Qual è la donna più bella? Europa vs Usa
Amburgo Reeperbahn Riccardo Marino ci guida nei locali hot
Berlino: i locali notturni della trasgressione

Locali notturni, nightclub, discoteche e i peccaminosi locali a luci rosse: ad un passo dal centro di Berlino, ad Alexanderplatz, c'è tutto un pullulare di vita che non perde occasione per mostrare il suo lato peccaminoso.
Berlino infatti, oltre ad essere una magnifica città, è una delle grandi capitali delle notti europee.
Dimenticate la freddezza nordica: da anni l'attenzione dei visitatori si sta spostando sempre più verso dei locali che vanno ben oltre una semplice tendenza hot, aiutati anche dalle birrerie di Berlino.
La "caliente" Berlino, infatti, in realtà non dorme mai e se lo fa, non ha molti vestiti addosso. Lungo Friedrichstrasse, a nord di Unter den Linden e soprattuto verso Oranienburgerstrasse troverete, proprio nel bel mezzo della capitale, prostitute infreddolite che aspettano clienti, magari di ritorno dallo shopping a Berlino.
Se vuoi continuare a seguire le avventure di Riccardo Marino, puoi farlo sul suo blog, dve ci ha annunciato la nuova sezione By Night e ci ha raccontato Berlino e i suoi peccati.
Da non perdere la vita notturna di Berlino, tra i locali per gay e lesbiche più famosi in città (e Venus Berlino, la Fiera dell'Eros).

Locali notturni, discoteche e locali a luci rosse a Berlino

Balzato agli onori della cronaca poco prima dell'inizio dei Mondiali di Calcio, nell'estate del 2006, l'Artemis Sexclub è ancora una delle mete più gettonate della città.
Se il passaggio ad ovest non vi spaventa, fate un salto in questo "centro commerciale del peccato", magari alla fine della partita di calcio nel vicino stadio. Tremila metri quadrati di stanze con arredamento a tema, velluto rosso e ori, salone centrale con piscina, saune e jacuzzi, e c'è perfino un cinema.
Se cercate qualcosa di più tranquillo potete sempre rivolgervi al Liberty, in zona Schoneberg o, nel caso vi piaccia lo striptease, al Rush-Hour: uno strip e tabledance club non-stop.
Ma Berlino è una città che sorprende, magari vi capiterà di bussare a qualche portone, e sentirvi dire "Benvenuti all'inferno".
L'altra Berlino Per chi vuole visitare la città di giorno, può vedere questo video su un itinerario tra design e architettura di Berlino.

I consigli di Marcopolo

Gli hotel consigliati: Singer109 (Berlino - Mitte), Zarenhof Prenzlauer Berg (Berlino - Prenzlauer Berg), Ludwig van Beethoven (Berlino - Kreuzberg)
I ristoranti consigliati: Schwarzwaldstuben, Max und Moritz, Gugelhof

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Lugano, dove il meglio della Svizzera incontra il meglio dell'Italia in una sinergia di incomparabile bellezza e vivibilità. Scopriamo cosa vedere a Lugano, quali luoghi visitare e le caratteristiche di questa imperdibile tappa del Grand Tour of Switzerland. Lugano: cosa vedere, quali luoghi visitare Lugano si trova nel canton Ticino, in una baia della riva nord del Lago di Lugano, circondata da svariate cime panoramiche. Sebbene sia la città più grande e celebre del cantone non è la sua capitale: è Bellinzona, infatti, la capitale amministrativa e sede del governo cantonale. Il Canton Ticino [caption id="attachment_50889" align="alignnone" width="622"] Vista serale dal Monte Bre (925 m) di Lugano e San Salvatore (912 m)[/caption] Il Canton Ticino è il cantone più a sud del paese elvetico e prende il nome dal fiume Ticino che lo attraversa fino a giungere al Lago Maggiore. Il Ticino è una repubblica democratica di cultura e lingua italiane il cui popolo è fedele al compito storico di interpretare la cultura italiana nella Confederazione elvetica. Il Cantone è tradizionalmente diviso in due grosse regioni separate dal Monte Ceneri (dette Sopraceneri e Sottoceneri). Nel Sottoceneri - in cui si trova Lugano - è ancor più evidente l'influenza storico-culturale dell'Italia. Oltre a Lugano, altre città rilevanti sono Bellinzona, che come detto è capitale amministrativa, Locarno e Mendrisio nonché i borghi di Airolo, Biasca, Faido e Giubiasco - nel Ticino Settentrionale - e Chiasso - nel Ticino Meridionale -. Lugano: il meglio della Svizzera incontra il meglio dell'Italia [caption id="attachment_50891" align="alignnone" width="622"] Luci del golfo di Lugano - Ticino[/caption] Il centro storico e pedonale della città, con i suoi numerosi edifici in stile lombardo e i suoi musei esclusivi, le montagne, il lago e un calendario fitto di eventi e manifestazioni costituiscono un insieme attraente per le visite, sia per chi ama l'attività, sia per chi preferisce il relax. Grazie al suo clima mite, Lugano è una destinazione apprezzata fin dalla primavera, periodo in cui fioriscono le camelie. Le piazze e le arcate dal fascino mediterraneo del centro della città, come pure i numerosi parchi ricchi di piante subtropicali, come il Parco Civico sulle rive del lago, invitano il visitatore al dolce far niente, al riposo e al relax. La passeggiata sul lungolago è costeggiata dal giardino del Belvedere. Il parco è deliziosamente ornato di camelie e di magnolie, di piante subtropicali e di opere d'arte moderne. Ci parla di Lugano e del rapporto con l'Italia Benedetta Mazzini in questo video. Lugano: arte e cultura La grande qualità delle varie mostre organizzate in questa città dell'arte e dell'architettura attira numerosi appassionati del genere. Il Museo Cantonale d'Arte espone opere di Klee, Jawlensky, Renoir e Degas, tanto per citarne alcuni. Il Ticino, e Lugano in particolare, si sono considerevolmente sviluppati in questi ultimi 50 anni, diventando così un'importante regione dedicata all'architettura. I principali rappresentanti della scuola ticinese sono Luigi Snozzi e Mario Botta. Lo testimoniano le realizzazioni di Botta come la Banca BSI (Viale Franscini), il Palazzo Ransila (Via Pretorio) o il suo studio in Via Ciani. Lugano: natura e panorama [caption id="attachment_50890" align="alignnone" width="622"] Sulle sponde del lago di Lugano nel canton Ticino. Il lungo percorso da Porrentruy a Mendrisio, una varietà di paesaggi, culture e luoghi di interesse lungo 32 tappe e 488 km[/caption] Dall'alto delle due cime che dominano Lugano, i monti San Salvatore e Brè, si ammira il magnifico panorama sulla città, il lago e le montagne circostanti. Dal Monte Brè un sentiero pedestre scende fino al villaggio di Brè, che ha saputo conservare il suo fascino tipicamente ticinese aggiungendovi opere d'arte raffinate. Un'escursione che parte dal San Salvatore porta in basso al delizioso villaggio di Carona sul Lago di Lugano vicino a Morcote. Il circuito si completa in modo perfetto con un rientro in battello fino a Lugano. Altre possibilità di escursioni conducono al villaggio di pescatori di Gandria, sul Monte San Giorgio o sul Monte Generoso, o al mondo lillipuziano di Swissminiatur a Melide. Lugano, dove dormire Il Grand Tour of Switzerland pensa proprio a tutto: è infatti disponibile un servizio di ricerca di hotel particolarmente convenienti per chi intende seguire l'itinerario. Lugano, luoghi da visitare in breve • Parco Civico Ciani - Affacciato sulle rive del Ceresio, luogo di tranquille passeggiate, dove non si può rimanere impassibili al fascino suscitato dagli imponenti alberi secolari. • Monte Brè (925 m) - montagna di Lugano, con la funicolare che parte da sobborgo di Cassarate. Magnifica veduta sulla città, il lago e le montagne, fino al di là della frontiera. • Monte San Salvatore (912 m) – possibilità di scendere dalla cima del «pan di zucchero» di Lugano-Paradiso (funicolare) per il sentiero panoramico fino a Carona e più lontano fino a Morcote. • Cattedrale di San-Lorenzo – notevole edificio al di là della città vecchia, con facciata in stile rinascimento lombardo; all’interno sono conservati numerosi affreschi e preziose opere barocche. • Chiesa di Santa Maria degli Angioli – questa chiesa conventuale costruita verso il 1500 racchiude magnifici affreschi dei maestri del Rinascimento. • Museo Hermann Hesse a Montagnola - piccolo museo personale dello scrittore Hermann Hesse; il Ticinese d'adozione visse e scrisse per mezzo secolo nel sud della Svizzera. Leggi anche:  Grand Tour of Switzerland: il meglio della Svizzera in un unico itinerario Grand Train Tour of Switzerland: la Svizzera in treno Grand Tour della Svizzera: le domande frequenti
CONDIVIDI

Gentili telespettatori, negli ultimi giorni stiamo ricevendo da diverse parti d’Italia segnalazioni da parte di quanti tra voi non riescono più a vedere Marcopolo al canale 223 del Digitale Terrestre. Vi ricordiamo che il canale non è trasmesso via satellite, dunque non è possibile vederlo tramite decoder Tivusat o altri decoder satellitari. Il canale è visibile solo ed esclusivamente al canale 223 del Digitale Terrestre. Prima di segnalare anomalie, è consigliabile effettuare la risintonizzazione dei canali, specialmente se visualizzate a video la dicitura "Marcopolo Provvisiorio". Se, nonostante abbiate già effettuato la risintonizzazione, il problema dovesse sussistere, vi invitiamo a segnalarcelo. Per meglio comprendere la natura del disservizio e per aiutarvi in modo quanto più mirato a ripristinare la corretta visione del canale, vi invitiamo a contattare il Numero Verde 800432911 ed indirizzo e-mail: support.gtv@persidera.it specificando il vostro nome e cognome, la località (provincia, località, zona) nella quale vi trovate e a fornirci un vostro recapito telefonico dove poter essere ricontattati. Di seguito vi indichiamo le fasce orarie nelle quali il  servizio è operativo: Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 18:00
CONDIVIDI

Le Gole dell'Alcantara sono uno degli scenari più suggestivi e spettacolari della Sicilia: un canyon naturale alto fino a 50 metri in cui, tra pareti spigolose, scorre il fiume Alcantara. Scopriamo orari, prezzi, come arrivare e la nuovissima app delle Gole dell'Alcantara. Gole dell'Alcantara - Orari, Prezzi, Come arrivare, App Quello delle Gole dell'Alcantara è un parco botanico e geologico di notevole interesse turistico: un canyon di origine lavica tra i più conosciuti al mondo, con le sue pareti basaltiche che possono raggiungere i 50 metri d'altezza, attraversate dal fiume Alcantara e inserite nella meravigliosa cornice naturale del Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. La formazione dell'alveo dell'Alcantara risale a circa 300.000 anni fa; ma il loro caratteristico aspetto è dovuto alle colate verificatesi negli ultimi 8.000 anni. Gole dell'Alcantara - Orari e Prezzi Il Parco Botanico e Geologico Gole di Alcantara è aperto tutti i giorni dalle 08.00 alle 19.00. I prezzi si distinguono a seconda che le si visiti in bassa o in alta stagione. Si considera bassa stagione dal 3 novembre alla settimana prima di Pasqua (scopri quand'è Pasqua e perché cambia la data). ADULTI € 10,00 OVER 65 € 8,00 BAMBINI 6 A 12 € 7,00 BAMBINI FINO A 5 ANNI GRATIS TICKET FAMIGLIA € 25,00 GRUPPI DA 10 IN SU € 8,00 È alta stagione, invece, il periodo che va dalla settimana di Pasqua o dal 25 aprile al 2 novembre. ADULTI € 13.00 OVER 65 € 11.00 CHILDREN 6 A 12 € 9.00 BABIES GRATIS TICKET FAMIGLIA € 30.00 GRUPPI DA 10 IN SU € 11.00 La visita al Parco botanico e geologico Gole Alcantara inizia dalla moderna sala multimediale 4D e dagli ambienti espositivi del MOL (Museum Of Land), tramite i quali conoscere la formazione delle Gole ed ammirare l'ambiente circostante in modo innovativo e divertente, per poi proseguire lungo il classico sentiero naturalistico all'interno del Parco, che costeggia le Gole e consente di ammirare, dall'alto, la parte interna delle pareti basaltiche. Al ritorno discesa al Fiume (compatibilmente con le condizioni del fiume), tramite gli ascensori, per ammirare le Gole dal basso. Tornati al punto di partenza, solo in alta stagione, l'itinerario prosegue verso valle, lungo il rigoglioso sentiero Eleonora, con affacci sul fiume e la discesa alla spiaggetta del platano. Lungo il percorso Punti relax, a contatto con il verde dei prati e le cristalline acque delle piscine con solarium (usufruibili nei limiti della capienza consentita dalle strutture ed attrezzature in dotazione al Parco). Nella tariffa è compresa la visita al vicino Museo contadino del Parco, ove sono esposti oggetti antichi. Alla fine dell'escursione, degustazione di prodotti tipici locali. Gole dell'Alcantara: Come arrivare Le Gole dell'Alcantara si trovano in via Nazionale, 5 - 98030 Motta Camastra, Messina. Marcopolo ha inserito l'Alcantara tra i luoghi da visitare ai Giardini Naxos, che si trovano nei paraggi. Arrivare alle Gole non è difficile: provenendo da Messina e da Reggio Calabria, basta percorrere la A18 in direzione Catania e uscire a Giardini Naxos. Dopo l'uscita, seguire la prima deviazione a destra per Francavilla di Sicilia e proseguire sulla statale SS185 per circa 12 km, fino ad imboccare il grande cancello di ingresso del Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Per chi si sposta utilizzando i mezzi pubblici, dalla fermata “Recanati” di Giardini Naxos c'è una navetta che raggiunge il Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara. Il servizio è disponibile esclusivamente su prenotazione chiamando il numero 0942 985010. In alternativa, dalla stessa fermata parte il bus di linea per il parco (Interbus Etna Trasporti). La visita del parco diventa interattiva grazie all'app [caption id="attachment_48127" align="alignnone" width="622"] La nuova app creata per fornire ai visitatori del parco info aggiuntive sul percorso[/caption] C'è una novità tutta digitale che riguarda il parco delle Gole dell'Alcantara e che rende più divertente e interattiva la visita, ovvero l'app "Parco Gole Alcantara" scaricabile gratuitamente dal Google Play Store, che permette ai visitatori del parco di usufruire di un sistema informativo innovativo. Dopo aver scaricato l'app, i visitatori possono agganciarsi alla rete wifi "Rector" che copre l'intero sito e utilizzarla per decodificare con il proprio smartphone i QR code presenti su tutto il percorso per usufruire di approfondimenti interattivi. L'app permette inoltre di avere informazioni preliminari sul parco, visitare il sito ed avere informazioni su come raggiungerlo. Curiosità La storia e le leggende legate alle Gole dell'Alcantara in Sicilia prendono vita nelle pagine del racconto inedito “La Torta di Elisa”, dello scrittore Federico Moccia: “Riusciva a immaginare quel fiume rosso che si riversò di colpo verso il mare e le scosse potenti che modellarono la pietra, ancora incandescenti, producendo le fessure all'interno delle quali inizi a scorrere acqua e non smise più. Fino ad oggi”. Oggi il percorso fluviale garantisce un'esperienza straordinaria che può essere accompagnata da altre attività, come il trekking, il body rafting, o semplicemente da piacevoli escursioni e rilassanti passeggiate per godere di uno spettacolo unico al mondo. Tra le pareti delle Gole e la natura incontaminata del Parco Botanico e Geologico, inoltre, si sviluppa il nuovo progetto de “I nuovi sentieri del turismo” che, grazie al web e agli strumenti digitali, implementa i servizi per potenziare i flussi turistici e valorizzare i paesaggi delle Gole: tecnologie multimediali ideate per rendere coinvolgente e interattivo il viaggio dei visitatori. In questo modo, oltre a creare un vero e proprio circuito globale per target trasversali e mirati, i turisti hanno a disposizione una mappa dell'isola siciliana inedita e ricca di spunti per costruire e personalizzare il proprio viaggio.
CONDIVIDI
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv