/media/post/ez8dtvs/capri1.jpg

Capri: gli itinerari dell'isola

Una bellezza intramontabile

Di di fronte alla penisola sorrentina, nel Golfo di Napoli, si trova Capri, isola celebre per la sua bellezza.

Capri fa parte dell'Arcipelago Campano, anche detto Arcipelago Napoletano, insieme ad Ischia, Procida, Vivara e Nisida. A differenza di queste isole però, Capri è di orignine carsica. La sua struttura morfologica è molto complessa, ci sono cime di media altezza (tra i 300 e i 500 m) e vasti altipiani, tra cui va ricordato quello di Anacapri.

Capri è celebrata per la sua bellezza sin dai tempi degli antichi romani, fino poi al boom degli anni ’50 e ’60. Le star di Hollywood, come Rita Hayworth, Ingrid Bergman, Audrey Hepburn, Elizabeth Taylor hanno cercato nell’isola un rifugio, e anche un bagno di mondanità.

 

(descrizione)

 

Da vedere a Capri

Due le bellezze naturali da ammirare a Capri, i Faraglioni e la Grotta Azzurra. I Faraglioni sono tre picchi scampati al franamento della costa, all'erosione del mare e degli agenti atmosferici. Hanno un'altezza media di 100 metri e tre nomi diversi: il primo unito alla terra, si chiama Stella, il secondo Faraglione di Mezzo ed il terzo Faraglione di Fuori o Scopolo.

La Grotta Azzurra invece è nota per la sua vastità e per il colore del suo interno, azzurro, come il suo nome. In particolare, la colorazione della grotta è dovuta al fatto che la luce del giorno entra attraverso una finestra sottomarina che si apre proprio sotto il varco d'ingresso. In tal modo la luce, filtrata dall'acqua assorbe il rosso e lascia passare l'azzurro.

 

La vita notturna di Capri

Dopo una giornata passata tra il mare e le bellezze naturali dell'isola, Piazza Umberto I, è il luogo ideale per scoprire la mondanità dell'isola. La piazza è ricca di ristoranti e caffè e vicino si trovano anche Via Vittorio Emanuele e Via Camerelle, le strade dello shopping per eccellenza.

I locali consigliati: Al Piccolo Bar (Piazza Umberto I), Anema e Core (Via Sella Orta n.39), O Guarrachino (Via Castello n.7)