Google e i viaggi online: la prossima mossa di Big G è ITA
Viaggi a cavallo in Italia: dove e come
Enoteche - Le migliori cantine e wine bar in Italia

Esistono un'infinità di enoteche in Italia, ma quali sono le migliori, i più antichi negozi di vini nel Belpaese. Non è stato facile stilare una classifica, ma ecco le 10 enoteche che si sono distinte tra vini, spumanti e liquori, con un occhio all'enogastronomia italiana.

Enoteca della Valpolicella

Luogo suggestivo, si trova a Fummane a pochi chilometri da Verona e della Bottega del Vino. Una completa selezione di etichette della Valpolicella. Gli Amaroni più prestigiosi come pure rare bottiglie di Recioto sono al centro di una cantina di prestigio. Qui è possibile anche degustare un pasto completo, ottima cucina territoriale. Prezzo: circa 40 euro.
Via Osan 45, Fumane (Vr) | tel. 045/6800471

Trimani

Il negozio di vini più antico di Roma (l'attuale sede esiste dal 1876) è molto rinomato nella capitale per la sua pregiata e vasta scelta di vini, champagne, spumanti, liquori e distillati. La ristrutturazione ha conservato la struttura storica coniugandola con elementi di funzionalità moderna. Da una decina d'anni, la vendita di vini è affiancata dal Wine Bar (via Cernaia 37/b), per la mescita e il servizio al tavolo e per la ristorazione.
Via Goito 20, Roma | tel. 06/4469661

San Lorenzo Wine Bar

Il San Lorenzo è un wine bar che esce dagli schemi tradizionali di questa tipologia di locali. La sua filosofia è quella di far scoprire delle vere e proprie chicche ai suoi clienti, le degustazioni avvengono per zone geografiche, la cantina propone etichette di Italia e Francia ma sono molte le sorprese che provengono da paesi come Australia, Cile, Nuova Zelanda, Sud Africa e California.
In un ambiente moderno ed elegante è anche possibile degustare qualche piatto della tradizione umbra.
Via Oberdan 12, Foligno (Pg) | tel. 0742/341041 | www.sanlorenzowinebar.it

Cantina Apollonio

Tra i tanti luoghi del vino da conoscere nella realtà pugliese è d'obbligo fare una visita alla cantina Apollonio, questa famiglia commercia vino sin dal 1870, tradizione che si tramanda da padre in figlio, oggi a condurre cantina e azienda agricola sono i due fratelli: Massimiliano e Marcello. Classica cantina con elegante sala degustazione, ma da non mancare la visita alla barriccaia e nella vecchia cantina.
Via San Pietro in Lama 7, Monteroni di Lecce (Le) | tel. 0832/327182 | www.apolloniovini.it

Cantine Redi

Per i turisti del vino una tappa immancabile dei propri tour è una visita alle Cantine Redi di Montepulciano. Cantina storica, che definire suggestiva sembra riduttivo, ambienti imponenti ricchi di cunicoli, botti e tini; tutto sembra appartenere alla scenografia di un film storico, invece sono reali e provengono da epoche lontane.
La cantina sorge su strutture medievali, e rispetta a pieno le regole degli statuti di Montepulciano del 1337 per quanto riguarda la cura del vino di quell'epoca. Un vero tuffo nel passato oltre chiaramente alla opportunità di degustare verticali di Nobile di Montepulciano.
Via di Collazzi 5, 53045 Montepulciano (Si) | tel. 0578/716092 | www.cantinadelredi.com

Enoteca Marcucci

L'ambiente di questa ottima enoteca è di grande fascino, grazie all'eleganza della semplicità. Il patron Michele Marcucci offre una cantina con oltre 2.500 etichette pregiate e ha disposto alcuni tavoli per mangiare seduti tra gli scaffali di bottiglie. Molto ben frequentato, annovera tra i suoi clienti nomi come Giorgio Armani, Paul Smith, Fernando Botero, Flavio Briatore e Naomi Campbell.
Via Garibaldi 40, Pietrasanta (Lu) | tel. 0584/791962 | www.enotecamarcucci.it

Enoteca Regionale la Serenissima

Luogo ricco di fascino, ha sede nel palazzo dei Provveditori veneti del 1400, al centro della cittadella fortificata di Gradisca, si possono degustare quasi tutte le etichette friulane accompagnate da fantastici stuzzichini a base di Montasio e di varie tipologie dei meravigliosi prosciutti regionali.
Prenotando è anche possibile cenare, ovviamente la cucina è rigorosamente del territorio, se non bastasse è possibile visitare una mostra permanente di prodotti friulani come grappe e mieli selezionati.
Via Battisti 30, Gradisca d'Isonzo (Go) | tel. 0481/99598 | www.enotecalaserenissima.it

Cantina Comunale di La Morra

Siamo in Piemonte, nel centro delle Langhe, centro di produzione di vini tra i più prestigiosi d'Italia. La Morra è un po' il cuore del Barolo come zona.Dalla sua piazza nel paese si può ammirare tutta la langa da Alba fino all'Alta Langa (Murazzano).
Nella Cantina si può degustare un'ottima selezione di Barolo, Nebbiolo, Dolcetto e Barbera, oltre che chiaramente acquistare bottiglie delle migliori aziende della zona. La Cantina ha sede nelle cantine settecentesche del palazzo dei Marchesi di Barolo, gli ambienti caratteristici, semplici ed accoglienti, purtroppo non è possibile degustare qualche prodotto gastronomico da abbinare al vino, ma in paese non mancano le opportunità.
Via C. Alberto 2, La Morra (Cn) | tel. 0173/509204 | www.cantinalamorra.com

Malia Wine Bar

La cantina di questo locale è la stessa del Ristorante la Locanda di Alia, è da sempre considerata una delle più importanti del Sud Italia, ma non solo. Oltre settecento le etichette in cantina, sono presenti ai vertici anche e soprattutto con le loro annate più importanti, quindi è possibile effettuare anche degustazioni verticali.
Il panorama internazionale è rapresentato da vini francesi e da una selezione mondiale.Una grande attenzione però è rivolta soprattutto ai vini del Sud con accurate preferenze. La Carta dei Distillati è molto ricca ed offre autentiche chicche. L'ambiente è elegante ed accogliente non mette in soggezione, si possono degustare piccoli assaggi della cucina di Pinuccio Alia, ma anche ovviamente cunsumare un pasto di alto livello nell'adiacente ristorante.
Via Ietticelli 55, Castrovillari (Cs) | tel. 0981/46 370

N'ombra de vin

In zona centrale questa cantina enoteca trova asilo presso l'antico refettorio dei Frati Agostiniani, ormai da quasi trenta anni è mèta di pellegrinaggio degli amanti del vino milanesi. Aperto sin dal mattino il vino si può acquistare e degustare, negli anni le etichette selezionate hanno raggiunto una vastissima gamma, qui si possono seguire corsi di degustazione ed abbinamento al cibo. I soffitti alti a volta e le colonne dell'antico refettorio donano all'ambiente un tocco altamente suggestivo. È possibile provare piatti della tradizione e rivisitazioni gastronomiche interessanti.
Via San Marco 2, Milano | tel. 02/6599650 | www.nombradevin.it

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Tags:cantinenogastronomiaenotecaenotecheitaliavini
Articoli Correlati

Africa

Il turismo in Namibia è strettamente legato al discorso ecologico e di tutela del territorio. Non potrebbe essere altrimenti se si vuole che gli splendidi scenari namibiani rimangano intatti. Il 40 per cento del territorio è protetto. Per questo un  viaggio in Namibia è ancora più affascinante C'è solo un modo per visitare quel Paese di straordinaria bellezza che è la Namibia. C'è solo una strada, quella dell'ecoturismo. Non a caso, infatti, la Namibia è stata una delle prime nazioni al mondo a includere la protezione dell'ambiente nella sua Costituzione. E i numeri parlano chiari: circa il 40 per cento della superficie della Namibia è protetta o come parco nazionale, o come riserva di caccia. O in altra forma che tutela comunque il territorio rendendolo "intoccabile".  Dalla costa alle zone desertiche interne: le aree sotto tutela sono un po' ovunque. Ed è in questo ambito di forte attenzione alla natura che si inserisce - in Namibia - anche il turismo. Anzi, l'ecoturismo: che prevede - per esempio - la possibilità di visitare alcune zone solo in gruppi numericamente ristretti di persone così da non danneggiare l'ambiente. Così da ridurre il più possibile l'impatto sul territorio, senza però negare la possibilità di vedere paesaggi decisamente rari per la loro bellezza. Basti pensare alla regione del Damaraland, o al Namib (il cosiddetto "deserto rosso"), o ancora all'Etosha National Park. Tutto questo si concretizza nella possibilità - per esempio  - di dormire nei campi tendati, aspettare che il sole tramonti seduti per terra. E poi risvegliarsi col sole che pian piano comincia a scaldare la natura. La Namibia offre comunque strutture in ottime condizioni, dove tutto è costruito con materiali locali. Lo stesso discorso vale per i lodge che possono essere forse un po' più comodi delle tende, ma dove tutto è assolutamente rispettoso dell'ambiente. Leggi lo speciale di Marcopolo dedicato alla Namibia
CONDIVIDI

News ed Eventi

Questa è l’estate dei festeggiamenti a Forte dei Marmi. La località più famosa della Versilia celebra i suoi primi cento anni di vita e mondanità Sono festeggiamenti lunghi quelli per il centenario del comune di Forte dei Marmi, che il 26 aprile 1914, a furor di popolo, dichiarava la sua indipendenza da Pietrasanta. Forte dei Marmi è la capitale della Versilia: voluto dal Granduca Leopoldo di Lorena, quando ancora era un piccolo borgo di pescatori e carrettieri, da sempre amato dalle grandi famiglie italiane, oggi è il quartier generale dello shopping à la page, degli alberghi eleganti e dei ristoranti stellati. Ma Forte dei Marmi resta sempre un piccolo paese della riviera tirrenica, con pensioni familiari e trattorie di pesce. Forte dei Marmi - Eventi Fulcro della lunga programmazione di eventi in onore del centenario di Forte dei Marmi  è Villa Bertelli con la sua Fondazione, che quest’anno in particolare ha contribuito a rendere il Forte meta privilegiata. Tra le mostre allestite per l’occasione, “Camere d’artista”, l’esposizione sul design italiano con nomi di spicco come Gio Ponti e Maurizio Tempestini, fino al 14 settembre. Forte dei Marmi – Cosa fare Forte dei Marmi – Stabilimenti A Forte dei Marmi la giornata  inizia con la tradizionale colazione al Caffè Principe, affacciato sulla via principale del centro o alla Caffetteria Il Giardino, altro punto fermo per affezionati. Pedalando verso la spiaggia, si incontrano decine e decine di stabilimenti, ciascuno con la sua storia. La stagione scorsa ha inaugurato i primi bagni a marchio Barilla. Forte dei Marmi significa anche Bagno Piero: con l’ottimo ristorante a bordo piscina è dal 1933 uno dei più storici e ambiti dal jet set. Un concetto di ristorazione trendy e dinamica caratterizza Fratellini’s, perfetto per un pranzo sul mare senza rinunciare ad un’ottima proposta gastronomica. Forte dei Marmi – Shopping Forte dei Marmi è anche il tempio dello shopping, dove vicino a boutique griffate e famosi monomarca, resistono ancora indenni artigiani come Giovanni del Forte che da trent’anni fa i suoi zoccoli su misura. Mitico il mercato del mercoledì e della domenica in piazza Marconi. Forte dei Marmi – L’aperitivo Il rito dell’aperitivo è insito nell’anima di Forte dei Marmi, tanto che ormai tutti gli stabilimenti si sono attrezzati per permettere ai propri clienti, e non solo, di restare in spiaggia a sorseggiare un cocktail. Per chi non bada a spese, il posto più trendy per l’happy hour è il 67 Sky Lounge Bar sulla terrazza dell’Hotel Principe, 5 stelle entrato a far parte di The Leading Hotels of the World. Il resort, in occasione del Centenario, propone un soggiorno speciale, con colazione in camera, cena al Lux Lucis, accesso esclusivo alla Spa e utilizzo dello Yacht Mazarin’72 (a partire da 600 euro a notte a persona). Forte dei Marmi – Dove andare a cena E per la cena c’è l’imbarazzo della scelta: lo storico Lorenzo, in centro, famoso in tutta la Versilia e, da oltre 30 anni, luogo di riferimento per appassionati gourmet, oppure Orlando, da provare almeno una volta: le sue focaccine sono un’istituzione. Forte dei Marmi – Divertimenti Negli ultimi vent’anni Forte dei Marmi ha rafforzato la sua vocazione turistica e mondana, entrando di fatto nella top ten delle città italiane del divertimento. Le notti in Versilia sono famose soprattutto per La Capannina di Franceschi, tempio indiscusso del divertimento già negli anni ’60, e per il Twiga, dove è facile trovarsi a stretto contatto con personaggi del jet-set. Di fama recente, il Beach Club Village, non solo uno stabilimento balneare innovativo per concezione e servizi, ma anche ristorante raffinato e uno dei club più apprezzati. Nel numero in edicola della rivista Marcopolo - Diari di Viaggio trovate uno speciale dedicato al centenario di Forte dei Marmi: una guida completa degli eventi organizzati, i consigli su dove mangiare, dove dormire e cosa fare nel cuore della Versilia
CONDIVIDI

News ed Eventi

A partire dal 22 luglio è in edicola il nuovo numero della rivista di Marcopolo. Ospite d'onore in copertina e nel servizio di apertura l'attrice Caterina Murino, di origine sarde. Che ci conduce alla scoperta di una Sardegna più selvaggia, quella del sud Questo  nella Sardegna meridionale è un viaggio lontano dal clamore e dalla mondanità. Guidato dalla natura, attraversato da strade che assecondano il paesaggio aprendosi sulla costa o penetrando nell’entroterra. Che esorta al silenzio delle calette solitarie, che invita a esplorare aree protette, al relax nelle ottime strutture di accoglienza, a gustare i sapori forti della terra e quelli più leggeri del mare, a sfiorare le trame dei tessuti, a contemplare i fenicotteri. Sardegna: la costa meridionale È una Sardegna splendida, facilmente raggiungibile arrivando all’aeroporto di Cagliari, da cui partire all’esplorazione della costa del sud, ancora incontaminata nella sua bellezza selvaggia, ma con tutti i servizi e le comodità per godere appieno della vacanza. Il mare lascia a bocca aperta per quanto è trasparente, con tutte le sfumature, dall’azzurro chiaro al blu scuro. Verrebbe da dire un mare da Maldive, ma in realtà chi conosce questa zona, lo sa: questo è un mare da Sardegna. Iniziamo la scoperta del territorio spostandoci a est di Cagliari, nella zona di Villasimius (dove si può alloggiare all’Hotel Cala Caterina), per proseguire nell’entroterra, nel paese di Orroli, famoso per i molti tipi di pani, e finire sulla costa a ovest della città, con spiagge splendide come Chia. La Sardegna di Caterina Murino Ad accompagnarci in questo viaggio è Caterina Murino, l’attrice che, pur nella dimensione internazionale del suo successo, sente ancora forte il legame con le origini: cagliaritana doc, ama e conosce questa terra con entusiasmo contagioso e ne è un’ambasciatrice perfetta: “Provo un amore viscerale per la mia terra. Ogni volta che torno è un colpo al cuore. E un colpo d’occhio… quest’isola è fatta di luoghi a tratti inesplorati, di natura selvaggia, di colori magici. Come quelli delle sue acque, limpide e smeraldine, che credetemi non ho trovato in nessun altro posto al mondo. Persino le Maldive non hanno quell’elettricità del nostro mare e quell’unicità delle nostre calette.”     ... continuate a leggere l'articolo sulla rivista.... Marcopolo - Diari di Viaggio agosto-settembre 2014 è in edicola a partire dal 22 luglio Gli estratti della rivista: - Piccole isole italiane. Mare bello e possibile - Forte dei Marmi compie 100 anni - Le migliori trattorie d'Italia
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv