/media/post/gbl3b9u/torrecintola.jpg

Bari e Provincia, dove Dormire e Mangiare

Accoglienza e Ristorazione tra Relais sul mare e Trulli

Questa zona della Puglia spicca per la particolarità delle sue costruzioni. noi di marcopolo abbiamo cercato di racchiudere le migliore offerte ricettive della zona:

 

Dove mangiare a Bari e dintorni

Torre Cintola: situato sulla costa di Monopoli. Un villaggio a quattro stelle con ristoranti, cinque impianti sportivi, una piscina per chi ama nuotare e una adatta alle famiglie.

 

Bio-bar Buò: un mercato al dettaglio e bistrot con certificazione biologica dove si possono degustare i prodotti del territorio e acquistarli.

 

Memorie: da poco aperto dallo Chef Felix Lo Basso, da provare la sua “parmigiana in un risotto”.

Un nuovo concept perché annesso al ristorante ci sarà un laboratorio-atelier sartoriale del re delle camicie Angelo Inglese, che firmerà le giacche per i cuochi in brigata ma anche le camicie dei clienti che
potranno ordinare il loro capo su misura.

 

Palazzo Calò: perfetto per un appartamento in città: la bella cornice del XVI secolo è modernizzata da pezzi contemporanei, ed è particolarmente scenografico il giardino verticale.

 

Villa Romanazzi Carducci: un’indirizzo ideale per qualcosa di più classico, col suo parco lussureggiante, la villa ottocentesca e gli eleganti elementi di arredo.

 

La Bul: qui si possono sperimentare i piatti a chilometro 0 dello chef e proprietario Antonio Scalera e l’ottima cantina della somelier e titolare Francesca Mosele.

 

(descrizione)

 

Black & White: nato dalla vocazione dello chef Daniele Caldarulo verso la cucina creativa e lo shoowcooking.

 

L’Osteria del Borgo Antico: accoglie gli ospiti in un ambiente familiare, e li delizia con i profumi e i
colori della terra e del mare.

 

Grotta Palazzese: arroccato sulle scogliere di Polignano a Mare, è costruito all’interno di una grotta affacciata sull’acqua. Luci tenui e menù degustazione d’alta cucina.

 

Donna Gina: molto scenico oltre al bel paesaggio, l’atmosfera è romantica grazie alle candele e alle note di mandolino e chitarra.

 

(descrizione)

 

Dove dormire a Bari e dintorni

Per un soggiorno di lusso, ecco invece un piccola selezione per vivere al meglio Bari e i suoi dintorni:

 

Pietrablu Resort e Spa.: estrememamente lussuosa e ricercata

 

Masseria Borgo Bianco: un serenity hotel immerso nel verde per chi cerca lo spirito pugliese, senza rinunciare al lusso degli hotel più raffinati

 

Corte Altavilla: offre suite confortevoli, alcune con vasca idromassaggio privata, e la certificazione di hotel ecolabel, marchio di qualità ecologica europeo.

 

Tenuta Monacelle: nella cornice di Monopoli, incastonata tra il mare e gli ulivi, ci si rilassa
grazie al centro wellness, e ci si diverte con esperienze come corsi di cucina o raccolta
di frutta.

 

(descrizione)

 

Don Ferrante: arroccato sulla scogliera, è la brezza marina a svegliare gli ospiti: dieci camere lussuose, un ristorante lounge e terrazze panoramiche che la sera sono illuminate da quattordici
comignoli.

 

La Peschiera: un resort rustico-chic che dispone di un esclusivo lounge venue sul mare. 

 

Le Alcove: non si può lasciare la Puglia senza provare l’esperienza unica di dormire in un trullo, in questo luxury resort nella piazza principale di Alberobello le nove suite sposano l’eleganza degli interni col recupero della tradizione.

 

La Trullarella: immerso nella campagna di Locorotondo, l’atmosfera è quella accogliente degli
ambienti in pietra viva, una perfetta base per esplorare la regione. Una buona scelta anche, una vera oasi di pace immersa nella campagna, traulivi, ciliegi e lecci.

A disposizione degli ospiti anche spazi comuni come lavanderia, solarium, terrazza panoramica e parcheggio privato.

 

(descrizione)

 

Leonardo Trulli Resort: un boutique hotel in cui ogni trullo dispone di un giardino e di arredi pregiati, con cotoni e lini ricamati a mano nelle telerie salentine.

 

Il Claustro: Per chi vuole dormire ad Altamura, un delizioso b&b, o meglio, un albergo diffuso le cui quattro stanze hanno il nome e l'arredamento ispirati ad antichi mestieri.