/media/post/aqetarg/como.jpg

10 must sull’altro ramo del Lago di Como

I luoghi imperdibili del ramo di Lecco

È su questo lato del lago di Como o Lario, il suo nome antico, che il grande scrittore Alessandro Manzoni passò parte dell'infanzia. La famiglia infatti aveva a Lecco una proprietà. Fu proprio qui che il romanziere ambientò le vicende della sua opera più nota "I promessi sposi", con quell'incipit che ha reso immortale queste sponde: "Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno...".

 

Lecco

Città a vocazione industriale dal nucleo ottocentesco. Monumento simbolo è il Ponte di Azzone Visconti o Ponte Vecchio, tuttora in uso. Nel centro storico sorge Villa Manzoni, appartenuta alla famiglia del grande scrittore fino al 1818. Tra i luoghi storici riconoscibili nel romanzo, il Convento dei Cappuccini a Pescarenico.

 

San Pietro al Monte

Complesso architettonico e artistico di grande valore, situato a Civate. Sorge su un ripiano del Monte Cornizzolo a oltre 600 m d'altezza. Capolavoro assoluto è il ciborio all'interno della chiesa di San Pietro che sormonta l'altare.

 

Varenna

(descrizione)

 

Piccolo borgo gioiello sulle sponde del lago. Un tempo centro di pescatori, è oggi elegante rifugio per i turisti in cerca di tranquillità. Belle la Villa Monastero e la chiesa di San Giorgio.

 

Bellagio

Al centro del lago, sorge sulla confluenza dei due rami di Como e Lecco. La bellezza delle sue ville richiama da sempre i visitatori. Come Villa Melzi e Villa Serbelloni (luogo storico ma soprattutto hotel). www.giardinidivillamelzi.it, www.villaserbelloni.com

 

Menaggio

All'inizio della valle che porta al Lago di Lugano, è l'ideale punto di partenza per raggiungere diverse "location": le ville del Centro lago; i sentieri del Parco Val Sanagra; la Via Ferrata del monte Grona e la palestra di roccia tra il paese e la frazione di Nobiallo. www.parcovalsanagra.it

 

Gravedona

Famosa fin dal Medioevo, questa cittadina conserva la nota chiesa di Santa Maria del Tiglio. Raffinata nella composizione, prende il nome da un albero di tiglio che crebbe sul campanile poco dopo la sua costruzione.

 

Abbazia di Piona

Questa abbazia fu fondata nell'XI-XII secolo. Bello il chiostro in stile romanico e gotico. Qui si può acquistare il liquore Gocce Imperiali o Tintura Imperiale, prodotto anche in altre abbazie d'Italia.

 

Orrido di Bellano

È una gola naturale creata dal fiume Pioverna. Le sue acque nei secoli hanno modellato questi passaggi caratterizzati da grotte e anfratti. Una passerella permette la visita della stretta gola.

 

Valsassina

Racchiusa tra il gruppo delle Grigne e le Alpi Orobie, la Valsassina è da sempre punto di unione tra lago e montagne. Famose le sue località sciistiche e i suoi prodotti tipici, come i formaggi taleggio e robiola, e la polenta.

 

Golf

I tanti campi da golf presenti fanno del Lago di Como una destinazione ideale per tutti gli appassionati (www.golflakecomo.com). Nell'ottobre 2014, Villa Erba di Cernobbio sarà sede dell'International Golf Travel Market.

 

3 curiosità sul Lago di Como

Grignone, Grignetta e Coltignone. Sono i nomi dei tre picchi più famosi della Valsassina. Leonardo da Vinci visitò questa zona nel 1511, ne realizzò dei disegni e prese interessanti appunti di viaggio.

 

Ai Piani di Bobbio, a 1682 m, ci sono piste da sci, e in estate vale la salita per l'incantevole panorama sulle montagne.

 

Colico è un noto centro windsurf: questo è il punto più ventoso del lago, ideale per gli appassionati.