Shopping a Milano – Quadrilatero d'Oro
Giudecca, guida all’altra Venezia. L’isola più tranquilla della Laguna
Borghi dell'Emilia Romagna - I più belli

In Emilia Romagna, e più precisamente nel ducato di Parma e Piacenza, nel cuore dell'Emilia, ci sono alcuni borghi medievali ideali per un week end tra arte e sapori.

Da Fontanellato a Vigoleno, da Castell'Arquato a Bardi tra le tracce del Parmigianino e le presenze dimenticate che ancora oggi abitano quegli antichi castelli.

Fontanellato - Borghi dell'Emilia Romagna

Nell'acqua del fossato che cinge la rocca, si riflette un'immagine legata al Rinascimento. La fortificazione militare, nata nel Medioevo e divenuta palazzo signorile dopo l'acquisto da parte dei Sanvitale (XIV secolo), custodisce un piccolo tesoro: la saletta di Diana e Atteone (1524). Affrescata dal Parmigianino, mostra il mito del cacciatore sorpreso a spiare il bagno della dea e per questo trasformato in cervo, così come Ovidio racconta nelle “Metamorfosi”. Interessante anche la Camera Ottica: un complesso sistema di lenti e prismi permetteva di dominare con lo sguardo ogni angolo della piazza.

Vigoleno - Borghi dell'Emilia Romagna

Tta le viuzze del borgo medievale, rimasto intatto nonostante il passare del tempo, si sono posati i leggiadri passi di una principessa: Maria Ruspoli de Gramont, proprietaria del castello negli anni '20 del Novecento. Illustri artisti, da Max Ernst a Gabriele D'annunzio, frequentarono i salotti del suo castello dove risuonava la musica delle orchestre veneziane. Nel borgo merita una visita la pieve di San Giorgio (XII secolo), con i suoi capitelli l'uno diverso dall'altro, ma legati a tematiche vegetali. Tutti tranne uno. Il più originale sorprende l'osservatore mostrando un'allegoria del peccato della lussuria.

Castell'Arquato - Borghi dell'Emilia Romagna

Una sola piazza per tre poteri: spirituale, civile e militare. Ma qualcosa disorienta l'osservatore: la chiesa (XII secolo) mostra al palazzo del podestà e alla rocca dei Visconti la sua parte posteriore, con l'antica fonte battesimale ad immersione. Sembra così dire di purificarsi prima di accedervi e vedere i tre cicli pittorici nella cappella di Santa Caterina. Sì perché a Castell'Arquato, diavolo e fantasmi sono quasi una presenza tangibile. Nella notte ancora si sente la voce di Sergio, incarcerato nella rocca nel 1620 per aver attentato alla vita del cardinale e, su una ripida scalinata vicino alla chiesa, il sovrano degli inferi ha lasciato la sua impronta: uno scalino cremisi.

Bardi - Borghi dell'Emilia Romagna

Affranto per l'amor perduto, Moroello si mostra a chi sa vederlo. Fu comandante delle guardie nel XV secolo, ma il suo cuore si spezzò quando la sua amata, credendolo morto, si gettò dall'alta rupe su cui sorge la fortezza, all'epoca proprietà dei Landi. Nel castello, le foto del fantasma realizzate dal Centro studi parapsicologici di Bologna e strumenti di tortura di varie epoche. Ma se l'amore trionfa su tutto, lasciate i tetri luoghi ed entrate nella chiesa di Santa Maria: qui vi aspetta la grazia dello “Sposalizio di Santa Caterina” dipinto dal giovane Parmigianino.

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

News ed Eventi

Cortonantiquaria è l’evento fieristico che ogni anno trasforma per 15 giorni l’antica polis etrusca (e oggi uno dei borghi più affascinanti della Toscana) in un grande mercato dell’antiquariato, che si caratterizza per l’altissima qualità dell’offerta, fra mobili pregiati, dipinti, tappeti antichi, sculture e ogni sorta di oggetti da collezione. Quest’anno, in occasione della sua 53° edizione, Cortonantiquaria si svolge dal 22 agosto al 6 settembre e presenta un programma di eventi culturali più che mai ricco, grazie alla presenza un ospite davvero eccezionale: l’Egitto. Per tutti gli amanti dell’affascinante mondo dell’antico Egitto, la data da segnare in rosso sul calendario è quella di venerdì 4 settembre, giorno in cui l’Ente del Turismo Egiziano in collaborazione con l’Associazione Culturale Atrapos darà vita all’ Egypt Day. Per l’occasione, a Cortona sarà presente anche il più famoso archeologo egiziano, Dr. Zahi Hawass. Hawass, ex ministro delle antichità e personaggio televisivo a livello internazionale, che terrà una conferenza al Teatro Signorelli alle ore 21.00 e sarà insignito il giorno successivo del Premio Cortonantiquaria 2015, ormai giunto alla quindicesima edizione. [caption id="attachment_55218" align="alignnone" width="622"] Cortona, antica polis etrusca e oggi una delle più pittoresche cittadine della Toscana[/caption] Questo, nel dettaglio, il programma di appuntamenti dell’Egypt Day di Cortonantiquaria: ore 17:00       Conferenza “Ventagli egizi”, relatrice D.ssa Paola De Dominicis Palazzo Casali (MAEC) ore 18:30 Conferenza “Luxor Times – Egitto Oggi”, relatori Mena Melad e Leonardo Lovari, Associazione Atrapos e Luxor Times, con un’introduzione del Dr. Emad Abdalla, Direttore Ente del Turismo Egiziano in Italia Teatro Signorelli ore 19.30 Conferenza del Dr. Zahi Hawasscon presentazione mondiale del libro “Magic of Pyramids. My adventures in archeology” Teatro Signorelli Cortonantiquaria si conferma quindi ancora una volta un appuntamento da non perdere per chi non resiste al fascino del passato oltre che un modo per tenere quel passato più che mai vivo.
CONDIVIDI

Centro

Nasce il primo progetto di history telling in Italia: la storia di Siena proiettata sul Duomo grazie ad una tecnica di video mapping 3D che lascerà a bocca aperta gli spettatori. Titolo dell'evento "La Divina Bellezza – Discovering Siena". Scopriamo le caratteristiche e gli appuntamenti con La Divina Bellezza. La Divina Bellezza – Discovering Siena: video 3D sul duomo di Siena La storia di una delle città più apprezzate dai turisti - grazie al suo centro storico medievale ricco di arte e cultura e alle sue tradizioni - rivive con degli effetti speciali d'eccezione. Un video mapping in 3D realizzato sul facciatone del Duomo di Siena che, durante le sere d'estate, farà rivivere la storia di Siena e del Duomo in un viaggio nel tempo e nelle emozioni, nel mito e nella bellezza; si tratta di una tecnologia all'avanguardia che permetterà di proiettare su 800 mq di superficie immagini da oltre 6 milioni di megapixel. La Divina Bellezza – Discovering Siena: quando si svolge La Divina Bellezza – Discovering Siena si svolge dal 24 luglio al 30 settembre 2015 sulla facciata del Duomo di Siena, in piazza Jacopo della Quercia. La manifestazione sarà in programma tutti i giorni della settimana con due proiezioni per sera, dopo il tramonto. Ad organizzare l'evento il Comune di Siena e l'Opera della Metropolitana di Siena, in collaborazione con Filmmaster Events e Opera Gruppo Civita che oggi fanno parte di IEN – Italian Entertainment Network - con lo scopo di valorizzare il complesso del Duomo di Siena: La Divina Bellezza – Discovering Siena un progetto tra arte, cultura, storia e tecnologia. In cosa consiste La Divina Bellezza – Discovering Siena La Divina Bellezza – Discovering Siena è una esperienza visiva in 5 atti che permetterà di ripercorrere la storia di un luogo unico al mondo, ma soprattutto di conoscere la storia del Duomo e del Duomo Nuovo: un'occasione per raccontare l'intera città, i suoi luoghi, la sua gente, la sua storia. Un evento che punta alla spettacolarizzazione dell'arte per trasmettere valori, messaggi e rievocazioni storiche e che rappresenta una tendenza a livello mondiale: quella di far vivere i monumenti, raccontarne la storia e l'identità. Un progetto pilota che aspira a dare immagini e raccontare le bellezze di tutta Italia come patrimonio da vivere dai milioni di turisti ma anche dagli stessi italiani. Un viaggio che inizia con un tributo alla bellezza e alla passione, che affonda le sue radici nel tempo e che proprio nel Palio trova la sua massima dimensione espressiva. Si scopriranno poi gli anni della ricchezza e il passaggio tra Medioevo e Rinascimento. Ma anche la tragedia della peste. E la fine del sogno di costruire Il Duomo Nuovo, che vedrà prendere magicamente vita. Prima di un finale immersivo che eliminerà le normali barriere architettoniche. Certamente questa iniziativa costituisce una preziosa occasione per valorizzare e comunicare Siena e i sui capolavori artistici, custoditi nella Cattedrale e nei musei cittadini, permettendo ai partecipanti di scoprire o approfondire la storia e le tradizioni della città, attraverso una modalità affascinante e coinvolgente.
CONDIVIDI

Isole

Le Gole dell'Alcantara sono uno degli scenari più suggestivi e spettacolari della Sicilia: un canyon naturale alto fino a 50 metri in cui, tra pareti spigolose, scorre il fiume Alcantara. Scopriamo orari, prezzi, come arrivare e la nuovissima app delle Gole dell'Alcantara. Gole dell'Alcantara - Orari, Prezzi, Come arrivare, App Quello delle Gole dell'Alcantara è un parco botanico e geologico di notevole interesse turistico: un canyon di origine lavica tra i più conosciuti al mondo, con le sue pareti basaltiche che possono raggiungere i 50 metri d'altezza, attraversate dal fiume Alcantara e inserite nella meravigliosa cornice naturale del Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. La formazione dell'alveo dell'Alcantara risale a circa 300.000 anni fa; ma il loro caratteristico aspetto è dovuto alle colate verificatesi negli ultimi 8.000 anni. Gole dell'Alcantara - Orari e Prezzi Il Parco Botanico e Geologico Gole di Alcantara è aperto tutti i giorni dalle 08.00 alle 19.00. I prezzi si distinguono a seconda che le si visiti in bassa o in alta stagione. Si considera bassa stagione dal 3 novembre alla settimana prima di Pasqua (scopri quand'è Pasqua e perché cambia la data). ADULTI € 10,00 OVER 65 € 8,00 BAMBINI 6 A 12 € 7,00 BAMBINI FINO A 5 ANNI GRATIS TICKET FAMIGLIA € 25,00 GRUPPI DA 10 IN SU € 8,00 È alta stagione, invece, il periodo che va dalla settimana di Pasqua o dal 25 aprile al 2 novembre. ADULTI € 13.00 OVER 65 € 11.00 CHILDREN 6 A 12 € 9.00 BABIES GRATIS TICKET FAMIGLIA € 30.00 GRUPPI DA 10 IN SU € 11.00 La visita al Parco botanico e geologico Gole Alcantara inizia dalla moderna sala multimediale 4D e dagli ambienti espositivi del MOL (Museum Of Land), tramite i quali conoscere la formazione delle Gole ed ammirare l'ambiente circostante in modo innovativo e divertente, per poi proseguire lungo il classico sentiero naturalistico all'interno del Parco, che costeggia le Gole e consente di ammirare, dall'alto, la parte interna delle pareti basaltiche. Al ritorno discesa al Fiume (compatibilmente con le condizioni del fiume), tramite gli ascensori, per ammirare le Gole dal basso. Tornati al punto di partenza, solo in alta stagione, l'itinerario prosegue verso valle, lungo il rigoglioso sentiero Eleonora, con affacci sul fiume e la discesa alla spiaggetta del platano. Lungo il percorso Punti relax, a contatto con il verde dei prati e le cristalline acque delle piscine con solarium (usufruibili nei limiti della capienza consentita dalle strutture ed attrezzature in dotazione al Parco). Nella tariffa è compresa la visita al vicino Museo contadino del Parco, ove sono esposti oggetti antichi. Alla fine dell'escursione, degustazione di prodotti tipici locali. Gole dell'Alcantara: Come arrivare Le Gole dell'Alcantara si trovano in via Nazionale, 5 - 98030 Motta Camastra, Messina. Marcopolo ha inserito l'Alcantara tra i luoghi da visitare ai Giardini Naxos, che si trovano nei paraggi. Arrivare alle Gole non è difficile: provenendo da Messina e da Reggio Calabria, basta percorrere la A18 in direzione Catania e uscire a Giardini Naxos. Dopo l'uscita, seguire la prima deviazione a destra per Francavilla di Sicilia e proseguire sulla statale SS185 per circa 12 km, fino ad imboccare il grande cancello di ingresso del Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Per chi si sposta utilizzando i mezzi pubblici, dalla fermata “Recanati” di Giardini Naxos c'è una navetta che raggiunge il Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Il servizio è disponibile esclusivamente su prenotazione chiamando il numero 0942 985010. In alternativa, dalla stessa fermata parte il bus di linea per il parco (Interbus Etna Trasporti). La visita del parco diventa interattiva grazie all'app [caption id="attachment_48127" align="alignnone" width="622"] La nuova app creata per fornire ai visitatori del parco info aggiuntive sul percorso[/caption] C'è una novità tutta digitale che riguarda il parco delle Gole dell'Alcantara e che rende più divertente e interattiva la visita, ovvero l'app "Parco Gole Alcantara" scaricabile gratuitamente dal Google Play Store, che permette ai visitatori del parco di usufruire di un sistema informativo innovativo. Dopo aver scaricato l'app, i visitatori possono agganciarsi alla rete wifi "Rector" che copre l'intero sito e utilizzarla per decodificare con il proprio smartphone i QR code presenti su tutto il percorso per usufruire di approfondimenti interattivi. L'app permette inoltre di avere informazioni preliminari sul parco, visitare il sito ed avere informazioni su come raggiungerlo. Curiosità La storia e le leggende legate alle Gole dell'Alcantara in Sicilia prendono vita nelle pagine del racconto inedito “La Torta di Elisa”, dello scrittore Federico Moccia: “Riusciva a immaginare quel fiume rosso che si riversò di colpo verso il mare e le scosse potenti che modellarono la pietra, ancora incandescenti, producendo le fessure all'interno delle quali inizi a scorrere acqua e non smise più. Fino ad oggi”. Oggi il percorso fluviale garantisce un'esperienza straordinaria che può essere accompagnata da altre attività, come il trekking, il body rafting, o semplicemente da piacevoli escursioni e rilassanti passeggiate per godere di uno spettacolo unico al mondo. Tra le pareti delle Gole e la natura incontaminata del Parco Botanico e Geologico, inoltre, si sviluppa il nuovo progetto de “I nuovi sentieri del turismo” che, grazie al web e agli strumenti digitali, implementa i servizi per potenziare i flussi turistici e valorizzare i paesaggi delle Gole: tecnologie multimediali ideate per rendere coinvolgente e interattivo il viaggio dei visitatori. In questo modo, oltre a creare un vero e proprio circuito globale per target trasversali e mirati, i turisti hanno a disposizione una mappa dell'isola siciliana inedita e ricca di spunti per costruire e personalizzare il proprio viaggio.
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv