/media/post/d3bdau9/ristoranti_accessibili_amsterdam copia.jpg

Amsterdam da mangiare - ristoranti accessibili

La gastronomia di alto livello esplora nuovi territori rimanendo alla portata di tutti e rendendo Amsterdam, con i suoi ristoranti accessibili, una città da mangiare!

Alla scoperta della veraAmsterdam da mangiare, quella del cibo buono, dei profumi e dei ristoranti accessibili: scopri qui tutti i ristoranti accessibili di Amsterdam, senza rinunciare a gusto e qualità

 

Quando la nuova tendenza “foodie” ha attecchito nella capitale europea del buon vivere, il risultato non poteva che essere una quantità di ristoranti dove sapori ricercati e ambienti singolari si traducono in un’offerta a portata di tutte le tasche. Per togliersi qualche sfizio, basta una passeggiata nella grande Foodhallen, il vecchio deposito dei tram riconvertito di recente a mercato coperto, e ben presto diventato uno dei più frequentati polo gastronomico e turistico, per trovarne diversi.

 

(descrizione)

 

Uno dei più frequentati è Meat West, dove i carnivori potranno scegliere al banco i loro tagli preferiti, ma dove anche chi ama il pesce e i dolci troverà portate soddi- sfacenti e molto interessanti (salmone marinato con yogurt tandoori primo tra tutti). A pochi passi, sempre alla Foodhallen, l’Halte 3 è il tipico gastro-bar europeo, dove l’atmosfera “easy” è controbilanciata da una proposta culinaria di tutto rispetto, e corredata da una scelta di bevande ampia e raffinata.

 

Nello stesso complesso, l’acclamato e stellato &samhoud ha aperto una variante street food, dove assaggiare il meglio della cucina fusion in versione tapas.

 

La nuova tendenza di proporre grandi piatti a prezzi contenuti in ambienti più urbani ha portato all’apertura di posti come la Brasserie Occo, al Dylan Hotel, o il Nacional, l’ennesimo ristorante del magnate della ristorazione Casper Reinders, aperto da colazione a cena e ispirato ai bistro francesi perfino nei dettagli di arredamento.

 

(descrizione)

 

La nuova attenzione per il cibo e l’arte culinaria ha permesso anche a giovani chef di dire la loro, e di proporsi al pubblico.
È il caso della Brasserie Harkema, acclamata per il suo stile oltre che per la cucina, o del Gebr.Hartering, dove il percorso gastronomico da sei portate offre il meglio degli ingredienti di stagione, interpretati dai due cuochi.

 

Anche una “semplice” rosticceria può trasformarsi in un ristorante dove assaggiare cibi altamente selezionati, o preparati con procedimenti da haute cuisine: da Rijsel, una delle culle della “Nouveau Ruig”, la nuova filosofia culinaria cittadina, anche un pollo arrosto o un tagliere di salumi diventano un pasto dal gusto ricco e sorprendente.

 

(descrizione)

 

Per un pasto a tarda sera, nella centralissima Rembrandtplein spopola il Van Rijn, bar e ristorante che propone il meglio della cucina di mare, ma anche delle creazioni in bicchiere.