/media/post/stzee7g/canyon-val-di-non.jpg

Canyon della Val di Non - Trekking

Un capolavoro dell'acqua

I Canyon della Val di Non sono dei capolavori naturali creati dallo scorrere millenario dell'acqua. Scopriamo questa valle che si trova ai piedi delle Dolomiti del Brenta, in Trentino.

La Val di Non è attraversata dal torrente Noce ed è chiamata anche "la valle dei canyon", splendidi sentieri rimasti per molto tempo nascosti fra la ricca vegetazione e pertanto inaccessibili.

Oggi è possibile ammirarli nella loro selvaggia bellezza, grazie a suggestivi percorsi costruiti nella roccia. Di seguito tre canyon, poco lontani tra loro, con peculiarità geologiche e naturalistiche diverse, che nel loro insieme possono costituire un unico itinerario attraverso questo affascinante spettacolo naturale costruito dall'acqua della Val di Non.

 

Canyon di San Romedio

(descrizione)

 

Il sentiero del canyon di San Romedio parte da San Zeno, di fronte al Museo Retico e si inoltra tra gallerie di scavate nella pietra e una fitta vegetazione fino a raggiungere l'omonimo e suggestivo santuario arroccato su uno sperone roccioso proteso verso il cielo e a strapiombo sulla valle.

Lunghezza: 2000 metri - Dislivello: +70 metri

Tempo di percorrenza: 1.30 ore

 

Canyon del Rio Novella

(descrizione)

 

Il canyon del Rio Novella inizia invece da Dambel e si sviluppa attraverso un percorso di circa tre chilometri e mezzo, sospeso a mezz'aria sulla forra, fino all'eremo di San Biagio: passaggi e cunicoli larghi poche decine di centimetri conducono alla scoperta dei capolavori creati da infiniti miliardi di gocce d'acqua.

Lunghezza: 3500 metri - Dislivello: +/- 150 metri a seconda della direzione di marcia

Tempo di percorrenza: 2.00 ore

Note: si percorre solo accompagnati dalle guide

 

Canyon del Rio Sass

(descrizione)

 

Dall'eremo di San Biagio, in mezz'ora di cammino, si arriva al lago Smeraldo, da dove parte il terzo sentiero attraverso lo spettacolare canyon del Rio Sass. Dal lago, un breve sentiero costeggia il fiume Novella e raggiunge il paese di Fondo, capoluogo dell'alta val di Non: dal centro del paese un percorso attrezzato scavato nel cuore della roccia e circondato da una natura selvaggia, permette di inoltrarsi in un mondo ipogeo di straordinaria bellezza: l'orrido sprofonda per oltre cinquanta metri nel cuore storico del paese, dove le case sono state costruite a picco sul bordo della forra.

Lunghezza: 3000 metri

Dislivello: +/- 150 metri a seconda della direzione di marcia

Tempo di percorrenza: 2.00 ore

Note: si percorre solo accompagnati dalle guide