/media/post/85lf4zs/champagne-ardenne.jpg

Champagne sulle strade di Francia

Champagne-Ardenne la regione delle famose bollicine francesi

La Champagne è il nome di una regione della Francia. Anzi, per la verità la regione si chiama Champagne-Ardenne e si trova nella Francia settentrionale. Qui nascono le “bollicine”…

Bisogna nascere soltanto sulle colline attorno alla Marna, per potersi chiamare “Champagne”. Qui, tra i graziosi villaggi dei grand crus si trovano le bollicine più famose del mondo: si scoprono piccoli produttori e grandi maison del vino, immersi in angoli autentici di gusto e di charme.

 

(descrizione)

 

Champagne, il viaggio comincia da Reims

Il viaggio comincia a Reims, dove si trova il Terroir des Rois, piccolo scrigno di dolcezze dedicate al vino locale, dai cioccolatini a forma di tappo ripieni di Champagne, alle gelatine, fino al Séldevin, il sale aromatizzato al vino.

È il paradiso degli appassionati di placomusophilie, cioè dei collezionisti di capsule metalliche di Champagne, che qui trovano i raccoglitori appositi. A proposito di aperitivi e Champagne, qui c’è anche la più antica cantina della regione, Ruinart.

 

(descrizione)

 

Alle porte di Reims, oltre le più celebri maison, la pittoresca D951 attraversa l’incantevole Parco Naturale Regionale della Montagna di Reims e serpeggia fra le basse colline ricoperte dai preziosi grappoli, seguendo uno dei cinque percorsi della Route Touristique du Champagne.

 

La vera culla dello Champagne

Hautvillers è un minuscolo borgo conosciuto come “culla dello Champagne”, grazie a Dom Pérignon, che riposa nella piccola abbazia e che da qui diede avvio all’enologia moderna, mettendo a punto il metodo champenois.

Lungo le strade del borgo, i mestieri dello Champagne sono raccontati dalle caratteristiche insegne in ferro battuto, fatte a mano dagli artigiani. L’ingresso a Épernay, capitale dello Champagne, avviene sulla Avenue de Champagne, dove si susseguono maison di fama mondiale.

 

(descrizione)

 

Moët & Chandon, la più antica della città, fu fondata da Claude Moët nel 1743. Sempre a épernay, ha sede la maison Perrier-Jouët, nota per le sue bottiglie di Champagne floreali in stile Art Nouveau.

 

A scuola di Champagne

Il viaggio prosegue lungo la D1 attraverso i filari, fino al villaggio di Ay Champagne, dove l’Institut Intérnational des Vins de Champagne (www.villabissinger.com) insegna a conoscere e degustare il vino. Agli angoli delle strade, le insegne dei piccoli produttori; una di queste porta fino alla cantina dello Champagne Emmanuel Pithois, nota per l’alta qualità.

 

(descrizione)

 

Per assaggiarlo si entra ne La Maison des Vignes, accogliente locanda di sole tre camere, con un salotto per degustare grand cru accanto al caminetto, in attesa della cena. Si conclude con formaggio Cahors, ottimo con lo Champagne, con caprini macerati nel ratafia e madeleines fatte in casa. Perché il piacere dello Champagne non è solo per le grandi occasioni.