Marrakech – Guida Marocco
Vita notturna a Roma – Guida
Riad Marrakech: dove dormire

I riad di Marrakech sono molti, ma quali scegliere per dormire per una vacanza in Marocco. Ci sono alcuni riad molto conosciuti e costosi, altri più tipici, dove si viene accolti a Marrakech con il classico tè marocchino.
Abbiamo selezionato i migliori riad di Marrakech, tra gli itinerari della città.

Riad Topkaki - Marrakech

Questo riad è uno dei più interessanti di Marrakech, si trova nella Medina. Le camere sono tutte diverse e l'estate potete godervi la bellissima piscina protetta dalle mura di cinta della casa. Non dimenticate di provare gli hammam di Marrakech. (da 80 euro - Rue Al Atlas, Route de Fes - km 4 - Palmeraie).

Riad Enija - Marrakech

Riad situato in un palazzo del XVII secolo, appartenuto prima ad un caid, un alto funzionario, e poi ad un mercante di sete di Fez. Atmosfera raccolta e raffinata, arredi esclusivi e originali in ogni camera (da 270 euro - 9 Rahba Lakdima Derb Mesfioui - www.riadenija.com).

Riad Kniza - Marrakech

Il proprietario di questo piccolo riad dall'autentica atmosfera marocchina vi darà le giuste informazioni per godere al meglio la città e la vita notturna, come fa con i suoi numerosi ospiti Vip (da 180 euro - www.riadkniza.com).

Riad del Fenn - Marrakech

Atmosfere marocchine e design: questo riad è uno dei più cool di Marrakech, con un attenzione particolare all'ecologia, con pannelli solari (da 290 euro - www.riadelfenn.com).

Les Jardins de Mouassine - Marrakech

Questo riad si trova nella Medina e offre atmosfere tipiche a pochi passi dai luoghi più belli della città, come i giardini di Majorelle. (da 70 euro - www.lesjardinsdemouassine.com).

Riad 107 - Marrakech

A pochi passi da Djemaa el Fna, ottima meta per lo shopping a Marrakech, questo riad è uno dei più apprezzati dai viaggiatori (da 80 euro - www.riad107.com).

Informazioni

Prenota il tuo hotel
Prenota il tuo volo

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Europa

Come vi immaginate il “castello ideale”? Come dovrebbe essere? Siamo certi che se vi venisse chiesto di disegnarlo, il risultato somiglierebbe molto alla Fortezza di Wartburg, che si trova in Germania, presso Eisenach. Non è un caso che proprio la sua rispondenza all’archetipo del castello ideale abbia convinto nel 1999 la giuria dell'Associazione dei Beni Patrimonio Universale UNESCO a includere la Fortezza di Wartburg nella lista. [caption id="attachment_30138" align="alignnone" width="622"] Il fastoso salone delle feste nella fortezza di Wartburg[/caption] La Fortezza di Wartburg: dove, come, quando La Fortezza di Wartburg fu costruita a partire dal 1073  a nord della foresta della Turingia, presso l’abitato di Eisenach, città natale di Johann Sebastian Bach. La parte più antica del castello è il palazzo romano, il più antico nel suo genere di tutta la Germania. Pare che  il sovrano Ludwig II di Baviera si sia proprio ispirato alla Fortezza di Wartburg quando diede l’ordine di edificare il suo fiabesco castello di Neuschwanstein. Personaggi storici legati alla Fortezza di Wartburg Sono tanti i personaggi storici che hanno soggiornato, a vario titolo e in varie epoche, presso la Fortezza di Wartburg. A cominciare da Goethe, viaggiatore indefesso, che descrisse la regione nella quale si erge la fortezza come “eccezionalmente bella”. Ma a Wartburg soggiornò anche Santa Elisabetta, una delle figure di maggiore spicco di tutto il Medioevo, come anche Martin Lutero, che proprio a Wartburg portò a compimento la sua traduzione del nuovo testamento. Anche il grande compositore Richard Wagner si lasciò ispirare dalle atmosfere di Wartburg durante la composizione della sua opera Tannhäuser. Ma su tutti, Johann Sebastian Bach, la cui casa natale a Eisenach è oggi aperta al pubblico e ospita rappresentazioni musicali composte con strumenti originali dell’epoca [caption id="attachment_30139" align="alignnone" width="622"] D'estate la fortezza di Wartburg diventa teatro di diversi eventi culturali[/caption] Cosa visitare nei dintorni della Fortezza di Wartburg? Sono tante le escursioni che si possono fare intorno ad Eisenach e alla Fortezza di Wartburg. Si può visitare la casa di Lutero, oggi trasformata in un museo che ne illustra la vita e l’opera. Di tutt’altro genere, ma ugualmente interessante,  è il museo dell’automobile di Esienach, che custodisce tra l’altro alcuni antichi modelli di automobile risalenti al lontano 1898. Il tutto per non parlare delle bellissime passeggiate nel bosco della Turingia, con percorsi naturalistici interessanti e perfetti per gli amanti del trekking. Eisenach e la Fortezza di Wartburg – Info utili e consigni Se deciderete di raggiungere Eisenach e visitare la Fortezza di Wartburg, sappiate che tutti gli anni, tra marzo e aprile, il calendario degli eventi culturali si arricchisce grazie alle tante manifestazioni (concerti di organi, cantate, oratori ecc.) legati alle settimane turingiane di Bach. Nel periodo natalizio inoltre, Eisenach ospita un pittoresco mercatino storico proprio nella fortezza di Wartburg, nella cui Sala della Festa si tengono anche numerosi concerti a tema natalizio. [caption id="attachment_30140" align="alignnone" width="622"] Rappresentazione del Tannhäuser di Wagner a Wartburg[/caption] Eisenach, come arrivare. Dall’Italia si può volare fino a Francoforte e da lì, con due ore di treno, raggiungere Eisenach. Un po’ più distanti sono gli aeroporti di Monaco (5 ore in treno) e Berlino (3 ore). Sia i treni ICE che gli IC/CE arrivano nel centro di Eisenach. Per ulteriori informazioni: www.wartburg.de.
CONDIVIDI

Europa

Se non avete ancora scelto dove andare il prossimo Natale e se siete amanti dei mercatini natalizi, prendete in considerazione la città tedesca di Bamberga (Bamberg, in tedesco) La città di Bamberga è uno dei numerosi gioielli artistici e culturali che la Baviera può vantare ed è non a caso protetta dall'UNESCO come città patrimonio culturale mondiale per il suo ampio centro storico medievale rimasto miracolosamente intatto nei secoli. Visitare Bamberga in inverno L’inverno regala alla città di Bamberga un fascino davvero unico. Oltre ad essere proverbialmente associata alla birra, infatti, Bamberga è considerata la città del presepe e dei mercatini di Natale. Ogni anno, nel periodo natalizio, alle tante attrazioni che la città normalmente offre, si aggiunge infatti la Città del Presepe. Nel tempo dell’Avvento, la tradizione vuole che a Bamberga vengano allestiti numerosi presepi, uno più bello dell’altro. L’usanza di allestire il presepe a Bamberga affonda le radici  nel quattordicesimo secolo e fu sostenuta in particolar modo dall’ordine dei Gesuiti. Da allora la sfida che si rinnova ogni anno è quella di far sì che  il numero dei presepi a Bamberga non diminuisca rispetto all’anno precedente, ma che anzi aumenti anno per anno. La “Città del Presepe” di Bamberga Una delle tappe più importanti nella Città del Presepe è infatti quella che passa per il Museo Diocesano, che si trova nella cappella capitolare accanto al Duomo (al cui interno sono custoditi tesori di inestimabile valore come il mantello dell’imperatore e la tomba di Papa Clemente II) Il grande fascino della città con le sue viuzze silenziose, le facciate degli edifici innevate e decorate a festa, i presepi che sembrano contendersi pacificamente la palma del più bello e l’atmosfera natalizia rappresentano sicuramente una motivazione per scegliere questa città come destinazione ideale per le vacanze natalizie. Il mercato di Natale a Bamberga Nel cuore di Bamberga, sulla Piazza Maximiliansplatz, si svolge ogni anno il principale mercatino natalizio, amatissimo dai visitatori di tutte le età. Ma Bamberga offre altri quattro mercatini di artigianato natalizio durante i weekend dell’Avvento.. Il presepe allestito tradizionalmente all’interno del mercato fa parte della Cittá del Presepe. Passeggiando fra le bancarelle che offrono ogni sorta di articoli legati al Natale, i visitatori possono gustare le specialità  regionali come il pan forte oppure il vin brulè e nel frattempo scegliere souvenir e regali, frutto della tradizione artigiana locale, per amici e parenti, accompagnati dalla musica di zampogne e cornamuse che intonano i più classici motivi del periodo natalizio, che scaldano il cuore. Per saperne di più, visita il sito www.germany.travel
CONDIVIDI

Germania

Il concetto del sightsleeping hotel rappresenta una fortissima attrattiva per i viaggiatori che sognano da sempre di soggiornare in strutture letteralmente “regali”, a prezzi non necessariamente proibitivi. Se da piccoli vi hanno affascinato i racconti di principi e principesse, le storie piene di suggestione ambientate tra le antiche mura di castelli, con tanto di torri, grandi saloni delle feste, arazzi e arredi esclusivi, il soggiorno presso uno dei tanti sightsleeping hotel vi regalerà certamente emozioni indimenticabili. Sightsleeping hotel: cosa sono? Quanto costano? I sightsleeping hotel (nella sola Baviera se ne contano una ventina) non sono altro che antichi castelli, residenze principesche, fortezze, tenute o monasteri trasformati in spettacolari strutture ricettive che rappresentano già di per sé degli highlights da visitare, per di più dotate oggi di tutti i comfort che li rendono pronti ad accogliere i turisti offrendo loro la possibilità di sentirsi completamente immersi nella storia. Per di più, pianificando il proprio viaggio con un po’ di anticipo e approfittando delle offerte che tutte queste strutture periodicamente propongono, non è affatto detto che un soggiorno principesco costi una fortuna, anzi. I sightsleeping hotel della Baviera Particolarmente interessanti sono i sette castelli di Neuburg, Wernberg, Pommersfelde, Eggersberg, Rothenburg, Burgellern and Hopferau (tutti in territorio bavarese) . Ognuno di loro offre a chi lo sceglie per soggiornarvi una magica combinazione di ingredienti: vivere a tu per tu con la storia, respirare la cultura e la tradizione del luogo e vivere circondati dal lusso e da ogni comodità. Se per il vostro viaggio in Germania avete deciso da far tappa presso alcuni dei numerosi siti Unesco presenti in territorio tedesco, vi segnaliamo alcuni alberghi del circuito dei sightsleeping hotel situati proprio in prossimità dei siti stessi. [caption id="attachment_29284" align="alignnone" width="622"] Castello di Steinburg, Baviera[/caption] Sightsleeping hotel presso Bayreuth Non distante dalla Opera House di Bayreuth, considerata uno dei capolavori dell’architettura barocca dell’Ottocento, si può soggiornare presso il Castello di Rabenstein. Con le sue 22 stanze, tutte arredate in modo diverso, il castello si trova lungo la Burgenstrasse (la Strada dei Castelli) e la sua costruzione risalere al 1188. A Rabenstein soggiornò tra gli altri anche Re Ludwig I di Baviera, ma oggi è ogni singolo ospite a maritarsi qui un trattamento regale. [caption id="attachment_29287" align="alignnone" width="622"] Una delle camere del castello di Rabenstein[/caption] Sightsleeping hotel presso Bamberga A Schesslitz, a poca distanza dalla incantevole città di Bamberga e immerso in un paesaggio davvero pittoresco, il viaggiatore può soggiornare presso il settecentesco Schloss Burgellern. In questo caso le camere tra cui scegliere sono 23, tutte arredate con lussuosi mobili di fabbricazione italiana, proziosi arredi antichi e dotate di servizi moderni e personalizzati. [caption id="attachment_29293" align="alignnone" width="622"] Una camera dello Schloss Burgellern[/caption] Sightsleeping hotel presso Ratisbona La possibilità di godere di godere un soggiorno principesco si offre anche a chi visita la città di Ratisbona (Regensburg)  grazie a un altro sightseeing hotel. Si tratta questa volta di una vera e propria torre: il Turmhotel “Zum Erasmus” a Kelheim. Situato a ridosso delle antiche mura cittadine, l’edificio è stato completamente restaurato e le sue stanze arredate con materiali lussuosi come il masaico di Bisazza nelle stanze da bagno, cui fanno da contraltare gli antichi pavimenti in legno. [caption id="attachment_29289" align="alignnone" width="622"] Una delle camere del pittoresco Turmhotel zum Erasmus[/caption] Sightsleeping hotel presso Würzburg Altro Tesoro UNESCO, altro sightseeing hotel. Nei pressi della settecentesca residenza barocca di Wurzburg, con i suoi preziosi affreschi del Tiepolo, la monumentale scalinata e il salone delle feste, si trovano l’azienda vinicola “am Stein”, con annesso e hotel e il ristorante Reisers. Un soggiorno, in questo caso, dedicato agli appassionati del vino, che unisce la cultura enologica, la buona cucina e l’alloggio in camere belle e confortevoli. [caption id="attachment_29282" align="alignnone" width="622"] Panorama dalla terrazza del Castello di Steinburg[/caption] Sempre a Würzburg si trova l'hotel Schloss Steinburg con le sue 69 splendide camere. La costruzione risale in questo caso al 1897, ma l’hotel è stato parzialmente restaurato qualche anno fa. Dal ristorante si può godere una magnifica vista sulla valle e gustare piatti internazionali. Per saperne di più, si può visitare il sito www.bavieraturismo.it
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv