alice lifestyle leonardo marcopolo

Il Marocco è la nazione dell’Africa più vicina all’Europa, basta guardare oltre Gibilterra per vedere le sue coste e sognare un viaggio indimenticabile per molti.
Lontano dal mare, in una posizione strategica al centro del paese, c’è Marrakech, città all’ombra della catena montuosa dell’Atlante, meta di tanti escursionisti e amanti del trekking.
Marrakech è senz’altro la meta preferita dai tanti turisti che ogni anno arrivano in Marocco: la sua atmosfera, i souk, una delle moschee più grandi in Occidente, la Koutoubia, fanno di Marrakech una città da vedere.
Ma il Marocco è anche avventura: molti arrivano qui per intraprendere una viaggio on the road da Chefchaouen a Fes, nel cuore della cultura marocchina. Per muoversi nel paese consigliamo di approfittare dei bus e delle linee ferroviarie, affittare una macchina può essere costoso (http://www.oncf.ma/; http://www.ctm.ma/).
Distanti dal turismo ma non meno invitanti, ci sono le città di Rabat, la capitale e Casablanca: entrambe riflettono l’eredità imperiale francese del Marocco e mostrano il fascino di questa cultura.
Lontano dalle città, il Marocco si trasforma in un paesaggio spettacolare, fatto di alte montagne, gole e deserto (non lontano dal Sahara della Tunisia).

Quando andare in Marocco

Periodo migliore: da aprile a giugno, da settembre a ottobre – temperature miti (15 – 25 gradi)
Estate: mesi più affollati e caldi – temperature fino a 35 gradi