/media/post/c8lalb8/seychelles-beach-ikaria-shutterstock_473681185.jpg

Altre isole dell'Egeo

Tutte le meraviglie delle isole minori dell'Egeo

Le isole minori dell'Egeo sono un arcipelago da scoprire, più piccole e meno famose hanno storia, mare, natura, poco turismo e gente dal cuore caldo. Da Limnos a Agios Efstratios, da Psara a Lesbo, da Molyvos a Ikaria, dalle Seychelles Beaches alle Isole Fourni, tutte le isole minori dell'Egeo da scoprire.

 

Sono soprattutto i locali ad amare queste piccole isole sospese nel mare, quasi dimenticate dai turisti se non da pochi affezionati. Limnos è la più appartata e solitaria, particolare con le dune, le saline e le spettacolari formazione rocciose.

 

Il suo capoluogo è Myrina, piena di bar e locali e molto tipica con i tetti dalle tegole arancioni, i balconi fioriti e le taverne affollate. Fermatevi da Ouzeri To 11, sempre pieno grazie alla sua varietà di mezedes e alla sua cucina genuina. Bellissime le spiagge, solitarie e delimitate da alte scogliere.

 

Attaccata a Limnos si trova Agios Efstratios: ancora meno conosciuta, qui sono la pesca e l’allevamento i protagonisti e non è raro incontrare fenicotteri nei laghi dell’entroterra. L’isola è per chi ama le spiagge deserte, incontaminate, e vuole mischiarsi agli abitanti del posto.

 

Un’atmosfera simile si respira anche a Psara, dove le giornate passano all’insegna dello slow-tourism: ci si muove solo a piedi, sia per l’unico borgo che per andare alle spiagge, calette dall’acqua pulita e invitante incastonate tra le scogliere.

 

Completamente opposta l’atmosfera a Lesbo: la terra natale della poetessa Saffo, infatti, è piena di vita che si concentra soprattutto nel capoluogo Mitilene, ed è famosa per essere patria di uno dei migliori oli d’oliva ellenici e la capitale dell’ouzo e della retsina.

 

Bellissima anche Molyvos, arroccata su un colle e dominata da un’antica fortezza. La costa è lunga e frastagliata, piena di piccole baie romantiche e solitarie e di lunghi lidi sabbiosi.

 

Pace, natura e armonia sono le parole d’ordine di Ikaria, le cui acque si dice accolsero la caduta di Icaro: la maggior parte dell’isola è incontaminata, e nella zona di Agios Kyrikos – il paese principale – si trovano fonti termali note fin dai tempi classici.

 

Ma la vera ricchezza dell’isola sono le sue spiagge dai colori tropicali: non a caso la più famosa è chiamata Seychelles Beaches, dove si arriva solo via caicco e dove ci s’incanta davanti al colore incredibile dell’acqua.

 

Per godere al meglio l’isola vale la pena affittare un appartamento: Kerame Studios & Apartments ne ha di molto carini, caratteristici con il blu e bianco tipicamente greco e suggestivi grazie ad una stupenda vista sul mare.

 

Chiudiamo la panoramica con il piccolo arcipelago delle Isole Fourni, conosciute tra gli amanti della buona cucina per le sue acque, le più pescose dell’Egeo.

 

Andate da Nikos e troverete in tavola quello che i colorati pescherecci del porto prendono ogni giorno. Poi a bordo di un motorino percorrete la dorsale dell’isola, per godere un panorama bellissimo e scoprire insenature trasparenti come Kamari, una delle più belle.