/media/post/ltzevzv/crociera-in-vela.jpg

Come organizzare una crociera in barca a vela

Una vacanza per lupi di mare e non solo

Se volete organizzare una crociera in barca a vela, e vivere il mare senza compromessi, vi spieghiamo come con alcuni consigli utili.

Una vacanza in barca a vela è una scelta adatta non solo ai lupi di mare ma anche a chi semplicemente non si accontenta più di vivere il mare da una spiaggia e vuole finalmente assaporare le emozioni di una vacanza in barca.

 

Le mete e i porti

Molte sono le mete che possiamo consigliarvi, tutto dipende da dove partite e da quanto tempo avete a disposizione. Da Genova per esempio, la meta ideale per un week end sono le Cinque Terre, ed in particolare Porto Venere, un luogo incantevole da raggiungere a vela.

Per chi ha più tempo, una settimana o due, la Corsica è la destinazione consigliata. In particolare la costa nord-occidentale, con il deserto delle Agriates, offre spiagge e baie paradisiache poco frequentate perché difficili da raggiungere.

 

(descrizione)

 

Dalla Marina di Nettuno invece si possono visitare le isole Pontine, Ponza, Ventotene e la splendida e incontaminata Palmarola, e le isole Flegree, Capri, Ischia e Procida. Con una settimana o più si può raggiungere la costa orientale della Sardegna e visitare il Golfo di Orosei, con oltre 40 chilometri di costa selvaggia e incontaminata.

Da Palermo si può raggiungere facilmente Ustica, perfetta per le immersioni, oppure con qualche giorno in più a disposizione si può veleggiare fino alle Isole Eolie o alle Egadi. Si può anche decidere di fare una crociera istruttiva sui cetacei del mediterraneo, sperando di avvistarne qualcuno nella rotta verso Stromboli, Salina e Vulcano.

 

(descrizione)

 

Infine arriviamo alla Puglia, a Vieste, base di partenza verso le Isole Tremiti, considerate le perle dell'Adriatico. Questa è una crociera che assolutamente consigliamo come anche quella verso la Croazia, che negli ultimi anni sta vivendo un boom di presenza per il suo splendido mare e i prezzi accessibili.

 

Le barche

Con o senza skipper? Se uno degli amici con cui state organizzando il viaggio in barca ha la patente nautica a vela senza limiti, allora la domanda non si pone. Altrimenti, assieme alla barca dovrete avere il supporto di un esperto skipper, specialmente per le crociere più lunghe (1 settimana o più).

Non dimenticate che regole del galateo e del bon ton in barca: se volete fare un vacanza con gli amici, è bene conoscere bene i comportamenti da tenere durante la crociera. Tra i produttori più conosciuti, di solito quelli più utilizzati per il noleggio delle barche a vela sono Bavaria, Sun Odyssey e Oceanis.

 

(descrizione)

 

L'ideale per una crociera di una settimana è riuscire a coinvolgere almeno 6 persone. Un Bavaria 39 del 2007 ha 3 cabine da due posti e due bagni e in periodo di alta stagione il costo per una settimana di noleggio varia tra i 2.000 e i 3.000 euro.

Controllate bene le spese extra prima di firmare il contratto, di solito la quota non comprende: gli ormeggi durante la vacanza, il carburante consumato, la cambusa (la spesa con tutte le provviste deve essere fatta prima della partenza), le pulizie finali obbligatorie e, se richiesto, lo skipper. Non dimenticare che oltre alle classiche barche a vela, ci sono anche i caicchi.

 

I consigli di Marcopolo

Se volete godervi appieno la vacanza in barca, allora dovete seguire alcune piccole regole.

Per quando riguarda il bagaglio, sono da evitare tutte le valigie ed i contenitori rigidi, lo spazio in barca va usato con oculatezza. Portatevi creme protettive con un fattore di protezione molto alto, in barca ci si può scottare senza accorgersene.

 

(descrizione)

 

Per non cercare di sprecare troppa acqua (di solito un serbatoio può portare tra i 300 e i 500 litri), optate per una sapone salino, ottimo per lavarsi con l'acqua di mare.

Per quanto riguarda gli indumenti, scegliete t-shirt, parei e bermuda, si asciugano in fretta e sono poco ingombranti. Infine un accenno agli accessori tecnologici: l'acqua salata è un nemico molto temibile, quindi meglio comprare macchine fotografiche usa e getta e cellulari "muletto", da poche decine di euro.