alice lifestyle leonardo marcopolo

Hué è l’antica capitale del Vietnam, capoluogo della provincia di  Thua Thien Hue e conta circa 338.994 abitanti.

Non soltanto dal punto di vista geografico, ma anche da quello climatico, la città di Hué si trova esattamente al centro del paese, a cavallo tra il clima a volte rigido della parte settentrionale e quello tropicale del sud del Vietnam.

Vietnam - Huè città proibita

All’interno della città proibita di Huè si trovano diversi edifici, templi, giardini e laghi

Cosa vedere a Huè – La città proibita

A 5 km dal centro abitato di Huè si trova la cittadella imperiale costruita che ci riporta indietro nel tempo all’epoca dell’impero vietnamita, quando fu edificata durante il regno dei 13 imperatori della dinastia Nguyen, che regnò incontrastata tra il 1802 e il 1945.

Si tratta di un complesso murato che sorge sulle rive del Fiume Profumo  e si estende su una superficie di ben 520 ettari. Al suo interno di possono visitare templi, palazzi, ponti, giardini e laghi.
La città imperiale è aperta dal lunedi alla domenica senza interruzione dalle 8 del mattino fino alle 5 del pomeriggio (eccetto per gli eventi ufficiali e feste) e l’ingresso è gratuito.

Vietnam - Corrado Ruggeri

L’ingresso alla città proibita di Huè in Vietnam

La città di Huè protagonista della storia

Nel corso del conflitto con gli americani, la città fu in gran parte distrutta durante la tristemente famosa offensiva del Tet, scatenata dall’esercito vietcong la notte del capodanno vietnamita, cioè tra il 30 e il 31 gennaio 1968.

Durante la battaglia di Huè, la città venne pesantemente bombardata dall’aviazione USA e gran parte dei suoi edifici storici vennero danneggiati o distrutti per sempre.

Dopo il 1975, con il Vietnam nuovamente unito e pacificato, il sito della città imperiale scivolò immeritatamente verso l’oblio almeno fino a quando non se ne intuì l’elevato potenziale turistico.

Dal 1993 il complesso dei monumenti di Hué è inserito tra  i beni Patrimonio dell’umanità tutelati dall’Unesco.