/media/post/fthhbq9/cetara.jpg

10 splendidi borghi della Costiera Amalfitana

Presepi con casette, viuzze e piazze sulle quali svetta l’immancabile cupola maiolicata

Sono belli e colorati e già a vederli da lontano, nel loro insieme, i borghi della Costiera ricordano le magiche scenografie dei presepi con casette, viuzze e piazze sulle quali svetta l’immancabile cupola maiolicata.

 

1) Ravello


Ricordi romani e normanni scandiscono la storia più gloriosa di questo paese sull’alto dei monti Lattari. Ospita le fantastiche e panoramiche ville Rufolo e Cimbrone, giardini mediterranei non intaccati dal tempo.

 

2) Cetara

In un’insenatura naturale chiusa a sud dalla più famosa torre di avvistamento dell’intera Costiera, Cetara ripropone l’archetipo del borgo marinaro. Una manciata di case dai colori pastello dove svetta la cupola maiolicata della cupola della chiesa di San Pietro affiancata dal campanile duecentesco con bifore.

 

3) Atrani

Nota anche come la città gemella di Amalfi, dista poco più di cinquecento metri, dalla Repubblica Marinara. Fantastica la chiesa di San Salvatore de’ Bireto, il cui orologio è preso di mira dalle macchine fotografiche di tutti i turisti. Bella è anche la facciata barocca, con la cupola maiolicata, della chiesa Madre di Santa Maria Maddalena Penitente del XIII secolo.

 

4) Pogerola

Frazione di Amalfi, è un borgo con una mirabile vista panoramica sul golfo di Salerno fino alle isole Li Galli. Girando nel centro si punta subito nella piazza principale con le chiese della Madonna delle Grazie, di Santa Maria Vergine e di San Michele del XII secolo.

 

5) Amalfi

Fu una delle indimenticabili Repubbliche Marinare. Il suo fascino è tutto nel suo impensabile centro storico. Così ci si ritrova a tirar tardi tra i raffinati caffè delle piazzette sempre affollate oppure a chiacchierare sulla gradinata del duomo di Sant’Andrea, gioiello gotico, romanico-amalfitano e moresco.

 

6) Positano

Condensare la magia dell’intera Costiera è qualcosa che accade solo a Positano: tra i borghi più belli del Mediterraneo. Le sue case color pastello sono scandite da una ragnatela di viuzze e scalinate dove regna l’armonia e il senso della bellezza. Passeggiando per via Pasitea si può apprezzare uno shopping raffinato. La chiesa di Santa Ma- ria Assunta, è il monumento più ambito del tour urbano, a due passi, Marina Grande.

 

7) Scala


Si dice che sia il comune più antico dell’intera Costiera. L’abitato è un grappolo di antichi borghi medievali, ognuno con la propria chiesetta: Campaleone, Santa Caterina, Campidoglio, Minute e Pontone. Il cuore urbano è invece il Duomo di San Lorenzo.

 

8) Praiano

I dogi di Amalfi qui venivano in villeggiatura. Passeggiando per il centro storico, l’itinerario urbano termina davanti alla facciata barocca della chiesa di San Luca Evangelista, patrono del paese.

 

9) Raito

La singolarità di Raito sta nel fatto che qui non ci sono vie nell’intricato tessuto di bianche case, solo scale che collegano, dal basso verso l’alto, le uniche due strade del paese. Il monumento più importante è la Villa Guariglia.

 

10) Maiori

La visita inizia dal palazzo Mezzacapo e finisce al castello di San Nicola de Thoro Plano, passando per la collegiata di Santa Maria a Mare, sul monte Torina, che custodisce la statua mariana che nel 1204 fu rinvenuta sulla spiaggia antistante il paese.

 

Alcune curiosità sui borghi della Costiera Amalfitana

Lo scrittore americano John Steinbeck ha scritto questo di Positano: “Positano è un posto di sogno che non vi sembra vero finché non ci siete, ma di cui sentirete con nostalgia la profonda realtà quando l’avrete lasciato”.

 

Provate le alici crude di Cetara su una bruschetta di pane. Magia per il palato.

 

Scegliete, con un po’ di fortuna, un’alba tersa e ammirate lo spettacolo del sole che bacia e svela il borgo presepe di Positano. Andando verso Amalfi fermatevi su una delle numerose aree di sosta a bordo della SS 89. La macchina fotografica è d’obbligo.