Shopping a Milano – Quadrilatero d'Oro
Giudecca, guida all’altra Venezia. L’isola più tranquilla della Laguna
Borghi dell'Emilia Romagna - I più belli

In Emilia Romagna, e più precisamente nel ducato di Parma e Piacenza, nel cuore dell'Emilia, ci sono alcuni borghi medievali ideali per un week end tra arte e sapori.

Da Fontanellato a Vigoleno, da Castell'Arquato a Bardi tra le tracce del Parmigianino e le presenze dimenticate che ancora oggi abitano quegli antichi castelli.

Fontanellato - Borghi dell'Emilia Romagna

Nell'acqua del fossato che cinge la rocca, si riflette un'immagine legata al Rinascimento. La fortificazione militare, nata nel Medioevo e divenuta palazzo signorile dopo l'acquisto da parte dei Sanvitale (XIV secolo), custodisce un piccolo tesoro: la saletta di Diana e Atteone (1524). Affrescata dal Parmigianino, mostra il mito del cacciatore sorpreso a spiare il bagno della dea e per questo trasformato in cervo, così come Ovidio racconta nelle “Metamorfosi”. Interessante anche la Camera Ottica: un complesso sistema di lenti e prismi permetteva di dominare con lo sguardo ogni angolo della piazza.

Vigoleno - Borghi dell'Emilia Romagna

Tta le viuzze del borgo medievale, rimasto intatto nonostante il passare del tempo, si sono posati i leggiadri passi di una principessa: Maria Ruspoli de Gramont, proprietaria del castello negli anni '20 del Novecento. Illustri artisti, da Max Ernst a Gabriele D'annunzio, frequentarono i salotti del suo castello dove risuonava la musica delle orchestre veneziane. Nel borgo merita una visita la pieve di San Giorgio (XII secolo), con i suoi capitelli l'uno diverso dall'altro, ma legati a tematiche vegetali. Tutti tranne uno. Il più originale sorprende l'osservatore mostrando un'allegoria del peccato della lussuria.

Castell'Arquato - Borghi dell'Emilia Romagna

Una sola piazza per tre poteri: spirituale, civile e militare. Ma qualcosa disorienta l'osservatore: la chiesa (XII secolo) mostra al palazzo del podestà e alla rocca dei Visconti la sua parte posteriore, con l'antica fonte battesimale ad immersione. Sembra così dire di purificarsi prima di accedervi e vedere i tre cicli pittorici nella cappella di Santa Caterina. Sì perché a Castell'Arquato, diavolo e fantasmi sono quasi una presenza tangibile. Nella notte ancora si sente la voce di Sergio, incarcerato nella rocca nel 1620 per aver attentato alla vita del cardinale e, su una ripida scalinata vicino alla chiesa, il sovrano degli inferi ha lasciato la sua impronta: uno scalino cremisi.

Bardi - Borghi dell'Emilia Romagna

Affranto per l'amor perduto, Moroello si mostra a chi sa vederlo. Fu comandante delle guardie nel XV secolo, ma il suo cuore si spezzò quando la sua amata, credendolo morto, si gettò dall'alta rupe su cui sorge la fortezza, all'epoca proprietà dei Landi. Nel castello, le foto del fantasma realizzate dal Centro studi parapsicologici di Bologna e strumenti di tortura di varie epoche. Ma se l'amore trionfa su tutto, lasciate i tetri luoghi ed entrate nella chiesa di Santa Maria: qui vi aspetta la grazia dello “Sposalizio di Santa Caterina” dipinto dal giovane Parmigianino.

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Italia

I riflettori del mondo sono puntati su Milano: si avvicina il momento di Expo 2015. Marcopolo vi porta - virtualmente, s'intende - all'Esposizione Universale, padiglione per padiglione: da quello italiano a quelli stranieri fino ai padiglioni corporate, scopriamo tutte le informazioni utili. Expo Milano 2015: i Padiglioni [caption id="attachment_33049" align="aligncenter" width="622"] Schema dei Partecipanti di Expo Milano 2015[/caption] L'Esposizione ruoterà attorno al tema ufficiale "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" e sarà organizzata in padiglioni: ci saranno cinque padiglioni tematici (che sviluppano sfaccettature differenti del tema principale), 55 padiglioni nazionali self-built (che ospitano ciascuno un unico Paese, il quale ha provveduto a disegnarlo e costruirlo autonomamente) e 9 cluster (padiglioni che raggruppano più Paesi a seconda del tema o della filiera alimentare). Infine, tra i padiglioni di Expo Milano 2015, ci saranno anche quelli dedicati ad organizzazioni ed altri per le aziende corporate. È possibile effettuare anche un tour virtuale. Expo 2015: i Padiglioni tematici [caption id="attachment_33050" align="aligncenter" width="622"] Il Padiglione Zero è il portale d'accesso di Expo 2015 e mostrerà le migliori esperienze di sviluppo sostenibile nell'ambito della sicurezza alimentare[/caption] Delle cinque aree tematiche, 4 saranno all'interno del sito dell'Expo (tutte le informazioni qui: Expo Milano 2015. Cos’è, quando si svolge, come arrivare) e una in città. I quattro padiglioni tematici saranno: Padiglione Zero: racconta la storia dell'uomo sulla Terra attraverso il suo rapporto con il cibo Future Food District: spiega come la tecnologia cambierà le modalità di conservazione, distribuzione, acquisto e consumo di cibo Children Park: lo spazio in cui bambini imparano a conoscere i temi di Expo Milano 2015 divertendosi Parco della Biodiversità: un grande giardino in cui viene riprodotta la varietà degli ecosistemi che si trovano sul nostro Pianeta La quinta area tematica si trova al palazzo della Triennale di Milano: Arts & Foods, una straordinaria mostra che racconta come è cambiato il rapporto tra cibo e arte nel corso dei secoli. Expo 2015: i Padiglioni nazionali self-built [caption id="attachment_33051" align="aligncenter" width="622"] Il progetto del Padiglione russo per Expo 2015[/caption] Ad Expo 2015 parteciperanno 145 Paesi che comprendo il 94% della popolazione mondiale. Di questi, 55 avranno un padiglione autonomo - self-built - e 90 saranno raggruppati in cluster. I padiglioni self-built occuperanno oltre 150.000 metri quadri del sito espositivo di Expo Milano 2015 all'interno di lotti di diverse dimensioni (dai 500 ai 5000 metri quadri) che si affacciano sulla via principale dell'area, il Decumano, chiamata World Avenue. Tra questi troviamo i Padiglioni Italia, Stati Uniti d'America, Germania, Cina, Brasile, Emirati Arabi ecc. Expo 2015: i Padiglioni cluster [caption id="attachment_33052" align="aligncenter" width="622"] Il Padiglione Bio-mediterraneo, uno dei Padiglioni Cluster di Expo 2015[/caption] Expo Milano 2015 si rivela innovativo anche per questo aspetto: i 90 Paesi che non realizzano un proprio padiglione sono raggruppati in Cluster. Si tratta di spazi espositivi che uniscono per similarità i Paesi: dalla produzione di uno specifico alimento a un determinato tema, i Padiglioni Cluster di Expo aiutano a rendere più semplice e coerente il percorso all'interno dell'area. I Cluster si sviluppano su una superficie complessiva di 36.650 metri quadri e sono nove: Bio-Mediterraneo Cereali e Tuberi Isole Zone Aride Frutta e Legumi Spezie Caffè Cacao Riso All'interno di ogni Cluster verrà raccontata la storia degli alimenti con video, installazioni e mostre fotografiche. Ci saranno spazi per cooking show e degustazioni, oltre a un grande mercato dove scoprire gli alimenti più insoliti, raccontati direttamente dalla voce di chi li coltiva e produce. Expo 2015: i Padiglioni delle Organizzazioni [caption id="attachment_33053" align="aligncenter" width="622"] Il Padiglione dell'Unione Europea per Expo 2015[/caption] Si tratta di 3 padiglioni dedicati a organizzazioni internazionali e di altri 13 di organizzazioni no-profit e ONLUS. Le tre organizzazioni internazionali di Expo Milano 2015 sono l'Unione Europea, l'ONU e il CERN. Tra le altre organizzazioni - chiamate "Società Civile" - rientrano Save the Children, Caritas e WWF. Expo 2015: i Padiglioni Corporate [caption id="attachment_33054" align="aligncenter" width="622"] Il Padiglione di JooMoo è uno dei padiglioni Corporate. Si ispira al tema dell’acqua: vuole provocare al pubblico un forte shock visivo ed emozionale[/caption] Si tratta di padiglioni gestiti da aziende private, interlocutori dal ruolo chiave nel dibattito mondiale sulle sfide legate all'alimentazione e al cibo. Ci saranno anche altri spazi dedicati alle "aziende partner". I padiglioni Corporate sono: China Corporate United Pavilion KIP International School New Holland Agriculture Vanke JooMoo Federalimentare Oltre a questi, ci saranno decine di Partner che parteciperanno ad Expo 2015: da Samsung ad Intesa San Paolo, da Coca-Cola ad Alitalia ed Etihad, da Ferrero a ManpowerGroup. Curiosità: la suddivisione di Expo 2015 in Padiglioni che abbiamo visto in questo articolo non coincide con la distinzione in Partecipanti Ufficiali e Non Ufficiali: i Partecipanti Ufficiali sono i Paesi (145) e le Organizzazioni Internazionali (3) che hanno accettato l'invito dell'Italia; i Partecipanti Non Ufficiali sono quei soggetti, istituzionali e non, che vengono autorizzati dall'Organizzatore a seguito di richiesta. Leggi anche:  Expo Milano 2015: cos'è, quando si fa e come arrivare I 10 luoghi da visitare a Milano
CONDIVIDI

Italia

Il Carnevale di Viareggio è tra i più famosi in Italia e il suo programma è ricco di eventi che culminano il 28 febbraio con la tradizionale premiazione dei vincitori di ogni categoria. Programma del Carnevale di Viareggio 2015 [caption id="attachment_32763" align="aligncenter" width="622"] Anche nel 2015 saranno i carri allegorici l'attrazione più attesa e imponente del Carnevale di Viareggio[/caption] Ecco il programma ufficiale e i progetti dei giganteschi carri allegorici in cartapesta che sfileranno sui viali a Mare nei giorni 1, 8, 15, 22 e 28 febbraio 2015. Quella di quest'anno sarà la 142esima edizione del Carnevale di Viareggio: una delle più imponenti manifestazioni folcloristiche italiane nella quale sfileranno monumentali carri e mascheroni in cartapesta. Un lavoro che procede da settimane negli hangar della moderna Cittadella con decine di maestri costruttori. Ad anticipare il Carnevale, nel pomeriggio di sabato 31 gennaio, sarà una cerimonia di inaugurazione in piazza Mazzini: star sul palcoscenico il ballerino Francesco Mariottini. Nell'elenco dei partecipanti, tra gli altri, anche Clarissa Marchese (Miss Italia 2015) ed i primi tre classificati del Festival di Burlamacco. A decretare ufficialmente l’apertura del Carnevale sarà, domenica 1 febbraio, un triplice colpo di cannone sparato dal mare, che vedrà, dalle 15 alle 18, le gigantesche creazioni prendere vita tra movimenti, musica e balli. I corsi mascherati continueranno poi, sempre in pomeridiana, nelle domeniche successive: 8, 15 e 22 febbraio. Il Carnevale di Viareggio 2015 si concluderà il 28 febbraio quando, dopo l'ultima sfilata (stavolta in notturna alle 18,30), ci sarà la tradizionale premiazione dei vincitori di ogni categoria. In concorso ci saranno dieci carri di prima categoria, quattro di seconda, nove mascherate in gruppo e dieci maschere isolate. Temi e protagonisti dei carri [caption id="attachment_32760" align="aligncenter" width="622"] I carri del Carnevale di Viareggio e i loro significati allegorici sono permeati di satira[/caption] Tra protagonisti e tematiche proposte dai realizzatori dei carri del Carnevale di Viareggio 2015 spicca, come di consueto, la satira che vede il premier Matteo Renzi caricaturato in molteplici sfaccettature: per Alessandro Avanzini è un illusionista in precario equilibrio sulla scheletrica tartaruga Italia, lenta come le riforme; per Simone Politi e Priscilla Borri è uno dei Trasformers, o meglio un Riformers: mega robot pronto alla rottamazione; oppure Luke Skywalker, secondo Daniele Chicca, anche se dietro la maschera del padre c'è l'immancabile Silvio Berlusconi. Tra i protagonisti delle sfilate c’è anche la Cancelliera tedesca Angela Merkel, ritratta in sala parto mentre dà alla luce tanti piccoli renzini. Debutta in cartapesta anche Papa Francesco, ai fornelli della cucina di Expo mentre, secondo Luca Bertozzi, prepara la ricetta giusta di Matteo Renzi per il Vaticano e l'Italia. Il presidente emerito Napolitano si gode il riposo, mentre Berlusconi fa cucù sognando il Colle. Presenti anche temi sociali ed ambientali: guardano alla crisi economica i costruttori di origini francesi Gilbert Lebigre e Corinne Roger ne “Il grande freddo” in cui la finanza mondiale congela l’animo degli esseri umani, mentre il gigantesco elefante dei fratelli Bonetti è una denuncia contro lo sterminio di elefanti per il mercato di frodo dell’avorio. Tra le maschere anche Mina, i personaggi dei fumetti di Alan Ford e i cartoni animati Minions. Calendario eventi del Carnevale di Viareggio 2015 A contornare la manifestazione itinerante del Carnevale di Viareggio 2015, in tutto il mese, una nutrita serie di eventi collaterali a tema, tra feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici (moltissime le “cene in maschera”), concorsi di bellezza, incontri culturali, visite museali gratuite e grandi eventi sportivi. Concorso video-fotografico Da segnalare il concorso video-fotografico “Scatta e filma la magia del Carnevale di Viareggio” (#viareggiocontest), realizzato in collaborazione con lo IED ed aperto a tutti i creativi che vorranno documentare la propria esperienza al Carnevale in corso. Il miglior video e la migliore fotografia verranno utilizzati poi per la campagna di comunicazione dell'edizione 2016 della manifestazione. Carnevale di Viareggio per i più piccoli Spazio anche all'edutainment dei piccoli che potranno sperimentare dal vivo l'arte della cartapesta (quest’anno il suo novantesimo compleanno) attraverso laboratori interattivi incentrati sulla tecnica della più propriamente detta “carta a calco” in sei pomeriggi speciali (31 gennaio, 7, 14, 16, 21 e 27 febbraio, dalle ore 15 alle ore 16). Spettacoli pirotecnici del Carnevale di Viareggio 2015 Due i grandi spettacoli pirotecnici sull'arenile di piazza Mazzini. Domenica 1 febbraio, al termine della prima sfilata dei carri, in anteprima mondiale il nuovo spettacolo piromusicale della ditta Morsani di Rieti. Sabato 28 febbraio, al termine della sfilata notturna, lo spettacolo pirotecnico di chiusura del Carnevale di Viareggio 2015, firmato dalla ditta Mazzone di Orbetello. Martedì Grasso (17 febbraio) Grande festa, infine, alla Cittadella del Carnevale in occasione del Martedì Grasso, che diventerà il palcoscenico della diretta televisiva nazionale su Rai Tre. Un concentrato di creatività per tutto il mese atto a celebrare una delle massime e più originali espressioni della cultura umana che – in forme di dialogo intelligente e comicità dirompente – rappresenta un conclamato ed inimitabile esempio di eccellenza artigianale tutta “made in Italy”. Sito ufficiale http://viareggio.ilcarnevale.com Pagina FB ufficiale: https://www.facebook.com/ilCarnevalediViareggio Leggi anche: Previsioni meteo Carnevale 2015. Che tempo farà Martedì Grasso? Quando è Carnevale? Il Ballo del Doge al Carnevale di Venezia  
CONDIVIDI

Italia

Expo Milano 2015: un evento di importanza mondiale che attirerà nel capoluogo lombardo turisti da ogni parte del globo. Un'occasione di riscatto o uno spreco di denaro? Polemiche a parte, scopriamo Expo Milano 2015. Cos'è esattamente l'Expo? Quando si svolge? E come si arriva al sito dove si svolge l'Expo? Cos'è Expo Milano 2015 [caption id="attachment_32766" align="aligncenter" width="622"] Il logo di Expo Milano 2015 con il Duomo sullo sfondo[/caption] La parola Expo è un'abbreviazione di Esposizione Universale. Un'Esposizione Universale è un evento mondiale - organizzato dal Bureau International des Expositions (BIE, cui aderiscono 160 Stati) - ospitato da una città assegnataria e basato su un tema attorno al quale verranno allestiti dei padiglioni e programmati degli eventi. La prima edizione si è svolta a Londra addirittura nel 1756, seguita da Parigi nel 1798. In Italia la prima città ad aver ospitato l'Expo è stata Roma nel 1874. In tempi recenti citiamo Torino nel 1961 e Genova nel 1992. Dunque cos'è Expo Milano 2015? L'Esposizione Universale di Milano non ha natura commerciale (non si tratta di una "fiera" dove fare acquisti), ma è un'occasione di incontro e condivisione tra espositori e visitatori attraverso la conoscenza e la sperimentazione innovativa del tema prescelto. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita - Il tema scelto per Expo 2015 Il tema dell'Expo di Milano è quanto mai interessante e attuale: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Si dà, quindi, grande visibilità alla tradizione, alla creatività e all'innovazione nel settore dell'alimentazione  e si sottolinea il diritto a un'alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta. Agricoltura sostenibile, un'equa distribuzione delle risorse alimentari su scala globale e la responsabilità di ognuno di noi nell'approccio al cibo sono tutte tematiche che ruotano intorno a Expo 2015. Ogni nazione è chiamata ad esprimere, nello spazio assegnatole (padiglioni di diverse dimensioni) all'interno del quartiere espositivo, il proprio punto di vista sull'argomento. Logo Expo Milano 2015 Il logo di Expo Milano 2015 (visibile nell'immagine sopra, con il Duomo sullo sfondo) è composto da una scritta multicolore in cui si sovrappongono le lettere che formano la parola EXPO e le cifre che compongono l'anno 2015. Per la realizzazione del logo, è stato istituito un concorso pubblico aperto a studenti laureandi e neo laureati delle facoltà di Architettura, Design e Arti, Moda, Grafica Pubblicitaria e Disegno Industriale. La commissione giudicatrice ha selezionato due proposte e le ha sottoposte a una votazione pubblica attraverso una giuria popolare. È risultata vincitrice la scritta multicolore di Andrea Puppa. Quando si svolge Expo Milano 2015 Expo Milano 2015 inaugura il primo maggio 2015 e termina il 31 ottobre dello stesso anno. Durante questi 6 mesi ci saranno spettacoli, incontri, convegni, manifestazioni e tanto altro. Se volete visitarlo, vi conviene cominciare a pianificare il vostro viaggio a Milano e comprare i biglietti d'ingresso in anticipo, usufruendo così di un prezzo scontato. Per tenervi aggiornati con video, foto, comunicati stampa e per sapere a che punto sono i lavori, basta consultare il sito ufficiale www.expo2015.org. Dove si svolge e come arrivare all'Expo di Milano [caption id="attachment_32767" align="aligncenter" width="622"] Masterplan (progetto) dell'area espositiva di Expo Milano 2015, nel settore nord-ovest della città[/caption] L'area dedicata L'Esposizione Universale di Milano si svolgerà nel settore nord-ovest di Milano in un'area di 1,1 chilometri quadrati, organizzati in padiglioni. Per l'esattezza, circa il 10% del sito varca i confini di Milano facendo parte dei comuni di Pero e Rho. Il sito di Expo 2015 è adiacente al nuovo polo espositivo di Fiera Milano. Curiosità: navigando sul sito Expo Cantiere è possibile “visitare virtualmente” il cantiere di Expo Milano 2015, visionare slideshow delle immagini dell'area dei lavori, le tabelle sull'avanzamento lavori, i disegni e i progetti dell'Esposizione Universale. Come arrivare all'Expo di Milano Una volta a Milano, raggiungere l'area dell'Expo è semplice. La rete di infrastrutture è infatti attrezzata per accogliere il flusso di persone: si stima, infatti, che potrebbero essere circa 30 milioni i visitatori che, nell'arco dei sei mesi, visiteranno l'Esposizione. L'accesso più utilizzato sarà sicuramente la metropolitana: la fermata di Rho Fiera della linea 1 (rossa), che è collegata al centro cittadino. L'area è servita anche dalla stazione ferroviaria di Rho Fiera Milano, che è servita da treni suburbani, regionali e ad alta velocità. Sarà possibile, per chi usa l'auto, usufruire delle autostrade A4, A8 e A9 Milano-Como-Laghi. Sono previsti, inoltre, dei collegamenti straordinari con i tre aeroporti cittadini - Malpensa, Linate e Bergamo -. Infine, è da segnalare il progetto della Via d'Acqua, che prevede la riqualificazione della Darsena e di tratti del Naviglio per poter collegare il centro città all'Expo lungo un percorso ciclo-pedonale che attraversa il parco delle Cave.
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv