/media/post/ud35ugl/Caltagirone.jpg

Caltagirone, ceramiche di eccellenza. La patria delle maioliche

Uno dei maggiori centri di produzione di ceramiche in Italia

Caltagirone è la città delle ceramiche. Una produzione artigianale di altissima qualità. Un polo di eccellenza artigianale in Sicilia

Annidata fra le pieghe delle colline che orlano la piana di Catania, Caltagirone è una scoperta per i visitatori. È quel che si dice una “classica” cittadina di provincia, uno di quei borghi tranquilli e pittoreschi in cui si vive bene e in tranquillità.

Le ceramiche di Caltagirone

Caltagirone è anche un luogo molto operoso che la lavorazione della ceramica, sempre ad alti livelli, ha reso uno dei poli principali di questa produzione artigianale in Sicilia, non solo per quantità e qualità dei prodotti, ma anche per la tradizione pluricentenaria.

 

Caltagirone: ceramiche ovunque

 

(descrizione)

 

La ceramica è praticamente ovunque a Caltagirone: dal Giardino Pubblico, i cui limiti sono segnati da una balaustra ornata di pannelli e vasi di maiolica, fino alle decorazioni dei palazzi nobiliari e delle chiese. Una delle massime espressioni di questa attività è la lunga scalinata di Santa Maria del Monte, un’infilata di 142 gradini, ciascuno dei quali è ornato con maioliche policrome che riportano i classici motivi e colori della tradizione locale: giallo, verde e azzurro.

Le migliori botteghe di ceramica di Caltagirone

 

(descrizione)

 

Una passeggiata per Caltagirone inanella pregevoli monumenti barocchi, grazie ai quali nel 2002 la cittadina è entrata a far parte dei Beni Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Eppure a Caltagirone conviene cominciare da quello che di solito si lascia per ultimo, lo shopping: su Santa Maria del Monte, infatti, si aprono alcune botteghe di ceramisti dove si può sostare per qualche acquisto di qualità. Andrea Branciforti, ad esempio, sembra essere perfetto per chi è alla ricerca di forme e colori di moderno e originale design.

Francesco Scarlatella con le sue deliziose figurine in terracotta per presepe e composizioni già pronte, con i personaggi in rustici casolari, farà invece felice chi ha gusti più tradizionali.

Ai piedi della scala si diparte la lunga via Principe Amedeo, dove troviamo poi il laboratorio di Giacomo Alessi, uno dei ceramisti di Caltagirone più noti, che negli anni si è specializzato nella reinterpretazione dei modelli classici dell’artigianato della sua città, dai piatti alle pittoresche teste di moro.

Caltagirone: soste golose tra una ceramica e l’altra

Inoltre, per una sosta golosa, non c’è niente di meglio dei dolci tipici della tradizione isolana preparati, ad esempio, dalla nota pasticceria Judica, tappa fissa di turisti e non solo.

Ma questa zona di Caltagirone offre anche un’ampia scelta di ristoranti e hotel di livello, come il ristorante La Scala, un locale dove, sebbene il pubblico sia prevalentemente turistico, il servizio è molto garbato e le pietanze ben fatte; e poco oltre Il dito e la luna, bed & breakfast decisamente charmant. A testimonianza di una cultura dell’accoglienza in continua crescita, anche in questa piccolo e rilassato centro.