/media/post/bzstgeg/duomo-di-catanzaro.jpg

Catanzaro, il Duomo

Distrutto e Ricostruito ogni volta

Catanzaro è una città che nel tempo a subito le catastrofiche conseguenze di terremoti che spesso e volentieri l'hanno colpita nella sua storia. Eventi che hanno per forza di cose distrutto un patrimonio artisticoe e architettonico che invece in altre città si è riuscito a preservare.

Il duomo, l'edificio religioso più importante della città, purtroppo non è sfuggito a queste tragiche casualità. Infatti, sul terreno dove oggi sorge il duomo prima c'era la cattedrale normanna eretta nel 1121 e distrutta dal terremoto che ha investito la regione nel 1638.

A questo vanno aggiunti i bombardamenti della seconda guerra mondiale, i saccheggi e gli incendi che negli anni hanno devastato deturpato e deteriorato questo edificio che solo negli anni 50 (era precisamente il 1955) inizio a conoscere un periodo di tranquillità iniziato con la sua ristrutturazione.

Oggi la cattedrale si presenta con tre porte sulla facciata principale e tre su quella laterale. Al suo interno le opere d'arte, sono quelle che c'erano nell'antica cattedrale, alcune di queste di notevole valore, copme: il busto argenteo di S.Vitaliano, la statua della Madonna delle Grazie del 1595, la raffinata statua di Dormitio Virginia degli inizi del XVIII, la statua settecentesca in legno, della S.S.Vergine Addolorata, la romantica tela ottocentesca (1834) della Sacra Famiglia.

Nonostante le innumerevoli ricostruzioni e i notevoli mutamenti che ha subito durante i secoli, il Duomo, rimane una delle più importanti e prestigiose chiese di Catanzaro.