/media/post/5ldtq5z/vernazza.jpg

Cinque Terre: Vernazza in 10 punti

Una galleria d'arte a cielo aperto

Il suo aspetto è ancora oggi quello di un antico borgo marinaro e, arrivandoci via mare, o via terra dalle colline, si ha la sensazione di trovarsi di fronte a una vera e propria galleria d'arte a cielo aperto. Qui la natura ha saputo dipingere il territorio dei colori più vivi e intensi, come sulla tela di un grande pittore.

 

1) Eugenio Montale

"Paesaggio roccioso e austero, asilo di pescatori e di contadini viventi a frusto a frusto su un lembo di spiaggia che in certi tratti va sempre più assottigliandosi, nuda e solenne cornice di una delle più primitive d'Italia". Così Vernazza fu descritta dal Montale.

 

2) Castrum Vernatio


Il borgo sorge sui resti del "Castrum Vernatio" (borgo fortificato), una costruzione difensiva eretta dagli Obertenghi, signori di Vernazza nell'XI secolo. Nell'abitato, le case sono separate dalla via centrale e dalle ripide scalinate, dette "arpaie" che vi convergono.

 

3) Piazzetta

La piccola piazza che affaccia sul porto è sicuramente il luogo più pittoresco di Vernazza. Abbraccia un palazzo porticato e un'infilata di coloratissime casette dalla fisionomia medievale. Sulla Piazzetta prospetta l'abside della chiesa patronale.

 

4) Chiesa di Santa Margherita di Antiochia

Antistante il porto sorge la chiesa patronale del XIII secolo, in stile gotico-ligure. È famosa per il suo campanile ottagonale, con la cupola ogivale e l'ingresso situato accanto all'abside, collegato alla piazza da una scalinata.

 

5) Chiesa di San Francesco

Edificata dai Frati minori nel XVII secolo, oggi è una chiesa sconsacrata utilizzata come spazio espositivo, sede di spettacoli teatrali e musicali, convegni e mostre. Il convento si sviluppa sul lato sinistro della chiesa.

 

6) Belforte


(descrizione)

 

Non è solo il bastione quadrangolare al di sotto del Castel- lo Doria, che si eleva come una sentinella all'imboccatura del porticciolo, ma anche un ottimo ristorante dove provare i vecchi sapori degli orti liguri. Via Guido- ni 42, tel. 0187 812222, www. ristorantebelforte.it

 

7) Sentiero azzurro


Da Vernazza parte questo noto sentiero, che per qualche chilometro sale tra uliveti e vigneti fino ai 208 m sopra il livello del mare del borgo di Prevo, per proseguire poi attraversando la conca di Guvano e la sua bella spiaggia, fino al Ponte del Canale alle porte di Corniglia.

 

8) Castello Doria


Nella parte alta del borgo, ci si imbatte in quel che resta delle fortificazioni antiche e soprattutto nel Castello Doria, che domina il promontorio a 70 m d'altezza. Le prime notizie del castello risalgono al XIII secolo, ma si ritiene che la torre facesse parte del primo fortilizio degli Obertenghi.

 

9) Festa di Santa Margherita di Antiochia

Ogni anno, il 20 di luglio, si celebra con banchetti e spetta- coli pirotecnici la festa della patrona di Vernazza. Una suggestiva processione serale sale dall'omonima chiesa, inerpicandosi fino all'estremità settentrionale del borgo.

 

10) Festa dei Pirati


Si tiene ogni estate nel porto di Vernazza: commedianti e figuranti in costume simulano lo sbarco dei pirati saraceni e salgono lungo le stradine del borgo, accompagnati da strumenti a percussione.

 

3 cose da sapere su Vernazza

Se capitate al British Museum di Londra, cercate il cannone in bronzo con la scritta "Comunitas Vernatiæ": fu prelevato dai soldati inglesi al Castello Doria.

 

In Piazza Marconi esiste un luogo detto dalla tradizione "Cantu de' Musse" (angolo delle bugie).

 

La "Torta Stalin", inventata dal locale pasticciere Giovanni Malagamba detto "Stalin" dal tempo dei partigiani, è una crostata farcita con confettura e cioccolato.

 

Scopri Rio Maggiore

Scopri Monterosso