/media/post/fbgpz8u/1665-covermiro-622x466.jpg

Barcellona, i 7 Musei da Vedere

Tra tradizione catalana e modernismo

Picasso e Mirò. L'arte catalana e l'arte contemporanea. Barcellona offre una vasta scelta di musei. Noi ve ne consigliamo sette.

I musei a Barcellona sono da visitare. Non si può andare nella città di Gaudì senza mettere piede all’interno di un museo. Certo, Barcellona offre tanto altro. E chi decide di comprare un biglietto e salire su un aereo alla volta di Barcellona spesso lo fa per i suoi divertimenti, per le spiagge, per le ramblas

Ma, ecco, se accanto alla Barcellona della movida volete conoscere anche il lato culturale di questa splendida città spagnola, vi suggeriamo una guida ai musei da non perdere.

 

I musei di Barcellona – Fondazione Joan Mirò

 

(descrizione)

 

L’edificio che ospita la fondazione è stato progettato da Josep Lluis Sert (che è stato preside della scuola di design dell’Università di Harvard). Lussuoso e arioso. Grandi pareti bianche. Grandi archi. All’interno, questo museo ospita una collezione di più di 225 dipinti, 150 sculture e più di 5mila disegni “prodotti” dalla mano di Mirò.

Dove si trova
Parc de Montjuïc, s/n
Sants-Montjuïc
Barcelona
08038
www.fundaciomiro-bcn.org

 

I musei di Barcellona – Museo Picasso

 

(descrizione)

 

Inaugurato nel 1963, il museo Picasso di Barcellona non offre una panoramica completa del lavoro dell’artista. E’ piuttosto il  “racconto” degli anni formativi che il giovane Picasso trascorse a Barcellona (figlio di un insegnante della Scuola d’Arte).

Il museo di Picasso di Barcellona esiste grazie al suo amico e segretario Jaume Sabartés, che ha donato la propria collezione al museo. Nel museo ci sono gli abili ritratti pre-adolescenti di Picasso, le innovazioni del suo periodo blu, ma anche una galleria di dipinti cubisti realizzati dal 1917. Il pezzo forte è l’intero ciclo di Las Meninas (58 tele).

 

Dove si trova
Montcada, 15-23
Ciutat Vella
Barcelona
08003
www.museupicasso.bcn.cat

 

I musei di Barcellona – MACBA - Museo d’Arte Contemporanea

 

(descrizione)

 

Il design del museo di Arte Contemporanea di Barcellona ricorda l’interno di un frigorifero (l’architetto che lo ha disegnato è Richard Meier). Se decidete di visitare questo museo accettate fin da subito l’idea che gran parte della collezione permanente è inaccessibile per chi non sia un esperto di arte contemporanea. Detto questo, però, non arrendetevi. Una visita al MACBA può essere comunque gratificante. Ed è senz’altro una cosa curiosa da fare a Barcellona. C’è una collezione permanente e ci sono anche mostre temporanee. Ma vi vengono presentati anche concerti (con prezzi abbordabili), spettacoli e proiezioni cinematografiche. Insomma, è uno di quei musei di Barcellona che potrebbe riservarvi qualche – piacevole – sorpresa.

Dove si trova
Plaça dels Àngels, 1
El Raval
Barcelona
08001
www.macba.cat

 

I musei di Barcellona – Fondazione Antoni Tàpies

 

(descrizione)

 

Antoni Tàpies è esploso sulla scena dell’arte nel 1950, quando ha iniziato a incorporare sulle tele carta, fango e stracci. Fino poi a inserire nei suoi dipinti anche mobili e travi… Oggi Antoni Tàpies è l’artista vivente più celebre di Barcellona, e le sue opere sono ricercate in tutto il mondo. Una visita a questo museo serve forse per capire la Barcellona più moderna.

Dove si trova
Aragó, 255
Eixample
Barcelona
08007
www.fundaciotapies.org

 

I musei di Barcellona – Fondazione Francisco Godia

 

Storia curiosa quella di questo museo di Barcellona. Godia è stato pilota di Formula 1 per la Maserati negli anni Cinquanta. Appassionato d’arte, ha investito i soldi guadagnati in una notevole collezione di arte sacra medievale, ceramiche spagnole e scultura e pittura moderne. Tra le “perle” di questo museo di Barcellona ci sono le opere del pittore barocco Luca Giordano e c’è il modernismo catalano.

Dove si trova
Diputació, 250
Eixample Dret
Barcelona
08007

I musei di Barcellona – MNAC – Museo Nazionale d’Arte Catalana

 

(descrizione)

 

Lo slogan di questo museo recita: “Un museo, un migliaio di anni d’arte”. E’ forse il museo cui la città di Barcellona tiene di più. Ed è fuori da ogni dubbio il museo da cui partire per capire la storia e la cultura dei catalani. Bellissima la collezione del periodo romanico: molte opere provengono dalle chiese sperdute sui Pirenei.

Per lo più si tratta di mosaici rimossi dalle pareti delle chiese e che servivano per “insegnar la fede” agli abitanti dei villaggi. Eccellente anche la collezione gotica. Da non perdere nemmeno il periodo Modernista che comprende meravigliosi murales. Insomma, in questo museo c’è l’anima di Barcellona.

Dove si trova
Parc de Montjuïc
Sants-Montjuïc
Barcelona
08038
www.mnac.cat

 

I musei di Barcellona – Fondazione Suñol

 

(descrizione)

 

E’ un museo di recente apertura. E’ stato infatti inaugurato nel 2007. Si tratta della collezione d’arte di un uomo d’affari, tale Josep Suñol. L’archivio è enorme: 1.200 pezzi accumulati in 35 anni di amore spassionato per l’arte. Naturalmente, non le trovate mai esposte tutte assieme all’interno del museo.

Ogni sei mesi l’esposizione cambia. La collezione comprende artisti del calibro di Picasso, Miró e Pablo Gargallo, ma anche Giacometti, Man Ray e Warhol. E’ uno di quei posti di Barcellona dove è utile ritornare. Per scoprire ogni volta un museo diverso.

Dove si trova
Passeig de Gràcia, 98
Eixample Dret
Barcelona
08008
www.fundaciosunol.org