/media/post/5847epr/cadice.jpg

Cadice

Cadice: la città più antica dell'Occidente fondata dai Fenici

La città più antica dell’Occidente: è la prima cosa che s’impara di Cadice (o Cadiz). Più antica perché furono i Fenici a fondarlaall’incirca tremila anni fà (anche se la leggenda è di diverso avviso: fondatore sarebbe stato niente meno che Ercole).

Da Cadice passarono e si stabilirono di volta in volta Cartaginesi, Romani e Arabi. Poi, nel tredicesimo secolo, i Cristiani. E d’ogni passaggio Cadice reca traccia: piazze e stradine, palazzine ed edifici signorili, ma anche il teatro romano, i resti della muraglia medievale, le torri di vedette, l’oratorio di San Filippo Neri, dove nel 1812 fu redatta la prima Costituzione spagnola.

 

(cadice storia)

 

Questa è al primo colpo d’occhio la cittadina di Cadice, in Andalusia, Spagna. Non si può raccontare di Cadice senza parlare anche della sua gente - i gradinato: simpatia e senso dell’umorismo ne fanno uno dei popoli più accoglienti della Spagna.

 

(Cadice, in Andalusia, Spagna)

 

A 149 chilometri di distanza da Siviglia, Cadice si affaccia sulla costa meridionale della penisola iberica. Dall’altra parte dell’oceano c’è l’Africa. Una posizione così privilegiata – a cavallo tra due continenti – non poteva che far gola ai pirati. Ci fu un tempo in cui attacchi e incursioni a Cadice erano all’ordine del giorno.

 

(torre di cadice)

 

Cadice visse il suo momento storicamente più importante, insomma il suo momento di gloria, all’epoca della conquista dell’America (1492), diventando il punto di appoggio per commerci e traffici con l’oltreoceano. 

 

(trafalgar cadice)

 

Ma la città conobbe anche altri momenti, se non di gloria, di sicura fama. Il 21 ottobre 1805 vi si svolse una battaglia cruciale che segnò la fine dell’impero navale iberico: navi franco-spagnole contro navi inglesi. Comandate dal generale Villeneuve le prime, e dall’ammiraglio Nelson le seconde. Ma fu Nelson ad avere la meglio.