alice lifestyle leonardo marcopolo

Sette chiese gotiche su un’isola. Questo è il centro storico di Lubecca, in Germania. Le chiese sono in cotto. E sono la parte fondamentale di un delizioso centro storico tutelato dall’Unesco

Lubecca è conosciuta come la “prima città occidentale sulla costa del Mar Baltico”: e questo suo primato se lo porta dietro come cimelio storico, ad aumentare un prestigio che la Storia ha già conferito abbondantemente alla cittadina di Lubecca.

Lubecca, la storia

Lubecca è stata fondata nel 1143. Già fin dal VII secolo il territorio dove poi sorgerà la città  era abitato da tribù di stirpe slava. Nel X secolo, poi, gli Obroditi vi fondarono la città di Lubice. Vennero poi distruzioni e ricostruzioni. Fino a quella data, il 1143, quando Lubecca risorge un po’ distante dalla prima: questa volta viene scelto il luogo in cui scorreva un affluente del fiume Trave, il Wakenitz. Ma seguirono nuovi conflitti, nuove battaglie e una ennesima distruzione. Che sfociò in una ancora nuova ricostruzione.

Da lì in poi la storia di Lubecca è segnata dal successo e dall’espansione commerciale. Privilegi mercantili, status di “libera città”, la Lega Anseatica: dal Medioevo Lubecca è diventata la capitale del Mar Baltico. Con uno sviluppo urbanistico che ha permesso la costruzione, per esempio, della chiesa do Santa Maria nel 1250.

Lubecca e la letteratura

I Buddenbrook è il romanzo simbolo di Lubecca: scritto da Thomas Mann nel 1901, il libro racconta l’epopea di una famiglia, la cui storia si intreccia con la storia della città. Capitale economica della Germania fin dal Medioevo, Lubecca viene descritta nel romanzo di Mann come il centro vitale del commercio tedesco.

Lubecca – Cosa vedere

Quali sono le attrazioni di Lubecca? Cosa vedere una volta che si mette piede in questa città?

Lubecca – Cosa vedere: le chiese

Non si può non entrare nelle chiese del centro storico di Lubecca. Chiese costruite nel Medioevo e ancora perfettamente mantenute. Tra queste, prima di tutte, la chiesa dedicata a Santa Maria (Marienkirche): stile romanico e forme gotiche, è la chiesa che spicca all’orizzonte quando si volge lo sguardo da lontano a Lubecca: le sue torri sono alte 120 metri.

L’edificio più antico è invece il Duomo (Lübecker Dom): risale al 1173.

Un’altra chiesa importante da visitare è la chiesa conventuale trecentesca di Santa Caterina (Katharinenkirche). E poi ancora la chiesa di San Giacomo (Jakobikirche), detta dei Naviganti. La duecentesca chiesa di San Pietro (Petrikirche) e la piccola Sant’Egidio (Aegidienkirche).

Lubecca – Cosa vedere: la porta di Holstentor

Questa porta è il monumento più fotografato di Lubecca: in stile tardo-gotico simboleggia la vita e il lavoro dei mercanti di Lubecca nel Medioevo. È il simbolo della ricchezza medievale di Lubecca.

Porta Holstentor, Lubecca

Lubecca – Cosa vedere: il Municipio

Il Municipio di Lubecca (Lübecker Rathaus), si trova accanto alla chiesa di Santa Maria. La parte più antica di questo edificio è stata realizzata nel XIII secolo. Quanto meno curioso l’impasto di questi mattoni: sangue di bue e cenere.

Lubecca – Cosa vedere: i magazzini del sale

Sei costruzioni storiche (Salzspeicher) tutelate dall’Unesco che risalgono al Cinquecento-Seicento. Si trovano lungo il canale Trave. Il loro stile architettonico richiama il Medioevo nordeuropeo.

Lubecca – Cosa vedere: il Salone del Marzapane

Il Salone del Marzapane si trova all’interno del caffè Niederegger (di fronte al municipio) ed è una sorta di piccolo museo in cui si narra la storia del marzapane (una delle specialità dolciarie della città). Di impatto le dodici figure a grandezza naturale realizzate in marzapane. Una volta che siete qui non perdete l’occasione di gustare la torta di nocciole e marzapane: un classico.

Lubecca – Cosa vedere: l’Ospedale di Santo Spirito

Fondato nel 1276, l’Ospedale di S. Spirito (Heiligen-Geist-Hospital) è una delle case di cura medievali meglio conservate d’Europa. Fino agli anni Sessanta del secolo scorso è rimasto sempre in funzione.

Lubecca – Come arrivare

In treno o in macchina: Amburgo (50 min in treno / 1 h in pullman), Berlino (2,30 h con il diretto collegamento ferroviario ICE / 3 h in macchina), Copenaghen: (4 h in ICE).

Aeroporti internazionali: Lubecca (voli diretti da Milano- Bergamo e Pisa), Amburgo

Per info:

www.luebeck-tourism.de