/media/post/fbvc8t5/Tappa_20_copertina_tramonto.jpg

Cammino "Con le ali ai piedi”: da Pietracatella a San Marco La Catola

La ventesima tappa del cammino "Con le ali ai piedi" ti mostra i Monti della Daunia: siamo in Puglia.

Valicando il lago di Occhito, il più esteso bacino artificiale del Molise, sul ponte dei tredici archi corre il confine con la Puglia. Salendo verso i monti della Daunia, il paesaggio si allarga ulteriormente e la vista gode di immense distese di girasoli. Il cinquecentesco Convento di San Marco La Catola è la nostra destinazione finale: ad attenderci ci sono Fra Rocco e Fra Raffaele.

 

Cammino "con le ali ai piedi" Tappa 20: da Pietracatella a San Marco La Catola

(descrizione)

 

Sveglia alle 4:30, in strada alle 5:00. È meraviglioso camminare ai primi chiarore del giorno e vista la tappa caldissima, questa si rivelerà una scelta molto previdente. Il punto tappa è un importante centro della spiritualità francescana e non solo: significativi anche i due passaggi compiuti qui da Padre Pio, come ci spiegherà Fra Rocco al nostro arrivo a San Marco La Catola.

 

Si apre l’ultima fase di questa avventura: la Puglia. Quanto territorio è già trascorso indietro, non manca che un centinaio di chilometri alla meta. Salendo sui Monti della Daunia, il paesaggio si conferma vasto e incontaminato, e anche se i campi sono pettinati a nuovo, sono pochissimi i segni abitati. Con le ali ai piedi è così dall’inizio alla fine caratterizzato da solitudine e silenzio. 

(descrizione)

 

Con i suoi 300.000 abitanti, la maggior parte dei quali insediati sulla costa, il Molise è una delle regioni meno densamente popolate. Il fenomeno dell’emigrazione dopo la Seconda Guerra Mondiale ha lasciato il segno se si pensa che un milione di molisani vive sparso per il mondo. Anche l’Abruzzo conta su caratteristiche simili: 1.300.000 abitanti con un milione di persone concentrate nelle tre province costiere, e un’esigua percentuale dunque distribuita sul territorio interno, quello che abbiamo attraversato. 

(descrizione)

 

Ora ci aspetta la Puglia Garganico, che lungo questi sentieri si presenta perfettamente coerente con i paesaggi precedenti. Non è un caso, dunque, che quest’Italia sia invece così densamente punteggiata da eremi, conventi, luoghi intrisi di un’autentica spiritualità. Come ci testimonia Fra Raffaele, ritornato nelle sue terre dopo 37 anni di missioni in Africa.

 

La tappa 20 in sintesi 

Lunghezza: da Pietracatella a San Marco La Catola km 27 (facendo la strada alta, più lunga)

Bellezza: 9/10

Difficoltà: 8,5/10 

Dove dormire: Convento Frati Minori Cappuccini, cell: 339 3458341 (Fra Raffaele). Pasti in convento. Per sostenere le missioni in Africa dei Frati Minori, contattare Fra Raffaele.

Tempo di percorrenza: 7 ore

Raccomandazioni: Tappa caldissima: nella stagione estiva, partire alle prime luci del giorno.

 

DI VALENTINA LO SURDO 

Foto di VALENTINA LO SURDO e MARIA GAIA SOANA

Guarda tutte le tappe del Cammino "con le ali ai piedi"