alice lifestyle leonardo marcopolo

Con gli occhi ancora pieni del paesaggio attorno a Spoleto, riprendiamo il percorso alla volta di Todi, posta su di un’altura che domina la Valle del Tevere. Piazza del Popolo è il punto di riferimento per partire alla scoperta della città, dalla maestosa cattedrale medievale con il cinquecentesco rosone che fa bella mostra di sé sulla facciata, ai palazzi del Capitano e del Popolo, entrambi oggi sede del Museo Pinacoteca di Todi, che comprende anche un’interessante sezione sulla storia della città, dalle origini all’età moderna (c’è anche la sella di Anita Garibaldi, lasciata dall’eroina durante la ritirata da Roma del 1849).

Da non perdere, inoltre, fuori dal circuito delle mura medievali, la chiesa di Santa Maria della Consolazione, il cui progetto a pianta centrale è stato attribuito a Donato Bramante, che vi avrebbe lavorato nei primissimi anni del Cinquecento. Non solo Medioevo e Rinascimento però: Todi è infatti diventata negli ultimi anni punto di riferimento dell’arte contemporanea, con numerose gallerie e spazi espositivi. Tra questi la Galleria Ab Ovo, in via del Forno, e l’Antica Hosteria della Valle, che mette a disposizione dei giovani artisti le sue sale, in un inconsueto incontro tra arte e gola, tutto da scoprire.