/media/post/ssbvgsv/borghetto-di-valeggio.jpg

Borghetto di Valeggio sul Mincio.

Un vecchio villaggio di mulini

Borghetto di Valeggio sul Mincio è a dir poco un posto delizioso. Un vecchio villaggio di mulini ora diventato un piccolo borgo che pare disegnato a matita per un libro di fiabe: tanto è bello e tanto sono perfette le sue linee.

 

Borghetto di Valeggio sul Mincio: dove si trova

Stiamo parlando della piccola frazione del comune di Valeggio sul Mincio, in provincia della romantica Verona ma vicinissimo a Mantova (la città tanto amata dai Gonzaga). Piccola frazione: quindi poche case. E per poche si intende una decina, non di più.

 

L’acqua di Borghetto di Valeggio sul Mincio

 

(descrizione)

 

Se c’è una cosa che è stata sempre importante nella storia di Borghetto di Valeggio sul Mincio questa è senz’altro l’acqua. Non solo perché Borghetto è tagliata in due dal fiume Mincio. Ma anche perché qui l’acqua ha fatto il bello e il cattivo tempo; ha dato da mangiare; e ha dato da lavorare. Fin dai tempi più antichi.

Borghetto di Valeggio sul Mincio è un vecchio villaggio di mulini in cui la ruota che “scava” nell’acqua è sempre stato il simbolo dell’operosità e della vita. Quella di Borghetto di Valeggio sul Mincio è sempre stata una povertà relativa. Più una semplicità di vita che non una vera e propria povertà. Lavoro, qui ce n’è sempre stato grazie a quelle ruote perennemente in movimento

 

I Templari a Borghetto di Valeggio sul Mincio

 

(descrizione)

 

Borghetto di Valeggio sul Mincio è situato in un posto altamente strategico (e di passaggio): cosa che ne ha determinato la fortuna nel corso dei secoli. Fin dall’antichità questo era un guado sul Mincio: un punto ottimo per attraversare il fiume. E questo attraversamento fu sfruttato soprattutto nel Medioevo. Non a caso furono in molti a litigarsi Borghetto di Valeggio sul Mincio.

I Gonzaga, gli Scaligeri, i Visconti, ma anche Venezia, l’Austria e la Francia vollero mettere le mani su queste quattro case “poggiate” sulle acque del Mincio. Quattro case pattugliate e controllate dai Templari.

Anche Napoleone intuì l’importanza di Borghetto. Anche qui infatti l’Imperatore mandò a morire i suoi soldati. Era il 1796. E Napoleone volve assicurarsi il controllo di questo ponte tra Lombardia e Veneto. Perché se è vero che Borghetto di Valeggio sul Mincio si trova in provincia di Verona, è anche vero che il confine con la Lombardia è a due passi. 

 

Borghetto di Valeggio sul Mincio: la vita di oggi

 

(descrizione)

 

Da Napoleone a oggi ne è passata d’acqua sotto il ponte di Borghetto. E ne è passato di tempo. E quella che era la vita quotidiana fatta di botteghe, mulini, campi da coltivare è scomparsa quasi per intero. Oggi, a spadroneggiare sono i ristoranti e i negozietti per turisti. Infatti Borghetto di Valeggio sul Mincio ha forse perso un po’ della sua autenticità diventando una sorta di vetrina della propria bellezza. Ma continua a tenersi ben curata la sua vera ricchezza: l’acqua. Se non più per i mulini, almeno per i turisti.