Baixa – Lo shopping a Lisbona
Lisbona – Cosa vedere
Lisbona - Belém e il Monastero dos Jerónimos

Dove andare e cosa visitare a Lisbona? Vi presentiamo il Monastero dos Jerónimos e il quartiere di Belém a Lisbona

Non lontano da Lisbona, il quartiere di Belém si può raggiungere facilmente con il tram n. 15 da Placa do Commercio. Questo è il posto ideale per una passeggiata lungo le rive del Fiume Tago, per ammirare la bellezza del Portogallo.

Tra le cose da vedere a Lisbona, c'è anche il Monastero dos Jerónimos (Monastero di San Geronimo), uno dei patrimoni Unesco della città. Nel monastero si può visitare lo splendido chiostro, dove si possono ammirare gli stili differenti, dal tardogotico allo stile rinascimentale.

Nel quartiere si trova anche la torre di Belém, un gioiello in stile manuelino, costruita tra il 1515 e il 1521 come torre di guardia a difesa del porto.
Nel quartiere di Belém si trova anche una famosa pasticceria sempre affollata di turisti che sforna il famoso pasteis de Belém: da provare!

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Portogallo

L'Algarve si trova nel profondo sud del Portogallo, una regione perfetta per un itinerario alla scoperta di insenature, del mare e di lunghe spiagge. Qui un tempo c'erano i Mori, ora l'Algarve è una meta turistica molto ricercata ma non del tutto sfruttata, con dei luoghi ancora incontaminati. Accanto al mare e ai panorami dell'Atlantico, un itinerario nel sud del Portogallo vi farà scoprire anche le rovine romane di Estoi e la vecchia città moresca di Silves. Ma iniziamo il viaggio in Algarve. Faro: la capitale dell'Algarve Per una vacanza davvero completa, potete affittare una macchina a Lisbona e puntare verso sud. Per scoprire tutte le bellezze di Faro, iniziate con le vecchie stradine del centro storico. Visitate la Capela d'Ossos, la Cappella delle Ossa e poi il Sé, la cattedrale della città. Per un pò di shopping, le vie più movimentate sono Rua Santo António e Rua Francisco Gomes, oltre al Mercado de Faro, il miglior mercato della città. Per gustarsi un pò di mare, andate nella spiaggia più grande di Faro, la Praia de Faro. Vicino alla città, a circa 20 chilometri, c'è il Sao Brás de Alportel, uno dei luoghi più belli dell'Algarve: da visitare! Lagos e Portimao Lagos è una vecchia città di porto. Qui vale la pena farsi una passeggiata nei vicoli della città, tra la Igreja de Santo António, una chiesa barocca molto bella, e l'Antigo Mercado de Escravos, un antico mercato degli schiavi. A pochi chilometri trovate Portimao, dove potrete riposarvi in spiaggia alla Praia da Rocha's, oppure gustarvi (se non siete lì per caso!) le gare del Circuito Internazionale dell'Algarve a Portimao. Una delle attrazioni più interessanti in zona è il Castelo dos Mouros, a Silves, un castello di arenaria rossa da non perdere. Sagres: a sud di tutto Sagres ospita il punto più a sud di tutto il Portogallo, Cabo de Sào Vicente: a da qui che Vasco de Gama partì con le sue caravelle. Tra le spiagge più belle di questa località, ricordiamo Mareta. Albufeira: il divertimento in Algarve Albufeira, che assomiglia ad un villaggio nord africano, è una delle località turistiche più frequentate del Portogallo. Qui troverete non solo bellissimi hotel a picco sul mare ma anche dei resort da sogno. Ad Albufeira troverete anche tra le migliori spiagge dell'Algarve, come Praia da Falesia e Praia de Santa Eullia.
CONDIVIDI

Portogallo

L'Alfama è il più antico quartiere di Lisbona, rappresentava l'intera città, che solo in seguito si sviluppò verso ovest dando vita al quartiere della Baixa. Nei tempi antichi qui musulmani, ebrei e cristiani vivevano in armonia, prima che, a partire dal XII secolo, i conquistatori cristiani creassero ghetti moreschi e in seguito anche ebraici… Il grande terremoto del 1755 non distrusse il quartiere (anche grazie alla sua posizione elevata che la protesse dal maremoto), che mantenne il suo antico carattere di pittoresco labirinto di vicoli e piazzette. Recentemente è iniziata un'opera di riqualificazione con il restauro dei monumenti più significativi.
CONDIVIDI

Portogallo

Una valigia per due Alla scheda Ascanio ci racconta una giornata tipo a Lisbona tra bar, cafè e pasticcerie. A Lisbona non c’è giornata che possa iniziare senza il cafezinho: da qui l’importanza della cafeteria, il locale simbolo della città, che tuttavia a volte può prendere anche il nome di leitaria, perché magari un tempo vi veniva servito il latte per la popolazione meno abbiente. La pastelaria è invece più propriamente la nostra pasticceria, ma a Lisbona può cambiare aspetto e funzione a seconda degli orari: la mattina presto è il luogo della colazione e del caffè, a pranzo vi si possono consumare spuntini veloci, come un’insalata o una zuppa di verdure al bancone, nel pomeriggio torna il luogo del caffè per poi diventare quello dell’aperitivo o del dopocena. All’inizio del 1800 a Belém, vicino al Monastero di San Girolamo, si trovava una raffineria di zucchero di canna con un piccolo negozio: dopo la rivoluzione liberale del 1820 tutti i conventi furono chiusi e uno degli antichi occupanti del convento decise nel 1837 di vendere in questo negozietto dei pasticcini realizzati secondo la ricetta originale di quel convento, che presero presto il nome di pasteis de Belém. All’epoca, Belém era lontana dal centro della città ma la bellezza del monastero e della torre facevano sì che arrivassero continuamente visitatori sul battello a vapore: e tutti facevano tappa in questo negozietto, che divenne l’Antiga Confeitaria de Belém. La produzione dei pasteis, secondo una ricetta mantenuta segreta negli anni, proseguì nei locali annessi all’antica raffineria… e continua ancora oggi. Pasta frolla, crema pasticcera, zucchero e cannella: sembrano queste le componenti principali di queste tartelette ma… la ricetta vera e propria non si scoprirà mai!
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv