/media/post/er4seds/barcellona_barca_calcio.jpg

Barcellona tra calcio, cinema e rose

Alcune curiosità sulla città di Barcellona

La Barcellona del calcio, dei film e delle feste della tradizione. Dal Fùtbol Barcelona Club a “Vicky Cristina Barcelona” , fino alla festa di Sant Jordi, patrono della Catalogna. Tutto quello che c'è da sapere sulla storia di Barcellona e dei suoi must.

Barcellona e il Barça, più di un club

Il Fùtbol Barcelona Club fu fondato nel 1899, e probabilmente in quel giorno nessuno si sarebbe aspettato che i blau-grana divenissero non solo una delle squadre più blasonate d’Europa e del mondo, ma una vera e propria istituzione che attira ogni anno migliaia di tifosi e turisti. “Mèsque un club” lo definì il presidente Nancìs de Carreras nel primo discorso nel 1968, dopo che negli anni Sessanta il club divenne uno dei simboli della lotta antifranchista, poiché dentro lo stadio i tifosi potevano esprimersi liberamente.

 

E ancora più di un club è oggi: lo si capisce quando i tifosi, quasi come se fosse un pellegrinaggio, visitano lo spettacolare Camp Nou, stadio sede della società ma molto più che semplice palazzo sportivo: il più grande d’Europa con i suoi 99mila posti, è visitabile con un tour organizzato che porta a vedere le aree più iconiche dello stadio e al suo interno, oltre allo store ufficiale con il merchandising della squadra, ha una serie di spazi culinari dove gustare le specialità catalane e soprattutto ospita il museo della società, che è addirittura il più visitato della città. (Per info e visite allo stadio: fcbarcelona.com)

(descrizione)

Barcellona, uno scenario da film

Non contenta di essere un’inesauribile fonte d’ispirazione per scrittori, poeti e drammaturghi, Barcellona è musa di tanti registi, locali e non, che hanno scelto la città catalana come teatro delle loro storie. Alcuni film sono dei veri e propri cult, tanto che la città ha scelto di puntare sul cinema fino ad accogliere oltre 2 mila riprese all’anno.

 

Per celebrare questa prolifica liaison sono nati i “movie walks”, itinerari attraverso le location dei più bei film ambientati a Barcellona: grazie a questi percorsi si possono scoprire curiosità sui film e sulle riprese, come ad esempio che per “Vicky Cristina Barcelona” di Woody Allen è stato necessario ridurre il getto d’acqua che fuoriesce dal famoso drago del Parco Güell perché non disturbasse la registrazione , o chiudere l’affollato viale della Rambla per la gran quantità di persone che volevano vedere Javier Bardem, Penélope Cruz e Scarlett Johansson; o ancora che la tomba del Cimitero del Montjuic utilizzata per seppellire Rosa nell’iconico “Tutto su mia madre” di Pedro Almodòvar è stata predisposta solo per le riprese.

(descrizione)

Barcellona e il Sant Jordi: il libro e le rose

Il 23 aprile è una data molto speciale per Barcellona: si celebra infatti la festa di Sant Jordi, patrono della Catalogna, nota anche come la festa del libro e della rosa. In questo giorno le Ramblas straboccano di questi due oggetti, perché la tradizione vuole che tutte le donne regalino agli uomini un libro e ne ricevano in cambio una rosa.

 

Da dove nasce questa usanza? Per le rose dobbiamo scorrere indietro nel tempo: siamo nel piccolo villaggio di Montblanc dove gli abitanti, disperati per le continue incursioni di un drago, decisero di sacrificargli una ragazza. Quando scelsero la figlia del re, amata dal cavaliere che poi sarebbe diventato San Giorgio, l’eroe trafisse il cuore del drago, da cui spuntarono una cascata di rose rosse. Per quanto riguarda i libri dipende tutto dal giorno: il 23 aprile è infatti l’anniversario della morte di Miguel De Cervantes, il principe della letteratura spagnola.

 

Far coincidere i due eventi è stata una scelta ben precisa, e così la tradizione pre-esistente di regalare una rosa alle donne trovò il suo perfetto complemento nel ricambiare il gesto con un libro. La prima Giornata del Libro si tenne nel 1931, e il fato volle che proprio quel giorno fosse proclamata la Repubblica Indipendente di Catalogna, rendendo il 23 aprile una data ancora più sentita.

 

Clicca qui per scoprire i più importanti monumenti di Barcellona.