alice lifestyle leonardo marcopolo

Un’interessante riflessione di Carlo Alberto Cavallo sul ruolo del serpente e sulla simbologia ad esso collegata per le civiltà che ha incontrato durante il suo viaggio lungo il fiume Mekong.

Ecco la descrizione dello stesso Carlo Alberto:

Dicono gli zoologi che se non ci fossero i serpenti nulla cambierebbe sulla terra.
Sehhh, che ci provino a dirlo agli abitanti del Mekong!
Il serpente, Naga, diabolico protettore, è dappertutto.
Scolpito marmoreo, allungato mai attorcigliato, se si può anche dorato.
Ma mai raffigurato, ad esempio nelle pagode. Dove si trova ogni specie animale ma non il serpente.
Lo trovate dipinto solo sulle colonne. Come volevasi dimostrare.