/media/post/h5f9vce/capri_tappe_imperdibili.jpg

Capri: 10 tappe imperdibili

Scopriamo insieme alcune tappe irrinunciabili: dai Faraglioni al Faro di Punta Carena

Se volete scappare dalla "pazza folla", che soprattutto in alta stagione si concentra a Capri e ad Anacapri, non c'è niente di meglio di un bel giro dell'isola. Per farlo, basta affidarsi alle diverse aziende isolane, per escursioni in mare che vanno dalla mezza giornata al "full day", con puntatine sulla Costiera Amalfitana. I mezzi a disposizione? Dal tipico gozzo al moderno yacht. Scopriamo insieme alcune tappe irrinunciabili: dai Faraglioni al Faro di Punta Carena.

 

1) Faraglioni

Le tre formazioni rocciose che si ergono dal mare hanno un nome. Il primo, unito alla terraferma, si chiama Stella, quello centrale Faraglione di Mezzo e quello esterno Faraglione di Fuori.

 

2) Marina Grande

Per il giro dell'isola si parte da qui, dove l'attività portuale è cominciata solo nel 1931. Prima di allora tutto era affidato ai pescatori e ai loro gozzi che, due volte la settimana, facevano la spola con Napoli, trasbordando viaggiatori e quant'altro.

 

3) Marina Piccola

Secondo la leggenda, le sirene cantate da Omero nell'"Odissea" si trovavano proprio qui. Lo scoglio delle sirene viene utilizzato come "imbarcadero", dove sostano le imbarcazioni che si dirigono verso la Marina.

 

4) Statua dello Scugnizzo

Si trova non appena si imbocca Marina Grande, ed è per questo soprannominata dagli isolani anche Scoglio del Benvenuto.

 

5) Grotta del Corallo

Chiamata anche Grotta Rossa, deve il suo nome all'"Actinia equina", comunemente nota come pomodoro di mare, e al rosso porpora delle pareti coralline.

 

6) Grotta Bianca

Il colore abbagliante del bianco accende questa cavità, chiamata dagli isolani Grotta Meravigliosa. Stalattiti e stalagmiti s'incontrano creando figure eteree, dove si può intravedere una Madonna che prega.

 

7) Grotta Verde


Verso punta Ventroso si trova questo anfratto dove la suggestione è amplificata dalla rifrazione della luce sull'acqua. Non si potrà fare a meno di tuffarsi nelle sue spettacolari acque verdi.

 

8) Arco Naturale


È una formazione rocciosa di origine paleolitica. La forma arcuata è dovuta all'erosione del vento e dell'acqua. Visto dal mare, può assumere ora l'aspetto di un cavalluccio marino, ora di un elefante.

 

9) Villa Malaparte


Questa architettura razionalista, realizzata da Curzio Malaparte, sorge su un irto e stretto promontorio roccioso che sembra sorgere dalle acque: dal mare assume tutto un altro fascino.

 

10) Faro di Punta Carena

È tra i maggiori fari d'Italia per dimensioni e potenza. Dal 1867, anno in cui fu illuminato per la prima volta, continua a essere di fondamentale importanza per i natanti che attraversano il Mar Tirreno.

 

Info e curiosità su Capri

La Grotta Azzurra raggiunge il massimo della sua colorazione tra le ore 12 e le 14, quando la luce del sole penetra nella cavità attraverso una finestra sottomarina posta sotto il varco d'ingresso.

 

Fare il bagno nella Grotta Azzurra è vietato, inoltre non può essere visitata nei giorni di mare agitato.

 

"Le lanzetelle", cioè le barche a remi, sono da provare per visitare le grotte. Nella Grotta Azzurra si entra sdraiati perché l'ingresso è largo 2 m e alto 1m.