/media/post/5duuc5u/Fiskardo_Cefalonia.jpg

Cefalonia - Guida su cosa fare e vedere e le spiagge più belle

L'Isola greca dell'arcipelago dello Ionio, è ricca di tradizioni, cose da vedere, bellissime spiagge e mare da favola

Cefalonia, è la maggiore delle isole greche dello Ionio, vanta tradizioni millenarie e un contrasto del paesaggo che non è proprio tipico delle altre isole greche. Acqua turchese, piccoli borghi e ricca tradizione culinaria a prezzi economici. Sono tante le cose che si possono fare e vedere su quest'isola che offre per la sua vastità un paesaggio eterogeneo e una serie di attività molto iteressanti, per non parlare delle spiagge bellissime e il mare da favola. E come dimeticare una gita ad Itaca la patria di Ulisse? Ecco una guida dettagliata su cosa fare e vedere a Cefalonia, e le su espiagge più belle.

Cefalonia - il video di Marcopolo

Cefalonia - Guida su cosa fare e vedere 

(descrizione)

Il nostro viaggio a Cefalonia (o Kefalonia) inizia dal piccolo aeroporto di Argostoli, il capoluogo, dopo 5 km si arriva a Lassi, una località turistica colma di taverne tradizionali, la spiaggia più frequentata qui è Makris Gialos.

(descrizione)

Lungo la strada per Argostoli c'è il faro di San Teodoro tra le attrazioni più fotografate di Cefalonia, eretto  nel XIX secolo e ricostruito dopo il terremoto. Argostoli è una cittadina molto carina da scoprire passeggiando lungo Lithostroto, un vero paradiso dello shopping, Sul lungomare c'è uno dei migliori ristoranti dell'isiola Ampelaki dove assaggiare il meglio della cucina tradizionale locale. 

Non lontano un'altra spiaggia che merita una sosta e un bagno è la bella spiaggia XI di sabbia rossa. Da Lixouri attraversando villaggi, cipressi, ulivi, si raggiunge la favolosa baia sabbiosa di Petani, più a sud la spiaggia di Vtsa dove è possibile mangiare con i  piedi bella sabbia in una delle taverne presenti come quella di Spyros Antonello.

Dal capoluogo continuando su una strada asfaltata si arriva a Myrtos, con la sua spiaggia di ghiaia bianca e rocce candide che la sovrastano.

Assos è un'altro borgo marinaro delizioso, lì la spiaggia da provare è quella di Altaties.

Raggiunto il nord ci si ferma a Fiskardo, incantevole villaggio di pescatori immutato nel tempo con le case intonacate dall'ocra al rosa.

Sami invece si trova più giù lungo la costa est , famosa per le sue spiagge come Antisamos, incastonata in una baia con una vegetazione rigogliosa e Set bagnata da acque con sfumature che vanno dal verde al turchese.

(descrizione)

Molto affascinanti anche le grotte Dragkarati, con un'acustica eccezionale (qui si esibì Maria Callas) e la famosa Melissani che si visita in barca per ammirare stalattiti e giochi di luce.

Anche il Sud di Cefalonia merita certamente di essere visto: per esempio il villaggio di Lourdata piccolo, intimo e dal mare azzurro intenso.

Cefalonia - Le spiagge più belle

(descrizione)

Vatsa (Lixouri) è una baia di spiaggia dorata che si estende per 3200 metri, defilata e non attrezzata, si trova 8 km a sud di Lixouri.

XI (Lixouri), incantevole spiaggia di sabbia fine e rossa, lunga 3 km a breve distanza da Lixouri.

Makris Gialos (Lassi) si trova a sud in località Lassi, è una spiaggia di sabbia dorata con attrezzato centro per la pratica di sport d'acqua.

Emblisi (Fiskardo) è la spiaggia più visina a Fiskardo insieme a Foki si può anche raggiungere a piedi in 40 minuti.

Anitisamos (Sami) di ghiaia ben attrezzata lunga 700 metri racchiusa in una baia di vegetazione rigogliosa.

Assos (Assos) spiaggia mista di sabbia e di sassi, bagnata da un mare cristallino.

Myrtos, è un'icona del mare greco, lunga un km è una spiaggia attrezzata di fin sabbia bianca e ghiaia e si trova ai piedi di una roccia candida è sicuramente la più gettonata e fotografata.

Petani, una splendida spiaggia mista di sabbia e ciottoli, lunga circa 300 metri incorniciata da faraglioni a nord di Lixouri.

Cefalonia - Guida su cosa fare e vedere - Gita ad Itaca la patria di Ulisse

Itaca è separata da Cefalonia da un sottile braccio di mare. Da Sami, tutte le mattine, tutto l'anno, il traghetto parte alla volta della mitica patria di Ulisse. Una navigazione lenta che prepara ad un viaggio indietro nel tempo. L'isola si può vivere tutta di un fiato visto che si estende per soli 100 km di superficie, ma il consiglio è di fermarsi qualche giorno, per seguire le tracce di Ulisse e scoprire i luoghi del mito.

Si raggiunge Vathi, il capoluoigo che si sviluppa sul lungomare ad anfiteatro, qui una statua di Ulisse ricorda il mito di Odisseo e il Museo Archeologico raccoglie i resti che si pensa provengano dal suo palazzo, le cui rovine si conservano a Pisso Aetos. A circa 2 km a sud-ovest si accede alla Grotta delle Ninfe detta anche Marmarospilia, la caverna dove Ulisse avrebbe nascosto i doni ricevuti dal re dei Feaci. 

La baia di Afalés è la più grande dell'Isola, con ciottoli e quasi sempre deserta, raggiungibile con una strada sterrata. La vista milgiore si gode dal villaggio di Perachori chiamato il "balcone di Itaca".