Hanoi, un viaggio in Vietnam inizia da qui
La New York di Roberto Faraone Mennella
I musei di New York - Guggenheim

Il Guggenheim è uno dei musei più belli di New York. Scopriamolo insieme in questa breve guida al museo.

Tra l'89esima e la quinta strada di New York sorge il Guggenheim di Frank Lloyd Wright. Ci vollero 17 anni per costruire questo edificio. 17 anni di progettazioni difficili, combattute tra il proprietario del Solomon Guggenheim e la città. 17 anni di discussioni con i vicini e la città.
Parte del problema era il progetto dell'architetto, differente da qualsiasi altro edificio che gli sta accanto. Il Guggenheim fu l'ultima e e forse la miglior opera di Frank Lloyd Wright.

La particolarità dell'edificio sta nella sua concezione spaziale: a spirale. La galleria sale dal piano terra fino alla cima dell'edificio e i dipinti sono esposti lungo i muri della spirale e in alcune stanze che si trovano lungo il percorso. Quando si visita il museo sembra di guardare delle opere d'arte all'interno di un'opera d'arte.

Artisti presenti: molti gli artisti di rilievo che il museo espone, come Georges Braque, Paul Cézanne, Marc Chagall, Edgar Degas, Paul Gauguin, Vasily Kandinsky, Edouard Manet, Joan Mirò, Piet Mondrian, Pablo Picasso, Pierre-Auguste Renoir, Georges-Pierre Seurat, Henri de Toulouse-Lautrec, ecc.

I consigli di Marcopolo

Continua a viaggiare a New York, scopri i luoghi da visitare nella Grande Mela, i musei (Guggenheim e MoMa) e la vita notturna di New York.
Per scoprire come arrivare a New York risparmiando, ecco i voli e le compagnie aeree che dall'Italia portano negli Stati Uniti.
Una guida di New York: Greenwich Village, il quartiere più movimentato di New York.
New York: i migliori ristoranti di cucina americana

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Nord

Qualche metro più in là c’è la sede dell’Fbi. A qualche isolato di distanza c’è invece la Casa Bianca. Nel mezzo di questo spazio così “particolare”, a Washington sorge un museo interamente dedicato all’arte dello spionaggio: il  museo delle spie.  Che nel 2012 celebra i suoi primi dieci anni di vita.   Uno “strano” museo L’idea di costruire uno Spy Museum dovette sembrare un po’ fuori luogo e pittoresca a metà degli anni Novanta – quando fu proposta – considerando che in quel periodo, causa la fine della guerra fredda, quella dello spionaggio era considerata un’arte in via d’estinzione. Ma con l’11 settembre l’America ha dovuto cambiare atteggiamento su questo fronte. Quella data viene infatti ricordata come il più grande fallimento dell’intelligence nella storia degli Usa.   Le “menti” del museo Direttore esecutivo del museo da dieci anni è  un certo E. Peter Earnest, un passato – poteva essere altrimenti? – come agente segreto della Cia. Nel corpo direttivo dello Spy Museum oltre a ex direttori dell’Fbi e vecchi agenti della Cia, anche chi all’epoca della guerra fredda indossava la divisa russa, come il generale del Kgb Oleg Danilovich Kalugin, ormai residente negli Usa.   La falsa identità del visitatore Il percorso all’interno del museo permette al visitatore di assumere una falsa identità e con quella partecipare al tour interattivo. Molti gli scenari. C’è la ricostruzione di alcune atmosfere tipiche dello spionaggio, come un caffè della Berlino del dopoguerra; o gli uffici moscoviti di Feliks Dzwerzhinsky, il fondatore della polizia sovietica ai tempi di Lenin (con tanto di passaggi segreti che si aprono dietro finte librerie e prigioni sotterranee dalle quali nella realtà ben pochi dissidenti russi uscirono vivi). C’è anche una curiosa collezione di oggetti. Dal “rossetto della morte” in cui è nascosta una piccolissima pistola, alla lettera – del 1777 – firmata in calce dal generale George Washington e indirizzata a un non meglio conosciuto uomo di New York cui venivano promessi 50 dollari per una missione di spionaggio. Immancabile, nella parte dedicata al cinema, la presenza di James Bond e della sua Aston Martin DB5 (quella del film Goldfinger) completa di sedili a espulsione.    Per uletriori informazioni consulta il sito dell'International Spy Museum.   Leggi anche: Il MoMa di New York Il Guggenheim di New York Il museo del sesso di New York
CONDIVIDI

Nord

New York è una città piena di vita, ricca di eventi e di luoghi da visitare. Molte sono le attrazioni che valgono una visita, Marcopolo ha stilato un elenco dei più popolari e sorprendenti luoghi da visitare a New York. Empire State Building Questo edificio è l'icona di New York. Ogni giorno visitatori provenienti da tutto il mondo affollano il ponte di osservazione da cui si può vedere tutta la città. Consigliamo di evitare gli orari di maggiore affluenza, le code agli ascensori potrebbero essere molto lunghe. E' qui che è stato girato King Kong, uno dei tanti film ambientati a New York. Ellis Island Questa isola è stata la maggiore frontiera d'ingresso per gli immigranti che sbarcavano negli Stati Uniti. E' possibile visitare gratuitamente Ellis Island: l'Immigration Museum, che si trova sull'isola, è una stupefacente vetrina della storia americana. Metropolitan Museum of Art E' uno dei principali musei d'arte in tutto il mondo. Il "Met" offre la piu' raffinata e completa collezione di manufatti del XIX e XX secolo disponibile ai giorni nostri. Guggenheim Museum Il Guggenheim è stato disegnato da Frank Lloyd Wright. La particolarita' dell'edificio sta nella sua concezione spaziale: a spirale. Al suo interno vi è una preziosa collezione permanente dedicata alle opere del XIX secolo, fino ai nostri giorni. Coney Island Coney Island si trova sulla punta meridionale di Brooklyn e si raggiunge facilmente con la metropolitana. Il parco dei divertimenti Astroland, che si trova a Coney Island, è famoso per essere il luogo di nascita delle "montagne russe", ed anche la patria di uno degli ultimi rollercoaster in legno. Central Park Nessuno può venire a New York senza visitare il Central Park. Questo luogo è un'istituzione della città e se si vuole si può usufruire dei tuor gratuiti offerti dal Central Park Conservancy. Il ponte di Brooklyn Quando è stato inaugurato nel 1883, il ponte di Brooklyn era la struttura più alta del nord America. Vi consigliamo di fare una passeggiata sul passaggio pedonale per poter ammirare appieno lo skyline della città. Times Square I teatri di Broadway e le insegne al neon hanno fatto di questa piazza un'icona di New York. Times Square è l'unico quartiere in cui è richiesto ai proprietari dei palazzi di esporre insegne luminose: da vedere di notte. Rockefeller Center Costruito dalla famiglia di banchieri statunitensi Rockefeller, questo centro è un gruppo di 19 edifici commerciali che affaccia sulla quinta strada. E' famoso per ospitare nel periodo natalizio il più grande albero di natale del mondo. Fifth Avenue E' la strada dello shopping, un simbolo per New York. Qui si incontrato i momunenti più conosciuti, ed è qui che sfilano le tradizionali parate della città. Scopri con Marcopolo gli indirizzi migliori per lo shopping a New York. I consigli di Marcopolo Oltre ai luoghi più belli e conosciuti di New York, vi consigliamo una passeggiata nelle mete dello shopping della Grande Mela, per scoprire anche i luoghi dove dormire e dove mangiare. Non perdetevi New York in 7 giorni, la guida che vi aiuterà a scoprire New York in pochi giorni guidandovi quartiere per quartiere e giorno per giorno. Per conoscere la vita notturna della Grande Mela, i locali e i quartieri dove divertisi, seguite il tour di Marcopolo con By Night. Se volete invece conoscere l'agenda degli eventi della città, vi rimandiamo a Ncygo.com. Per scoprire come arrivare a New York risparmiando, ecco i voli e le compagnie aeree che dall'Italia portano negli Stati Uniti. Una guida di New York: Greenwich Village, il quartiere più movimentato di New York. New York: i migliori ristoranti di cucina americana. New York: comprare casa.
CONDIVIDI

Nord

A New York, sulla 53esima strada, tra la Quinta e la Sesta Avenue, si trova uno dei più importanti musei di arte moderna del mondo, il MoMA. Ad oggi il museo offre la più raffinata e completa collezione di manufatti del XIX e XX secolo disponibile ai giorni nostri.Fondato nel 1929 a New York da Abby Aldrich Rockefeller e da due sue amiche, Lillie P. Bliss e Mary Quinn Sullivan, il museo venne dapprima ospitato in sei stanze tra gallerie e uffici del Manhattan's Heckscher Building e poi spostato nel 1937 nella sede attuale che nel corso degli anni ha subito notevoli lavori di restauro e ammodernamento.La fama del MoMA crebbe con il corso del tempo a partire dalla celebre retrospettiva dell'opera di Picasso del 1939-40 che rappresentò una significativa reinterpretazione dell'arte del pittore spagnolo. Oggi la collezione del MoMA comprende più di 150.000 opere, oltre a 22.000 film e 4 milioni di fermi immagine. Artisti presenti: Pablo Picasso, Claude Monet, Salvador Dalí, Marc Chagall, Paul Cézanne, Umberto Boccioni, Jackson Pollock, Vasily Kandinsky, Giorgio de Chirico, Joan Miró e molti altri.Per chi voglia visitare New York durante l'estate, consigliamo di non perdersi la mostra temporanea Da Cézanne a Picasso: I dipinti della collezione di David e Peggy Rockefeller, che si terrà al MoMA dal 15 luglio fino al 31 agosto.Visita con Marcopolo un altro celebre museo di New York: il Guggenheim. I consigli di Marcopolo Continua a viaggiare a New York, scopri i luoghi da visitare nella Grande Mela, i musei (Guggenheim e MoMa) e la vita notturna di New York.Per scoprire come arrivare a New York risparmiando, ecco i voli e le compagnie aeree che dall'Italia portano negli Stati Uniti.Una guida di New York: Greenwich Village, il quartiere più movimentato di New York.New York: i migliori ristoranti di cucina americana
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv