo avere visitato diverse volte il Kenya, vi si è stabilito definitivamente nel 2005, insieme alla moglie Michela.

A Malindi vivono circa 5000 italiani, oltre a molti altri stranieri che formano, insieme agli abitanti africani, un ambiente multietnico. Qui ci sono i migliori resort del Kenya e il mare è di quelli da cartolina, limpido e tranquillo grazie alla protezione naturale di tre barriere coralline (che lo rendono ideale per immersioni e snorkeling), ed è stato istituito Riserva Naturale dall'Unesco.

 

(descrizione)

 

Qui si può fare un safari marino a Watamu, considerata una delle più belle spiagge del Paese. Nonostante lo sviluppo edilizio, lungo gli oltre 50 chilometri da Malindi e Watamu ci sono ampie zone incontaminate, dove si può ricavare una "fetta" di costa su cui costruire una casa, con terreno intorno.

Per trasferirsi non ci vuole molto. Per aprire un'attività bisogna importare un minimo di capitale (bastano 10.000 euro) e fare il permesso di lavoro per due anni (1.500 euro circa). Un pensionato italiano può vivere con 650 euro al mese: appartamento da 150 euro al mese, badante/donna delle pulizie da 70 euro, 200 euro di spese e cibo. Avanzano anche più di 100 euro al mese per i vizi. Il consiglio è di passare, prima di trasferirsi, un periodo di adattamento per vedere il posto non con gli occhi del turista.

 

(descrizione)

 

Un aiuto viene proprio da Freddie: dirige il portale www.malindikenya.net, usatissimo da chi vuole informazioni in proposito. E ha pubblicato il vademecum "Malindi, Italia. Guida semiseria all'ultima colonia italiana d'Africa".

Quanto vi serve per fuggire in Kenya

Costo della vita: per vivere bene servono dai 650 euro al mese.
Case in vendita: appartamento a Malindi di 80 mq, circa 40.000 euro; villetta bifamiliare con giardino e piscina, circa 120.000 euro; villa con 6-7 camere e parco, circa 300.000 euro.

Case in affitto: appartamento di due stanze e sala da pranzo, circa 200 euro al mese; villa con piscina, circa 500 euro al mese.

Terreni in vendita: 1000 mq con costruzione di una villa da 150 mq, circa 140.000 euro.

Personale: domestica per otto ore al giorno a circa 70 euro al mese; giardiniere e guardia notturna, circa 70 euro al mese; cuoco a circa 100 euro al mese.

Costo di un pasto: in un ristorante di livello locale, un pasto media a circa 2 euro; in un ristorante europeo, cena di pesce a massimo 30 euro; pizza e birra a circa 7 euro.

 

(descrizione)

 

Trasferirsi in Kenya - Informazioni utili

Ambasciata del Kenya in Italia - Via Archimede 64, Roma - Tel. 06/8082717/8 - www.embassyofkenya.it

Ambasciata d'Italia a Nairobi - International House, Mama Ngina Street - P.O. Box - 30107- 00100 GPO - Tel: 00254 20 247750 - 249007 - 247696 - www.ambnairobi.esteri.it

Lingua: Swahili, inglese

Moneta: Scellino keniota (1 Euro = 100 Ksh)

Fuso orario: +2 h (+1 h con l'ora legale).

Religione: Cristiana, musulmana.

Clima: Equatoriale.

Vaccinazioni: Nessuna obbligatoria. Consigliate: antimalarica (ma molti la sconsigliano perché i rischi di malaria a Malindi sono molto bassi).

Documenti necessari: Passaporto con validità di almeno sei mesi e visto turistico, da richiedere, oltre che all'ambasciata del Kenya a Roma, direttamente all'aeroporto di arrivo.