/media/post/v9tveqq/duomo_di_amalfi.jpg

10 magnifici monumenti della Costiera Amalfitana

Ville, abbazie ipogee, chiese e cattedrali

Monumenti, monumenti, monumenti. La Costiera nasconde un monumento in ogni dove. Dalle ville degli antichi romani che vi trascorrevano l’estate alle abbazie ipogee, fino alle chiese e cattedrali che vantano stili architettonici raffinati e senza uguali.

 

1) Duomo di Amalfi

Edificato nel IX secolo, è sicuramente il monumento più bello dell’intera Costiera. Dedicato a Sant’Andrea Apostolo, quello che vediamo oggi è il frutto di una serie di interventi architettonici che, a distanza di secoli, hanno donato questo aspetto così armonioso e magico con forme arabo- normanne.

 

2) Chiesetta di Santa Maria del Bando, Atrani

Edificata nel XII secolo, la sua candida e piccola architettura spunta nel verde della rigogliosa vegetazione del monte Aureo. Il suo nome pare derivi da una leggenda secondo la quale la Madonna concesse la grazia a un condannato all’impiccagione che in realtà era innocente.

 

3) Chiesa di San Giovanni Battista, Vietri sul Mare

Costruita nel XVII secolo in stile tardo rinascimentale napoletano, la Parrocchiale di Vietri vanta un’unica navata con un altare maggiore marmoreo e gli altri, minori, maiolicati. Interessanti le tele del XVII e XVIII secolo.

 

4) Villa Romana, Minori

Tra le ville d’otium lungo la costa quella che è arrivata a noi più intatta è la Villa Romana di Minori del I secolo d.C.

 

5) Abbazia di Santa Maria de Olearia, Maiori

Fondata nel 973 dai monaci benedettini, che all’interno vi crearono un frantoio, al suo interno si trovano tre cappelle sovrapposte e affrescate: la più antica è quella delle Catacombe o Cripta. Tel. 089 877452, www.aziendaturismo-maiori.it

 

6) Duomo di San Pantaleone, Ravello

Importantissimo monumento religioso fondato nel 1086, e ricostruito nel XII secolo, con un campanile possente con bifore e archi del XIII secolo. All’interno straordinari sono due amboni marmorei: primeggia quello del Vangelo di Nicolò di Bartolomeo da Foggia, del 1272, sorretto da fieri leoni.

 

7) Duomo di San Lorenzo, Ravello

Fondato nella seconda metà del XII secolo fu rifatto in età barocca e, oltre la semplice facciata, l’interno è un tripudio di candidi stucchi tra i quali spiccano le scene di vita di San Lorenzo.

 

8) Chiesa di San Gennaro, Vettica

Tra le più scenografiche chiese dell’intera Costiera, la Parrocchiale di Vettica Maggiore fu edificata nel 1589, sui resti di una precedente chiesa, con tre navate e una cupola maiolicata.

 

9) Cartiere Amalfi

Fu nota anche per la produzione della carta che vide, appunto, nella valle dei Mulini, a partire dal XIII secolo, la nascita di numerose cartiere che operarono attivamente fino al 1700. Da visitare il Museo della Carta, via delle Cartiere 23, Amalfi. Tel. 089 8304561, www.museodellacarta.it

 

10) Chiesa di Santa Maria assunta, Positano

Ovunque si vada, a Positano spicca la cupola maiolicata della chiesa di Santa Maria Assunta la cui costruzione, probabilmente, risale al X secolo. L’attuale aspetto è un intervento barocco. Al suo interno, a tre navate, si ammirano un coro ligneo, dipinti e l’icona bizantina della Madonna Nera con il Bambino.

 

3 cose da conoscere sulla Costiera Amalfitana

Tommaso Aniello de Fusco, il famoso Masaniello che nel 1647 guidò la rivolta contro gli spagnoli, ha origini di Atrani: il padre Ciccio oriundo di Minori e Antonia Gargano, appunto, di Atrani.

Ad Amalfi non perdete un altro indirizzo dello shopping della moda (i sandali sono di ottima fattura): Zillo in piazza Duomo 41, tel. 089 872532.

Ad Amalfi, fantastici i fuochi d’artificio che illuminano tutta la città e il mare antistante la notte di Capodanno.