Diari di viaggio
Articoli

L’Europa del Nord è lontana? No, è nel cuore di Milano

Danimarca

Dall’8 all’11 maggio non servirà spostarsi dal centro di Milano per scoprire il fascino dell’Europa del Nord. Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca uniscono infatti le forze e danno vita all’evento BeNordic. BeNordic – L’evento BeNordic è l’evento, organizzato dalla quattro principali organizzazioni turistiche ufficiali del Nord (VisitDenmark, Visit Finland, Innovation Norway e Visit Sweden), per avvicinare all’Italia e in particolare ai cittadini di Milano il mondo dell’Europa del Nord, con la sua cultura e le sue tradizioni. Quattro giornate ricche di eventi e suggestioni che permetteranno di vivere in prima persona l'esperienza dello stile di vita nordico in tutte le sue declinazioni: design, gastronomia, musica, letteratura, ambiente e sostenibilità. BeNordic – Le aree tematiche L’evento BeNordic abbraccerà tutti gli aspetti dell’affascinante cultura nordica: dal design alla letteratura, dalla musica alla gastronomia. Protagonisti saranno dunque musicisti, scrittori e chef, oltre a numerose organizzazioni e aziende di questi Paesi che racconteranno e trasmetteranno al pubblico il Nordic Lifestyle. Progettata appositamente per l'occasione, traendo ispirazione dalla grande tradizione dell'architettura e del design nordico, la struttura che ospiterà BeNordic sarà suddivisa in quattro aree: Area attività: un palcoscenico dedicato a eventi musicali, show-cooking, lezioni di lingue nordiche, presentazioni, workshop e dotato di un grande schermo sul quale ammirare gli angoli più spettacolari del Nord Europa. Angolo culturale: una zona relax, appositamente allestita, dove isolarsi e approfondire la conoscenza della letteratura e della cultura nordica attraverso la consultazione di libri e materiale audiovisivo. Angolo bambini: nell'area a loro destinata, i più piccoli potranno dare libero sfogo alla fantasia e scoprire il mondo fatato delle fiabe nordiche. Caffè di viaggio: qui sarà possibile avvicinarsi alle tradizioni e alle meraviglie naturali e artistiche dei Paesi Nordici, dialogare con le organizzazioni turistiche e i tour operator specializzati e scoprire le proposte di viaggio nel Nord Europa. BeNordic – Gli highlights Ven 09/05 Inaugurazione al pubblico 19.30 Il Food writer Flavio Birri e lo chef norvegese, Svein Jæger Hansen insieme per; “Stoccafisso&Baccalà - Visioni golose dal Nordland”. 21.00 Il ritmo delle Isole Faroe – musica dal vivo Sab 10/05 15.00 Rudolf Mernone racconta le sue avventure nordiche dalle 20.00 Eurovision Song Contest in diretta live da Copenaghen Dom 11/05 11.00 Direttamente dalla Finlandia Joulupukki, il VERO Babbo Natale 16.00 Mamma Mia! Ci scateniamo sulle note degli ABBA!

CONDIVIDI

Wattenmeer, quei banchi di sabbia nella Germania del Nord

Germania

La Germania che affaccia sul Mare del Nord è piena di straordinarie sorprese. Prima di tutto in termini di paesaggio. Basta guardare la zona del Wattenmeer (o Mare di Wadden) per rendersene conto Il Wattenmeer – nella Germania del Nord – è un mare interno a ridosso del Mare del Nord. Detto così però non se ne capisce bene la bellezza. Il Wattenmeer è banchi di conchiglie, distese di alghe e limo. È il mare di quel blu che solo il Nord conosce. È terreni salmastri alternati a spiagge bianche. Isole e isolette che spuntano in quel blu così scuro. Wattenmeer, un habitat unico Il Wattenmeer – patrimonio naturale dell’umanità tutelato dall’Unesco – copre una superficie di 10mila chilometri quadrati. Un terreno indispensabile per la vita di oltre 10mila specie di animali e piante: il suo habitat unico ne garantisce la sopravvivenza. Così come garantisce la sosta per milioni di uccelli migratori quando è tempo di volare altrove. Wattenmeer, cosa fare e cosa vedere Perché scegliere di visitare questa zona della Germania del Nord? Cosa fare una volta arrivati nel Wattenmeer? Ecco quello che vi consigliamo: una passeggiata sul bassofondo quando la bassa marea lo permette: osservate gli uccelli, respirando a pieni polmoni la brezza salata che sale dal mare e ascoltate il suono delle onde del mare. Sulla spiaggia si incontrano stelle marine, granchi, chiocciole, molluschi e arenicole marine; un’escursione in barca durante l'alta marea, o anche un’escursione in barca verso i banchi di sabbia dell’isola di Langeoog; una passeggiata sui prati salati e le dune: in primavera e in autunno, è possibile ammirare l’arrivo di specie di uccelli migratori tra le più diverse: uno spettacolo incredibile offerto dalla natura; una visita al Multimar Wattforum di Tönning:  si tratta di un Centro di documentazione che illustra i segreti del Watt. Nel centro ci sono acquari, riproduzioni di ambienti naturali, postazioni interattive e microscopi per osservare i vari microrganismi marini; una visita alla stazione di allevamento foche di Friedrichskoog: dove vengono fornite brevi spiegazioni relative alla biologia degli animali e le mansioni del parco marino; un giro in bicicletta lungo la Costa del Mare del Nord e sulle isole (la Germania del resto è uno dei Paesi che più si presta al cicloturismo) Wattenmeer, come arrivare In aero: Amburgo, Brema (1 – 3 h in treno) e Sylt In treno: IC a Norddeich, Brema, Amburgo, Heide, Husum, Niebüll, Westerland / Sylt Da Brema alle isole di Bassa-Sassonia: 2 – 3 h in treno, pullmann o ferry Da Amburgo alla costa di Schleswig-Holstein, alle isole e le Halligen 2 – 3 h in treno, pullmann o ferry Per info www.nordseetourismus.de

CONDIVIDI

Pasqua 2014. Cosa fare (e offerte)… last minute

Offerte

Ancora indecisi su cosa fare a Pasqua? Eppure le occasioni e gli eventi in giro per l’Italia di certo non mancano. Se siete in cerca di un’offerta last minute (o addirittura last second) prendete nota Quest’anno la Pasqua (2014) “bassa” permette di godere al meglio il clima primaverile: dal primo mare alla montagna, dallo sport alla cultura. Ecco una selezione di proposte – e offerte – last minute – da non perdere. Pasqua 2014. Offerte last minute: Ischia al Mezzatorre Clima perfetto, natura incontaminata e cultura dell’ospitalità. Questa è Ischia, il posto giusto per trascorrere la Pasqua sentendosi come a casa. Il Mezzatorre Resort & Spa propone l’offerta di 2 notti in sistemazione doppia vista mare nella fiabesca torre, trattamenti Spa di coppia e dolci coccole gourmet a partire da 947 euro. Pasqua 2014. Offerte last minute: Carloforte (Sardegna) A pochi minuti dalla costa sud-ovest della Sardegna si trova un’isola modellata dal vento e dall’acqua, regno di pescatori e marinai. Stiamo parlando di San Pietro e della sua gemma, Carloforte, che ogni anno attrae migliaia di turisti tra maggio e giugno con il “Girotonno – Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno”. Il Poecylia Resort propone un 30% di sconto sulle tariffe ufficiali, per soggiorni di 3 notti tra il 18 e il 22 aprile, da 336 euro per due persone. Incluse nel prezzo, degustazioni di prodotti regionali della tradizione pasquale ed escursioni a cavallo. Pasqua 2014. Offerte last minute: Merano, porta d’accesso alle Dolomiti Chi ha voglia di dinamismo può scegliere Merano, che con i suoi numerosi sentieri porta alla scoperta delle Dolomiti. I paesi di Tirolo e Lagundo, per esempio, regalano paesaggi incantevoli, come la riserva naturale del Gruppo di Tessa. E per gli amanti dello sport c’è il Nordic Walking. Il Belvita Hotel Preidlhof propone l’offerta di 7 notti in sistemazione doppia, colazione a buffet e cena, e un percorso benessere all’interno della Spa, a partire da 1.008 euro a persona. Pasqua 2014. Offerte last minute:  Riviera Romagnola Per stare in famiglia, partite per la Riviera Romagnola, la fabbrica del divertimento made in Italy. Qui le strutture alberghiere propongono allettanti pacchetti che permettono di soggiornare a buon prezzo, abbinando a un primo mare, anche una giornata tra acquascivoli e montagne russe. L’Ambienthotels Panoramic offre 2 notti in mezza pensione da 169 euro. Compresi nel prezzo un’escursione nell’entroterra, un lettino in spiaggia e 2 ingressi ai parchi Italia in Miniatura, Mirabilandia, Oltremare, Acquario di Cattolica. Pasqua 2014. Offerte last minute:  Argentario, Toscana Nella cornice del promontorio dell’Argentario, in Toscana, nei giorni di festa si svolge la Pasquavela di Porto Santo Stefano: nata nel 1988 è ancora oggi un importante evento del panorama sportivo della vela italiana. Durante la manifestazione sono previsti eventi e cene, così come la realizzazione di un Villaggio Regate con stand destinati a espositori. L’Hotel Baia d’Argento di Porto Santo Stefano propone “Pasqua Special” da 199 euro a persona in doppia standard con vista collina per 2 notti, comprensivo di pranzo di Pasqua a cinque portate, parcheggio, Wi-Fi e Special Gift in camera. Pasqua 2014. Offerte last minute:  Emilia Romagna In Emilia-Romagna, invece, si svolge Vele di Pasqua, un evento organizzato dalla Congrega Velisti di Cesenatico che quest’anno compie 40 anni. Cesenatico Turismo propone dal 18 al 21 aprile “Vacanze di Pasqua a Cesenatico”, da 89 euro per 2 notti in un tre stelle e ingresso al Museo della Marineria (www.cesenaticoturismo.com). Qui le previsioni meteo di Pasqua Nel numero di aprile-maggio 2014 della rivista Diari di Viaggio by Marcopolo trovate numerose offerte per organizzare le vostre vacanze di Pasqua anche last minute

CONDIVIDI

Grecia

Un gruppo di monasteri in Grecia che sembrano sospesi nell’aria: le Meteore.  Abitate da pochissimi monaci, queste abbazie godono di una posizione spettacolare. Ma sono quasi inaccessibili Meteore in greco significa  “monasteri nell’aria”. E questo nome – meteore -   rende perfettamente l’idea di cosa sia questo complesso di grandiose costruzioni (tutelate dall’Unesco). Le Meteore si trovano all’estremità occidentale della pianura della Tessalia (nella Grecia centro-settentrionale): là dove inizia la catena montuosa del Pindo. Meteore, Grecia:  cosa sono Le Meteore sono in sostanza ventiquattro pinnacoli, in cima ai quali seicento anni fa  alcuni monaci di Bisanzio fondarono una comunità monastica. Desideravano trovare un angolo lontano da quell’invasione islamica che sembrava volesse travolgere tutto l’Occidente, e ci riuscirono in questo angolo sperduto della Grecia. Meteore, Grecia: la storia Ciascun monastero del gruppo delle Meteore si erge su una roccia gigantesca, modellata dal tempo. Un luogo di solitudine e di silenzio nella Grecia lontana dal mare. Le Meteore sembrano quasi delle enormi stalagmiti che toccano il cielo. I primi eremiti delle Meteore vi si fermarono già nel nono secolo a.C. scegliendo le grotte come rifugio di preghiera.  Solo più tardi furono costruiti i veri monasteri. Tra il 1356 e il 1372 fu portata a termine la Grande Meteora, che divenne il centro della comunità: una sorta di guida, da cui venivano emanate le regole più severe. Nei due secoli seguenti si aggiunsero altre ventitré abbazie, in pratica inaccessibili. L’unico mezzo per raggiungerle era un montacarichi a corda attraverso il quale persone e cose venivano issate da valle. Non esistevano scale o sentieri, costruiti solo negli ultimi decenni per permettere l’accesso ai turisti. Meteore, Grecia: oggi Oggi però solo cinque delle ventiquattro Meteore sono abitate: la Grande Meteora, Varala e Agias Tria da monaci, Agios Stephanos e Roussano da monache. Ne rimangono in piedi e visitabili solamente un quarto del numero originario. Meteore, Grecia: come arrivare Per raggiungere le Meteore bisogna partire da Igoumenitza e percorrere duecentoquaranta chilometri di strada tortuosa e tutta in saliscendi, che attraversa di continuo boschi lussureggianti. Una curiosità: nel piccolo paese vicino, Kastrakis, i forni vendono un pane “sacro”: che reca impresso i simboli di Cristo. Lo stesso pane venduto cinquecento anni fa. Meteore, Grecia: il meteo Il meteo in tempo reale della Grecia Cerca qui le migliori offerte di volo e hotel per il tuo viaggio in Grecia
CONDIVIDI

L'alba è uno dei momenti più emozionanti della giornata: quando sorge, il sole sa regalare immagini di straordinaria bellezza. Queste le cinque albe che abbiamo scelto per voi. Cinque posti tra i più belli al mondo. Cinque attimi indimenticabili. Che vanno ad aggiungersi a quelli dei tramonti più belli al mondo nella photogallery già pubblicata. Scopriteli in questa photogallery  
CONDIVIDI

Germania

Ci sono molti modi per visitare la Germania del Nord e godere della sua bellezza: uno di questi è una vacanza in bicicletta. Inforcare le due ruote e pedalare lungo le coste del Mare del Nord, o tra la brughiera o ancora all’ombra di boschi immensi. C’è solo da scegliere l’itinerario La Germania del Nord è una di quelle terre che si presta perfettamente al cicloturismo. Sia per la presenza di piste ciclabili, sia per la bellezza della natura chiamata a far da contorno alle pedalate. Se cercate una vacanza in bicicletta, dunque, prendete nota dei seguenti possibili itinerari nella Germania del Nord. Vacanze in bicicletta – Cicloturismo lungo le coste baltiche La costa baltica della Germania del Nord -  tra Travemünde e Usedom - offre molti scorci incredibilmente diversi. Città anseatiche e località marine. Villaggi di pescatori e boschi immensi. Sulla penisola Fischland-Darß-Zingst si percorre un tratto particolarmente bello lungo i Bodden, le lagune tipiche di questa regione, e da Althagen a Wieck si può salire sulle tradizionali Zeesboot - un particolare tipo di barca a vela - oppure, in autunno e primavera, seguire le gru. Merita anche il tour da Laboe a Schönberger Strand, lungo il quale i ciclisti seguono il corso delle navi dalla costa. Dopo il molo in pietra a Stein e il porto-museo nella Marina Wendtorf ci sono dei tratti di spiaggia chiamati California e Brasile. Per info: www.sh-tourismus.de www.off-to-mv.de Vacanze in bicicletta – La pista ciclabile lungo il fiume Weser La pista ciclabile del Weser attraversa una regione che regala allo sguardo una incredibile varietà di paesaggio. 500 km di pista tra Weserbergland e il Mare del Nord: è la pista ciclabile a lunga distanza più in voga della Germania. Che si pedali per divertimento o per turismo, la ciclabile del Weser è adatta sia ai ciclisti del tempo libero, sia agli amanti dei tour impegnativi. Per info: www.weserbergland-tourismus.de Vacanze in bicicletta –  Lungo le coste del Mare del Nord Questa pista si snoda per ben 6.000 km ed è il percorso ciclabile segnalato più lungo del mondo. L'incantevole tratto che collega Emden a Wilhelmshaven è lungo circa 212 km e passa per la località balneare Horumersiel. Proseguendo verso nord merita di essere percorsa la tappa tra Husum e Dagebüll che attraversa polder (un tratto di mare asciugato artificialmente per mezzo delle dighe) e distese fertili lungo le coste, supera argini, costeggia baie e fari offrendo un'ampia visuale sul Parco Nazionale del Wattenmeer, patrimonio naturale dell'Unesco. Per info: www.nordseetourismus.de Vacanze in bicicletta –  Percorso cicloturistico Amburgo-Brema Ben distante dalle strade trafficate, il percorso cicloturistico di 150 km collega Amburgo e Brema, due delle città anseatiche tedesche più famose, attraversando la regione tra i fiumi Elba e Weser, il Mare del Nord e la brughiera lungo antichi itinerari mercantili, strade secondarie e sentieri boschivi. Per info: www.hamburg-tourismus.de www.bremen-tourismus.de Vacanze in bicicletta –  Scoprire Amburgo sulle due ruote Si può scoprire Amburgo in bicicletta sia seguendo le piste per il porto, lungo l'Elba fino all'Altes Land, dove in primavera sbocciano i migliaia di ciliegi e il panorama si trasforma in una distesa di fiori bianchi. Sia pedalando nel centro della città, che  offre piste ciclabili sicure verso oasi verdi come il parco cittadino, i giardini lungo l'Alster interno ed esterno e il "Niendorfer Gehege". Per info: www.hamburg-tourismus.de Scoprite le altre piste ciclabili della Germania del Nord: Germany Travel
CONDIVIDI
Video
Segui MarcoPolo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv